giovedì , 26 Maggio 2022
Home » Bari Calcio » Amichevole di lusso

Amichevole di lusso

 

Il Bari a testa alta contro l’Olympique Marsiglia

 

 

Dopo ventitre anni la squadra francese è tornata a giocare al “San Nicola” dopo aver perso la Champions League contro la Stella Rossa di Belgrado. Davanti a 22.000 spettatori le due squadre hanno giocato a viso aperto, anche se la compagine allenata da mister Bielsa non ha voluto spingere più di tanto per preservare le gambe in vista dell’inizio del campionato francese che avverrà la prossima settimana. Per quanto riguarda l’Olympique Marsiglia i giocatori che si sono messi più in evidenza sono stati Gignac e Payet che hanno messo a dura prova la retroguardia biancorossa. Per quanto riguarda invece il Bari buone le prestazioni di De Luca, Defendi e dei giovani Gammone e Di Noia schierati da mister Mangia nella ripresa. Dopo la gara di questa sera i ragazzi biancorossi hanno avuto dal proprio tecnico due giorni di riposo. Gli allenamenti riprenderanno sabato mattina in vista poi della partenza per la seconda parte di ritiro che il Bari terrà in Abruzzo, più precisamente a Castel di Sangro dal 3 al 13 agosto.

 

LE FORMAZIONI:

 

BARI ( 4 – 4 – 2 ): Guarna; Sabelli; Sciaudone; Galano; Rossini; Caputo ( cap. ); Contini; Stoian; Defendi ( vice capitano ); De Luca; Calderoni. A disposizione: Pena; Donnarumma; Mercadante; Romizi; Di Noia; Albadoro; Partipilo; Joao Silva; Scalera; Gammone; Sall; Longo; Salviato.

 

OLYMPIQUE MARSIGLIA ( 4 – 3 – 3 ): Mandanda ( cap. ); Lemina; Mendy; Nkoulou; Morel; Romao; Thauvin; Imbula; Gignac; Payet; Ayew. A disposizione: Samba; Batshuayi; Cheyrou; Dja Dje Dje; Mendes; Sparagna; Porsan; Amalfitano.

 

LA CRONACA:

 

Si deve attendere il 20° del primo tempo per vedere una prima vera azione da rete. I biancorossi sono andati vicini al vantaggio con un cross dalla sinistra di Stoian per Caputo in area di rigore avversaria, ma l’attaccante altamurano viene ben anticipato in angolo da un intervento di Romao. Dopo due minuti ancora il Bari vicinissimo al vantaggio. Lancio perfetto di Defendi per De Luca che a tu per tu con l’estremo difensore francese Mandanda si lascia parare il tiro. Al 29° si vede per la prima volta la squadra avversaria in attacco con un tiro dalla distanza di Gignac che si è spento a lato sulla destra di Guarna. Dopo due minuti errore a centrocampo di Sabelli, palla a Payet che si invola verso l’area del Bari. Il suo tiro un po’ fiacco viene parato dall’estremo difensore biancorosso. Al 34° sono gli ospiti ad andare questa volta vicini alla rete del vantaggio. Angolo per i francesi, Guarna esce male, colpo di testa del solito temibile Gignac a porta vuota ma l’attaccante sbaglia clamorosamente la rete dell’ 1 – 0 mandando la sfera incredibilmente fuori. Al 40° si vede ancora il Marsiglia in attacco con un tiro da fuori area di Payet con palla di poco fuori sulla destra di Guarna. Il primo tempo si chiude 0 – 0.

