sabato , 15 Maggio 2021
Home » Bari Calcio » Bari, è profondo rosso

Bari, è profondo rosso

I biancorossi tornano da Torre del Greco con una pesante sconfitta, 3 – 0. Con questa vittoria i campani hanno festeggiato la matematica salvezza mentre per i biancorossi la situazione si fa davvero pesante

 

Primo tempo dove i biancorossi hanno interpretato in modo positivo la gara tirando però in porta solo due volte. Al contrario, la Turris ha giocato pressando l’avversario è, nell’unica azione seria d’attacco si è portata in vantaggio al 20’ con D’Ignazio servito molto bene da Da Dalt con un cross basso dalla destra.

 

Nella ripresa i padroni di casa hanno letteralmente “umiliato” il Bari raddoppiando prima con Loreto e, poi, triplicando al 48’ con il subentrato Alma. A questo punto i giocatori del Bari dovrebbero farsi un vero e proprio esame di coscienza.

 

 

Turris ( 4 – 4 – 2 ): Abagnale, Ferretti, Lorenzini, Di Nunzio, Loreto, Da Dalt, Tascone, Franco, D’Ignazio, Giannone, Longo. A disposizione: Barone, Esempio, Salazaro, Pitzalis, Boiciuc, Brandi, Capuozzo, Carannante, Primicile, Alma, D’Oriano. All: Caneo

 

Bari ( 3 – 4 – 3 ): Frattali, Sabbione, Perrotta, Di Cesare, Semenzato, De Risio, Maita, Rolando, Marras, Antenucci, D’Ursi. A disposizione: Marfella, Fiory, Minelli, Ciofani, Celiento, Mane, D’Argenio, Lollo, Mercurio, Cianci, Candellone. All: Auteri

 

Ammoniti: Loreto, Lorenzini, Maita, De Risio, Marras, Tascone, Abagnale. Espulsi: nessuno. Angoli: 4 – 3. Recupero tempo: p.t. 1’; s.t. 4’

 

RETI: p.t. 20’ D’Ignazio; s.t. 8’ Loreto; 48’ Alma

 

ARBITRO: Vigile di Cosenza

 

LA CRONACA:

Al 9’ conclusione dal limite a giro di destro di D’Ursi, servito da Semenzato, con palla di poco alta sulla traversa. Al 19’ ammonito Loreto per fallo su Marras. Al 20’ la Turris si porta in vantaggio. Cross basso dalla destra di Da Dalt, sul pallone arriva D’Ignazio che anticipa un difensore biancorosso e mette cento. Al 26’ tiro dalla distanza dalla destra di D’Ursi parato senza problemi da Abagnale. Al 27’ ammonito Lorenzini per fallo su D’Ursi. Al 34’ ammonito Maita per fallo su Giannone. Al 40’ tiro di sinistro da dentro l’area di rigore di Marras, parato da Abagnale sulla sua sinistra.

 

Nella ripresa, dal 1’, dentro Cianci, fuori Perrotta. All’8’ i padroni di casa raddoppiano. Mischia in area barese, la palla finisce a Loreto che tutto solo, di destro, mette dentro. Al 14’ ammonito De Risio per fallo su Tascone. Al 26’ doppio cambio per il Bari. Dentro Lollo e Minelli, fuori De Risio e Semenzato. Al 28’ ammonito Marras per fallo su Loreto. Al 30’ dentro Boiciuc, fuori Longo. Al 32’ occasione per la Turris. Minelli si fa rubar palla da Giannone che appoggia per Tascone che tira. Palla deviata in angolo. Al 38’ ammonito Tascone. Al 41’ dentro Alma, fuori Giannone. Al 43’ ammonito Abagnale per perdita di tempo. Al 48’ Alma, appena entrato, dopo aver saltato Sabbione conclude in diagonale.

