mercoledì , 22 Settembre 2021
Home » Bari Calcio » Bari, presentati ieri Cheddira e D’Errico

Bari, presentati ieri Cheddira e D’Errico

“La voglia – hanno detto entrambi – è quella di portare il Bari in B”

 

Nella giornata di ieri sono stati presentati i primi due acquisti fatti dal Bari. Si tratta di Walid Cheddira e di Andrea D’Errico. Entrambi i giocatori hanno un unico obiettivo, quello di riportare il Bari in serie B. Queste le prime parole di Cheddira. “Per quanto concerne il mio ruolo mi trovo benissimo con i due davanti. Nella mia carriera ho fatto anche l’esterno d’attacco senza aver nessun tipo di problema. Mi dicono che ho fame e voglia. In campo scatta qualcosa in me che mi porta a sopperire a qualcosa che non ho. Cercherò di fare il possibile per il Bari così come ho fatto nelle squadre in cui ho giocato. A me piace segnare, ma se riesco a vedere una situazione in cui un mio compagno è messo meglio, cerco di passargli la palla e mandarlo in rete. Tutto questo per il bene della squadra”.

 

L’attaccante ha parlato anche di cosa chiede il tecnico agli attaccanti. “Il tecnico chiede agli attaccanti molto aiuto e sacrificio. Il mio compito, oltre a quello di andare in profondità per sfruttare la mia velocità, sarà quello di dare una mano per andare a coprire dietro”.

 

E sul numero di reti che potrebbe realizzare nel prossimo campionato ha detto. “Non ho un obiettivo. Penserò solo a dare il massimo e tutto quello che ho. Se dovessero arrivare i goal ben vengano così come se dovesse arrivare una vittoria. Sarà ancora meglio”.

 

Si è espresso anche su una eventuale doppia cifra.  “La doppia cifra sarebbe un buonissimo obiettivo”.

 

Ha parlato anche dei suoi compagni di reparto. “Cerco sempre di prendere qualcosa di buono dagli altri miei compagni di reparto per poi metterlo in campo. La precisione e la cattiveria con cui i miei compagni cercheranno di fare goal mi aiuteranno tantissimo. Ogni giorno, in allenamento, cerco sempre di arrivare ai loro livelli”.

 

Cheddira è rimasto molto colpito dalla piazza biancorossa. “Bari è una grandissima piazza. Le manca solo di tornare nelle categorie che merita. Non appena mi hanno informato dell’interessamento la mia scelta è ricaduta subito quì. Bari sarà una tappa fondamentale per me”.

 

Dopo di che è stata la volta di D’Errico. “Personalmente sono uno che vuole sempre giocare per vincere. Ho interrotto il rapporto col Monza per sposare un progetto importante con le stesse ambizioni della società che ho lasciato. Avrei lasciato Monza solo per il Bari. Con i biancorossi mi piacerebbe riprovare a fare la scalata che ho fatto col Monza. Qui vorrei legarmi il più possibile visto che non mi piace cambiare ogni anno ”.

 

Il giocatore ha anche parlato di quale potrebbe essere il suo ruolo in maglia biancorossa. “Negli ultimi tre – quattro anni ho fatto la mezz’ala. Il mio gioco è quello di prendere palla, giocare coi compagni e puntare l’uomo”.

 

E sul suo ruolo ideale ha detto. “Sono partito esterno d’attacco poi a Monza mi hanno trasformato in  mezz’ala ed ho imparato la fase difensiva. Posso giocare da mezz’ala e da trequartista. Da mezz’ala mi piacerebbe giocare di più. In emergenza potrei giocare anche da trequartista”.

 

E sul numero scelto ha detto. “Ho voluto il numero 14 per dare un taglio con la dieci che ho avuto negli ultimi anni”.

 

( Foto: SSC Bari )

Tutto su Micol Tortora