martedì , 7 Luglio 2020
Home » Bari Calcio » Cornacchini: “Dovremo incanalare al meglio la gara”

Cornacchini: “Dovremo incanalare al meglio la gara”

“Piovanello – ha aggiunto il tecnico – ha recuperato e giocherà”

 

Si torna nuovamente in campo. Dopo la sosta di campionato riprende la Serie D con partite interessanti. Una di queste è Bari – Castrovillari. Si aspetta di vedere come interpreteranno la partita dopo la sosta. Oggi, nella consueta conferenza stampa pre – partita, il tecnico biancorosso ha parlato subito di questa gara e delle sue scelte . “A parte Cacioli che è squalificato e Feola indisponibile, gli altri ragazzi sono tutti a disposizione. Per quanto concerne Piovanello ha recuperato appieno e giocherà. In settimana ho avuto dei dubbi perché qualcuno si è allenato poco. Per quanto riguarda la formazione devo ancora decidere. Ho letto che fuori casa il Castrovillari ha perso solo tre volte per cui dovremo cercare di incanalare al meglio la sfida”.

Se domani il Bari dovesse riuscire a vincere potrebbe aggiudicarsi il titolo di Campione d’Italia di serie D. “Ciò che davvero conta per ora è arrivare primi in campionato. Proveremo ad arrivare fino in fondo in tutte le competizioni, anche ad aggiudicarci il titolo di Campione d’Italia di serie D”.

Il tecnico ha anche parlato di Aloisi e di Bianchi. “Hanno fatto bene per cui domani potrebbero giocare. Inoltre ho a disposizione cinque cambi. Se le cose non dovessero andare per il verso giusto, avrò la possibilità di cambiare”.

Cornacchini ha poi parlato di Brienza, il quale martedì prossimo compirà quarant’anni. “Franco può fare la differenza. L’ho visto molto bene dal punto di vista fisico e questa è la cosa più importante. Nonostante l’età si allena sempre con la voglia giusta. E’ un esempio per i giovani che non sempre mettono la stessa determinazione in campo”.

Dopo aver parlato di Brienza il tecnicio ha parlato di un altro “veterano”, Di Cesare. “Lui, così come gli atri, si stanno rendendo conto che anche in serie D si lavora e serve condizione fisica. Da questo punto di vista sono dei professionisti. Mi è piaciuta la maglia rossa che indossava lui perché è quella dei tempi di Bolchi e lui, che ha una certa età, giocava già allora”.

Si è espresso anche sulla stagione in corso del Bari. “Mi è piaciuta la continuità di risultati e la determinazione nel volerla chiudere. Ora dobbiamo completare la situazione, il pericolo più grande siamo noi stessi”.

E sul suo futuro ha detto. “Intanto devo portare a termine quest’annata nel miglior modo possibile e ora devo pensare al Castrovillari. Sono sereno. Alla fine del campionato la società farà le sue scelte”.

Tutto su Micol Tortora