 

Nella ripresa Donnarumma prende il posto di Guarna e Romizi sostituisce Stoian. Al 3° minuto Bari vicinissimo al vantaggio. Cross basso dalla sinistra di capitan Caputo per De Luca ma l’attaccante biancorosso viene anticipato dal portiere francese. Al 9° mister Bielsa manda in campo Dja Dje Dje per Lemina. Al 13° l’arbitro Abbattista ammonisce Sabelli per fallo su un giocatore francese. Dopo due minuti bell’azione in velocità degli ospiti che si conclude con un tiro del solito Gignac parato da Donnarumma. Al 16° l’arbitro concede un calcio di rigore per il Bari per atterramento di Sabelli per fallo di Morel. Sul dischetto si porta Caputo che batte Mandanda. Al 20° giro di sostituzioni. Per l’Olympique Sparagna prende il posto di Romao; Amalfitano per Gignac; Batshuayi per Payet. Per il Bari Joao Silva prende il posto di Caputo; Gammone per Defendi e Salviato per Contini. Al 24° l’arbitro annulla una rete all’Olympique per un fuorigioco millimetrico di Amalfitano. Al 30° viene ammonito Romizi per fallo su Romao. Al 35° ancora un giro di sostituzioni per il Bari. Albadoro prende il posto di De Luca; Partipilo per Galano; Di Noia per Sciaudone. Al 37° gli ospiti pareggiano per un errore difensivo di Romizi che invece di rinviare passa la sfera indietro al portiere Donnarumma. Batshuayi ne approfitta e realizza la rete del pareggio. Al 39° c’è gloria nche per Sall che sostituisce Rossini.

 

90°:

 

Mangia: “Questa sera abbiamo affrontato una squadra che mi sa negli ultimi cinque anni ha partecipato alla Champions League. Questa sera l’allenatore ha schierato una squadra importante. E’ una formazione che in questo precampionato ha fatto benissimo, infatti ha vointo con il Bayer Leverkusen e con il Benfica. Noi abbiamo fatto una buona gara e questo ci da la consapevolezza che dobbiamo continuare su questa squadra a prescindere poi dal risultato che in questo momento è relativo. Questa sera la squadra poteva essere anche un po’ stanca ma i ragazzi hanno fatto bene. Abbiamo fatto anche una certa rotazione per i minutaggi quindi sono soddisfatto. Questa sera a me è piaciuto, anche molto di più di qualcosa. Io faccio fatica a giudicare quindi è giusto che la critica giudichi e valuti le cose. La mia idea è abbastanza conosciuta. Considerando tutto anche il fatto che il Bari ha sostenuto anche questa mattina un allenamento importante a livello di stanchezza sia fisica che mentale che è normale anche averla, nonostante questo la squadra ha fatto una partita dal punto dell’intensità paradossalmente per me nella prima parte del secondo tempo. Nel primo tempo abbiamo distribuito un po’ diversamente le energie. Per quanto riguarda poi la fase difensiva l’abbiamo fatta meglio rispetto alla gara disputata contro la Lazio. La squadra è riuscita anche a stare anche più corta e quello è un errore che può capitare da parte di un ragazzo che secondo me è stato uno dei migliori. Ha fatto una partita molto positiva secondo me. Quello che ha fatto è un errore tecnico, non è una questione di fase difensiva o di altro. E’ un errore che ci sta, quelle cose possono capitare”.

 

Caputo: “Io mi sono allenato tutti i giorni per un anno. Sto bene e voglio godermi il momento per poi proseguire su questi ritmi. Con De Luca c‘è intesa naturale e la miglioreremo. Ma anche con gli altri. Per un attaccante segnare é importante, ero il primo rigorista e sono felice per la rete. Ho una rabbia dentro incredibile. Chi mi è stato vicino lo sa bene. Stiamo soffrendo i carichi di lavoro, ma giocare davanti a 22.000 spettatori contro una squadra così importante crea stimoli. Abbiamo giocato bene e abbiamo interpretato la partita come ci ha chiesto il mister. Per quanto poi riguarda i nuovi giocatori arrivatisi sono integrati bene e hanno capito i meccanismi del tecnico. Possono essere una forza importante”.

 

E su un arrivo di Barreto il capitano ha risposto così. “ Ho vissuto due anni con lui. E’ un grande amico tant’è che mi sento ancora con lui. Sarebbe un colpo da novanta”.

 

 

Di Micol Tortora

 

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.