martedì , 27 Ottobre 2020
Home » Bari Calcio » Bari, buona la prima di Camplone

Bari, buona la prima di Camplone

I giocatori biancorossi avrebbero potuto portare a casa i tre punti se solo l’arbitro avesse concesso un goal regolare a Boateng.

I primi quarantacinque minuti tra Spezia e Bari sono stati vivaci, giocati in maniera veloce da entrambe le squadre. Le occasioni migliori per poter andare in vantaggio sono state dei biancorossi, due volte con Maniero e con Boateng, al quale è stato annullato un goal che a tutti e’ apparso regolare. Per quanto riguarda lo Spezia non ha mai impensierito più di tanto il portiere Guarna. Nella ripresa i ritmi sono stati alti come nei primi quarantacinque minuti. Il pareggio, alla fine, è stato giusto dopo aver visto quello che nella ripresa si è visto in campo. Buon esordio per il neo – tecnico Camplone che è riuscito a portare a casa un punto importante per la classifica dopo essere entrato in corsa.

LE FORMAZIONI:

SPEZIA ( 4 – 4 – 2 ): Chichizola, De Col, Postigo, Migliore, Terzi, Situm, Pulzetti, Juande, Ciurria, Nené, Catellani. A disposizione: Sluga, Errasti, Calaio’, Rossi, Vignali, Crocchianti, Krzivc, Canadija, Misic. All: Di Carlo.

BARI ( 4 – 3 – 3 ): Guarna, Sabelli, Di Cesare, Rada, Gemiti, Porcari, Defendi, Valiani, Rosina, Maniero, Boateng. A disposizione: Micai, Romizi, Di Noia, Sansone, Contini, Camara, Tonucci, Petropoulos, Donkor. All: Camplone.

ARBITRO: Di Paolo di Avezzano.

NOTE: Spettatori: erano presenti 200 tifosi del Bari. Ammoniti: Rada, Nené, Defendi, Valiani. Espulsi: Angoli: 6 – 4 per lo Spezia. Recupero tempo: pt.st. 3′.

LA CRONACA:

All’8’prima azione dei biancorossi. Cross dalla sinistra e rovesciata di Maniero con palla alta sulla traversa. Al 17′ l’arbitro ammonisce Rada per un fallo su Catellani. Al 28′ angolo per il Bari. Cross di Rosina, colpo di testa di Maniero e palla che finisce fuori sulla sinistra di Chichizola. Al 35′ ammonito Nené per fallo su Porcari. Al 38′ tiro dalla distanza di Boateng parato senza problemi dal portiere di casa. Al 43′ conclusione di Defendi respinta in angolo da Chichizola.

Nella ripresa al 4′ prima vera occasione da rete per i padroni di casa con un tiro di Catellani che va di poco fuori sulla destra di Guarna.
Al 9′ l’arbitro ammonisce Defendi per un fallo su Situm.
Al 14′ tiro di Boateng di destro parato da Chichizola.
Al 18′ prima sostituzione della gara. Di Carlo manda in campo Krizvic, fuori Ciurria.
Al 22′ tiro di Nené, a lato.
Al 23′ mister Camplone manda in campo Sansone al posto di Boateng e Di Carlo gli risponde mandando in campo Calaio’ al posto di Catellani.
Al 24′ colpo di testa di Pulzetti con palla fuori di poco sulla destra di Guarna.
Al 26′ ammonito Valiani per fallo di mano.
Al 28′ tiro dalla distanza di Krizvic deviato in angolo da Guarna.
Al 31′ tiro di Calaio’ dalla distanza, fuori.
Al 39′ occasione goal per lo Spezia con un tiro di Migliore di poco a lato sulla destra del portiere ospite.
Al 40′ mister Di Carlo manda in campo Rossi al posto di Nené. Al 41′ tiro di Maniero parato dal portiere ospite.
Al 90′ Camplone:

“Sono abbastanza soddisfatto perché abbiamo fatto appena nove giorni di lavoro ed era difficile fare di meglio contro una squadra organizzata come lo Spezia.  Abbiamo fatto troppi errori in uscita ma ho visto già la mentalità che volevo. Meno lanci lunghi e più scorrimento palla a terra. Tutto sommato è stato un esordio positivo. Il portiere? E’ l’ultima delle nostre priorità. Gli occhi sono sicuramente rivolti sulla corsia mancina di difesa e a centrocampo”.

Paparesta : “E’ evidente che il goal era regolarissimo. Nessuno dei nostri ha chiesto la distanza. Inutile ora star qui a protestare. Posso solo dire che quel goal avrebbe modificato l’evolversi della gara. Mi dispiace perché volevamo prendere i tre punti. Ho segnalato l’accaduto al designatore degli arbitri. Camplone? “Credo che in poco tempo ci sia stato un cambio di mentalità ed un approccio diverso al lavoro. I calciatori hanno lavorato con un metodo diverso che garantisse maggiore: intensità. Oggi ho visto una buona fase difensiva. Uscire indenni da questo campo non era facile. Con lo Spezia abbiamo raccolto quattro punti tra andata e ritorno che potevano essere sei se ci avessero assegnato quella rete”.

E sul mercato il patron del Bari ha detto. “Mammarella non è vicino. C’è un problema di privacy. per Guilherme che speriamo possa risolvere al più presto. Non c’è alcun problema economico relativo al suo ingaggio. Ci serve un terzino sinistro che se Gemiti ha fatto un’ottima partita quest’oggi. Come ho sempre detto, non ci tireremo indietro a operazioni di mercato. La società se ci sarà da spendere, spenderà. Cercheremo le possibilità giuste per affrontare al meglio le restanti venti partite”.

Di Micol Tortora

abbigliamento, gadgets, accessori e libri de La Bari al miglior prezzo CLICCA QUI

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.