giovedì , 26 Maggio 2022
Home » Bari Calcio » Bari sconfitto in casa da un buon Perugia

Bari sconfitto in casa da un buon Perugia

 

Sono state le reti di Falcinelli nel primo tempo e quella di Del Prete nella ripresa a regalare alla formazione umbra tre punti importanti che collocano la squadra di Camplone in vetta alla classifica

 

 

Dopo la vittoria di sabato scorso in quel di Chiavari contro l’Entella la squadra di Mangia questa sera in casa contro il Perugia ha dato una cocente delusione ai 23.463 spettatori accorsi alla “prima” dei loro beniamini. Dopo i primi venticinque minuti dove la squadra di casa ha interpretato al meglio la partita, al ventiseiesimo la squadra di Mangia, dopo aver subito la rete dello svantaggio si è letteralmente persa. Non c’è stato più gioco, più verticalizzazioni ma soprattutto i ragazzi del tecnico milanese hanno perso tanti palloni in ogni parte del campo. Al contrario la formazione di mister Camplone ha fatto vedere un buon calcio, con veloci triangolazioni e grande concretezza in attacco.

 

LA CRONACA:

 

Al 5° minuto del primo tempo occasione goal per il Bari. Cross basso dalla destra di Caputo per De Luca che non arriva sulla palla per un pelo. Al 16° l’arbitro Pasqua di Tivoli ammonisce Verre per fallo su Stoian. Al 23° occasione da rete per gli ospiti. Cross dalla destra dell’ex Crescenzi, colpo di testa di Falcinelli con Donnarumma che devia la palla in angolo. Dopo tre minuti l’arbitro annota sul suo taccuino il nome di Defendi per fallo su Verre. Al 27° il Perugia passa in vantaggio con un tiro di Falcinelli dopo uno scambio con Rabusic. Al 36° occasione da rete per i padroni di casa. Passaggio di Caputo per Galano che tira di prima ma il portiere Provedel para.

 

Nella ripresa al 2° minuto toro dalla distanza dell’ex romanista Taddei che viene parato da Donnarumma. Dopo cinque minuti mister Mangia manda in campo Sciaudone per Stoian. All’8° gran tiro di Caputo di esterno destro deviato in angolo dal portiere ospite. Dopo un minuto ancora Bari con un gran tiro di Sciaudone di esterno destro che lambisce l’incrocio dei pali alla sinistra di Provedel. Dopo un minuto l’arbitro espelle capitan Caputo per fallo violento su un giocatore del Perugia. Al 15° Pasqua ammonisce Ligi per un fallo su Falcinelli. Dopo tre minuti ancora l’arbitro protagonista. Espelle Defendi per fallo su Del Prete. Al 24° mister Camplone manda in campo Ayres per Robusic. Dopo tre minuti Mangia gli risponde mandando in campo Romizi al posto di Donati. Il tecnico della squadra umbra gli risponde mandando in campo l’ex Fossati, entrato tra gli applausi del pubblico di casa, per Verre. Dopo un minuto si mette in evidenza il nuovo entrato Ayres con un bel tiro respinto da Donnarumma. Al 31°il Perugia chiude la partita con una rete realizzata da Del Prete. Al 32° si vede in attacco il Bari con un tiro dalla distanza di Romizi di poco alto sulla traversa. Dopo due minuti Mangia manda in campo Rozzi per uno stanco De Luca. Dopo tre minuti tiro del solito Ayres respinto dal portiere. La partita si chiude con un cambio. Zebli per Fazzi.

 

LE FORMAZIONI:

 

BARI ( 4 – 4 – 2 ): Donnarumma; Salviato; Donati; Rossini; De Luca; Galano; Ligi; Caputo; Stoian; Defendi; Calderoni. A disposizione: Guarna; Romizi; Sciaudone; Contini; Filippini: Partipilo; Camporese; Gomelt; Rozzi. All. Mangia.

 

A. C. PERUGIA ( 3 – 5 – 2 ): Provedel; Goldaniga; Verre; Falcinelli; Taddei; Crescenzi; Fazzi; Del Prete; Comotto; Rabusic; Giacomazzi. A disposizione: Koprivec; Flores; Nicco; Ayres; Rossi; Lignani; Fossati; Boscolo; Zebli. All. Camplone.

 

90°:

 

Mangia: “Non mi sembra che nel primo tempo sia andato tutto storto, anzi abbiamo fatto uno dei migliori primi tempi in assoluto. Nel primo tempo è stata una partita aperta, abbiamo creato tanto, abbiamo concesso qualcosa. Penso che nell’insieme abbiamo creato più noi perché abbiamo avuto quattro – cinque situazioni vicino alla loro porta. Loro hanno avuto una situazione dove è stato molto bravo Donnarumma. Quando siamo andati sotto c’era tanto tempo per rimettere in parità la gara ma quando concedi una situazione di inferiorità numerica è chiaro che diventa tutto molto molto più complicato”.

 

Di Micol Tortora

 

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.