 

90’:

Auteri: “Abbiamo fatto un discreto primo tempo. Abbiamo aggredito e concesso poco agli avversari. Dopo di che abbiamo preso un goal stupido su un contrasto aereo. Fino a quel momento la Turris non aveva fatto chissà cosa in attacco. Dopo la rete subita ci siamo persi. Bisognerà lavorare e riprendere una migliore condizione fisica. Alcuni giocatori non sono nelle migliori condizioni fisiche da quando li avevo lasciati. Per quanto riguarda il secondo tempo è stato davvero brutto, figlio delle mie scelte, dipese dalla prestazione di alcuni giocatori che non hanno dato quello che mi aspettavo. Sembrerà un paradosso, ma nel primo tempo abbiamo fatto una buona partita dove siamo stati anche pericolosi. Nella seconda frazione siamo stati costretti a cambiare visto che c’è stata un po’ di confusione visto che ho messo Marras e Rolando esterni bassi. Questa è stata una cosa che avevo pensato quando sono andato via e che oggi ho voluto riproporre. Abbiamo bisogno di lavorare e recuperare alcuni giocatori alla miglior condizione fisica. Da ora in poi bisognerà avere un altro atteggiamento. Non possiamo chiedere nulla a nessuno. Dopo questa sconfitta ho chiesto ai ragazzi di non parlare. Al loro posto parlo io. Sono sicuro che le cose le risolveremo. Non vi chiederò tempo. Le responsabilità della confusione del secondo tempo sono mie. Quando parlo del primo tempo mi riferisco a un atteggiamento più consapevole visto che non siamo stati perfetti. Se così fosse stato avremmo fatto goal. Loro erano molto chiusi ed è per questo che abbiamo cercato di fraseggiare. Ricordo che abbiamo costruito delle azioni importanti. Nel primo tempo ho visto cose buone mentre nella ripresa no. Su questo lavoreremo. Più di questo non possiamo fare. Non sono un mago, ma sono sicuro che cambieremo questa situazione. Il campionato sta finendo. Sarebbe stato sicuramente un bene guadagnare una posizione migliore del quarto posto ”.

 

E sulle scelte tattiche ha detto. “Ho pensato di inserire Mercurio ma eravamo con i due esterni Rolando e Marras. In quel momento non ho voluto fargli fare un ruolo non suo. In una partita del genere Mercurio si sarebbe smarrito. Il ragazzo ha qualità importanti ma ha bisogno di essere sostenuto e inserito in un contesto diverso”.

 

E sugli avversari si è espresso così. “La Turris ha giocato con molto accanimento, in una condizione mentale diversa. Loro hanno triplicato gli sforzi, noi abbiamo subito tutto questo. Sembra che dal punto di vista agonistico ci abbiano sovrastato ma in realtà è perché hanno giocato con grande sacrificio e mentalità, noi no. Nel primo tempo non si è notata la differenza, però prendere gol così è da stupidi. Ci siamo perduti nel corso della gara. È vero che non abbiamo fatto tanti tiri in porta ma siamo stati squadra. Non chiediamo tempo a nessuno. Non vogliamo crediti ma sono sicuro che le cose le miglioreremo. Continueremo a lavorare e alla fine tireremo le somme. Il nostro lavoro è in funzione dell’ultima di campionato. Per me anche un’amichevole è importante per cui lavoreremo in vista del Bisceglie. Non so se questa gara sarà determinante. Non so ancora i risultati di oggi. Personalmente potrei dire tante cose. Dico che le cose saranno migliorate. Non credo che il Bari abbia dei limiti caratteriali. All’interno di un gruppo, se quattro o cinque giocatori non fanno la prestazione perché i parametri fisici sono scaduti, è normale che la prestazione dell’intero gruppo si comprometta. Nel primo tempo abbiamo preso una rete davvero stupida mentre nella ripresa abbiamo compromesso tutto”. Avere in panchina gente come Cianci o altri e dover cambiare assetto di gioco ha contribuito a fare una brutta partita. I ragazzi hanno perso alcuni canoni. Quello che è successo nella ripresa lo pensavo due mesi e mezzo fa e non l’ho mai potuto mettere in pratica. Le analisi le faremo all’interno dello spogliatoio. Nonostante possa sembrare un controsenso sono positivo in quanto sono certo che i problemi li risolveremo. Bisognerà ripristinare dei parametri fisici che sono molto importanti”.

 

 

 

 

 

 

Tutto su Micol Tortora