sabato , 19 Settembre 2020
Home » Bari Calcio » Bari, così proprio non va
Bari - Varese

Bari, così proprio non va

Contro il Varese è arrivata la quinta sconfitta casalinga

Dopo la deludente prestazione contro la Ternana ci si aspettava dai ragazzi di Torrente un pronto riscatto contro la quarta forza del campionato, il Varese del tecnico Castori. Ebbene, tutto questo non è avvenuto. Al contrario si è assistito ad una vera e propria involuzione del Bari sotto l’aspetto del gioco. Sembra che Lamanna e compagni abbiano dimenticato il gioco spumeggiante di inizio stagione che tanto aveva fatto parlare sia la stampa locale che quella nazionale. I problemi in casa Bari sono iniziati quando Torrente ha cambiato modulo, passando dal 4 – 3 – 3 al 3 – 4 -3. Eì stato lo stesso Gomes, del Varese, ad affermare a fine gara che il Varese ha saputo sfruttare gli spazi concessi dal Bari sugli esterni. A questo punto sarà necessario che Torrente possa trovare la giusta quadratura del cerchio, altrimenti sarà davvero difficile rivedere il Bari di inizio stagione.

LA CRONACA:

Al 2° minuto del primo tempo angolo di Gonzales, colpo di testa di Damonte lasciato completamente solo e palla di poco fuori. Al 4° ancora Varese. Ancora un angolo, Gonzales crossa e, questa volta, Damonte con un tiro rasoterra di destro manda fuori. All’11° vantaggio per il Varese. Ancora un angolo per i lombardi, Lamanna respinge, dal limite dell’area tiro a volo di Pucino che con un gran destro supera il portiere biancorosso. Al 14° si fa vedere ancora la formazione di Castoro. Tiro di sinistro di Ebaqua che finisce sull’esterno della rete. Al 17° si vede finalmente il Bari con una punizione a giro dal limite di Bellomo che sfiora di poco il palo alla destra del portiere. Al 19° Lamanna compie un vero e proprio miracolo su Neto Pereira che, dopo aver “bucato” la difesa, si è trovato a tu per tu col portiere che nega all’attaccante il raddoppio. Al 23° si rivede il Bari con una punizione ancora di Bellomo dalla trequarti che viene parata in mischia da Bressan. Al 28° ancora una punizione di Bellomo, colpo di testa di Ghezzal, pallone alto sulla traversa. Un minuto dopo si rivede il Varese con un’azione da rete. Ebaqua “buca” nuovamente la difesa e ancora una volta Lamanna deve compiere un altro miracolo. Al 36° il Varese sostituisce Neto Pereira per crampi. Al suo posto Juan Antonio. Al 42° viene ammonito dall’arbitro Cervellera, Damonte per perdita di tempo. Un minuto dopo finisce sul taccuino dell’arbitro anche Oduamadi sempre per perdita di tempo. Il Bari, chiude la prima parte in attacco con una punizione a giro di Ghezzal al 44° parata da Bressan. Nella ripresa bell’azione di Tallo, al 5°, che sfiora il pareggio con un gran tiro di destro. Dopo un minuto Torrente sostituisce Galano per Fedato per dare più movimento in attacco. Al 7° espulsione di Damonte per fallo da dietro su Fedato. A questo punto il tecnico biancorosso cerca un Bari più offensivo sostituendo Dos Santos con Iunco. Al 17° il Varese sfiora l’autogoal con una deviazione di Troest. Al 21° è il Bari che va vicino al pareggio con un gran tiro di Ghezzal deviato in angolo. Dall’angolo, battuto da Galano, colpo di testa di Ceppitelli, alto. Al 27° ammonito Sciaudone per fallo su Franco. Diffidato, salterà il prossimo impegno di campionato. Al 32° Polenta ammonito Polenta per fallo su Gomes che andava indisturbato verso Lamanna. Dopo due minuti il Bari va vicino al pareggio. Cross dalla destra di Ghezzal e solo per un soffio non arriva di testa Tallo per buttarla dentro. Al 38° vero tiro in porta per il Bari con un gran tiro dalla distanza di Rossi deviato in angolo da Bressan. Dall’angolo, battuto da Bellomo, Ceppitelli di testa manda di poco alto. In zona cesarini, al 48°, il Bari poteva pareggiare con un colpo di testa di Ceppitelli che è stato deviato dal portiere del Varese sul palo. Nell’azione Sciaudone ha falciato Corti. Per lui, doppia ammonizione ed espulsione.

LE FORMAZIONI:

BARI ( 3 – 4 – 3 ): Lamanna; Ceppitelli; Dos Santos; Polenta; Sabelli;
Bellomo; Sciaudone; Rossi; Galano; Tallo; Ghezzal.

VARESE ( 4 – 3 – 3 ): Bressan; Troest; Lazaar; Pucino; Damonte; Corti;
Franco;
Gomes; Oduamadi; Neto Pereira; Ebaqua.

90°

Torrente. “C’è stata una involuzione, soprattutto nelle ultime due gare, sia a Terni che oggi contro il Varese. A Terni siamo venuti fuori con un risultato propositivo, mentre oggi la squadra a livello di gioco non mi è piaciuta. C’è stato poco movimento senza palla con poca aggressività. Anche quando siamo stati in superiorità numerica non ho visto quell’aggressività che compete al Bari. Abbiamo creato due azioni, una su calcio d’angolo e l’altra di Rossi dove il portiere Bressan si è superato alla grande in tutte e due le occasioni.
Oggi potevamo fare di più, però, poi, si ripetono sempre gli stessi errori e gli stessi atteggiamenti visti in queste due gare. Sicuramente dovremo lavorare per tirarci fuori da questa situazione con molta più applicazione e spirito di sacrificio. Inoltre mi piacerebbe vedere più cattiveria perché adesso dovremo lottare e, per questo, ci vogliono gli attributi”.
Ceppitelli. “Bisogna ritrovare la mentalità che c’era prima, quella voglia di dimostrare, perché quando c’è questo, potremo ritrovare il gioco che c’era prima. Ora gli avversari ci conoscono di più . Tutti ci aspettano perché sanno che siamo una squadra che propone gioco e bisognerà intelligenti a trovare delle nuove alternative”.

Di Micol Tortora

Bari - Varese
Bari – Varese

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.