sabato , 26 Settembre 2020
Home » Bari Calcio » Berra: “Siamo più consci sulla nostra forza”

Berra: “Siamo più consci sulla nostra forza”

“Vogliamo chiudere l’anno – ha aggiunto il difensore – al secondo posto”

 

“La partita contro il Potenza ci ha dato segnali sulla nostra forza, ma ci ha anche indicato su cosa dobbiamo lavorare per migliorare ed essere protagonisti in questo campionato”. Sono state queste le prime parole di oggi in conferenza stampa del difensore Filippo Berra che tanto bene si sta comportando in questo campionato.

Prima della sosta il difensore spera che il Bari possa arrivare secondo. “Vorremmo chiudere l’anno al secondo posto e ci impegneremo al massimo per farlo. Bari è una piazza importante ed esigente. Per quanto riguarda gli stimoli siamo più sollecitati, dentro e fuori dal campo. La passione e il grande affetto dei tifosi si respira in ogni aspetto del nostro essere calciatori. Avendo tanto pubblico, tanta gente che ti incontra, ti ferma ti da stimoli in più per affrontare la settimana”.

Ha parlato anche degli errori che qualche volta si commettono. “Ci può stare, ma il campo è sempre quello. Ogni professionista deve cercare di fare le cose al massimo. Un errore è pesante qui come a Carrara o Vercelli”.

E sulla C ha detto. “Non la vedo come un passo indietro, la vedo come un passo indietro per prendere una maggiore rincorsa”.

Berra ha un solo obiettivo. “Ho lo stesso obiettivo del Bari, arrivare in Serie A con il Bari. A livello personale sono molto critico, sono contento, ma so anche bene che si può sempre migliorare”.

Berra spera anche che quanto prima possa finalmente arrivare il goal. “Spero possa arrivare presto. Per me non è importante il singolo, ma è importante il risultato della squadra”.

Il difensore ha parlato anche di bilancio che, secondo lui, è positivo. “Il bilancio di squadra è buono. Vedendo i punti fatti e gli anni scorsi siamo messi bene. La Reggina sta facendo un campionato strepitoso e rischia di arrivare a quota 100 punti”.

E sulla sua stagione… “Si può sempre fare qualcosa di più. Sono molto critico con me stesso”.

Berra spera un giorno di poter giocare in Nazionale. “E’ un mio sogno specialmente vedendo cosa sta succedendo nel mio ruolo come, ad esempio, con Di Lorenzo”.

In questo Bari l’unico reparto che ancora non ha segnato è il centrocampo. Ecco il suo pensiero. “Per me è veramente indifferente. Le reti le può fare anche Frattali. Io ho avuto un paio di occasioni e non le ho sfruttarle al meglio”.

E sulle molte reti realizzate lo scorso anno ha detto. “Anche quest’anno abbiamo diversi schemi. Non è necessario che siano su di me, non devo per forza fare goal, non è obbligatorio”.

Berra ha chiuso la conferenza parlando del prossimo avversario, la Casertana. “La Casertana ha dimostrato domenica scorsa a Terni di essere una formazione che può creare difficoltà a chiunque. Una volta di più questo campionato si è rivelato non scontato, con partite sempre aperte e ricche di insidie. Anche il cammino della Reggina non era preventivabile, stanno andando oltre ogni previsione. Dobbiamo essere concentrati sul nostro ottimo percorso e continuare a pensare a migliorarci ogni giorno. Domenica non ci sarà Di Cesare, sarà un’assenza pesante, ma questo gruppo ha la forza per sopperire anche a mancanze importanti”.

Tutto su Micol Tortora