martedì , 29 Settembre 2020
Home » Bari Calcio » Cornacchini: “Il campionato non è chiuso”

Cornacchini: “Il campionato non è chiuso”

“Bisogna finire – ha aggiunto il tecnico – assolutamente bene”

 

Dopo il secondo ko consecutivo esterno, il Bari di Cornacchini dovrà tentare domani al “San Nicola” di battere il Marsala, terza forza del campionato. Certo è che quella di domani non sarà di certo una partita facile per i biancorossi, visto che dovranno tentare in tutti i modi di cercare di portare a casa l’intera posta in palio e che affronteranno una formazione che durante il mercato si è abbastanza rinforzata. Quest’oggi, nella consueta conferenza stampa pre – partita, il tecnico biancorosso si è soffermato sul momento particolare della sua squadra. “Sarà importante chiudere bene questo campionato e sarà importante avere un atteggiamento maturo. Durante la settimana i giocatori hanno capito cosa non è andato contro la Turris, squadra di livello. Da domani dovremo ripartire come se nulla fosse successo”.

E sul Marsala ha detto. “Affronteremo una squadra attrezzata che ha cambiato da poco modo di giocare. la cosa principale sarà guardare solo a noi stessi. Il lavoro è la chiave di tutto. Quella di domani dovrà essere la gara di tutti, non importa chi scenderà in campo o meno. sarà importante avere la giusta motivazione dopo una settimana particolare. Non dobbiamo perdere la concentrazione. Domani dovremo scendere in campo concentrati e non avere paura dell’avversario. sarà importante, però, non sottovalutarli”.

E sul prosieguo del campionato si è espresso così. “Dall’inizio dissi che questo campionato non era chiuso non perché il Bari non sia una compagine forte. Visto che conosco molto bene il calcio so benissimo che possono arrivare momenti di appannamento per qualsiasi squadra. Noi abbiamo dodici punti di vantaggio sulla Turris, ma questo non vuol dire che abbiamo già vinto il campionato”.

Cornacchini ha anche parlato dei giovani. “Bisogna lasciarli il più possibile sereni. Loro, in confronto ai “veterani” hanno più incoscienza. Dovrò fargli capire le problematiche. questo però spetta oltre che a me anche ai giocatori più esperti”.

Il tecnico biancorosso ha anche parlato delle sue dichiarazioni dopo la partita di domenica. “Ho chiesto solamente che i ragazzi potessero dare qualcosa in più. Non c’è stato nessun caso. Credo che da parte mia sia stata una cosa legittima visto che tutti possono fare e dare il meglio. Mi viene da sorridere quando leggo che possa esserci qualcuno che possa remarmi contro”.

Cornacchini ha analizzato anche le reti prese sui vari calci da fermo. “Ho visto la rete che abbiamo subito contro la Turris. Credo che in quella occasione ci sia stata una gamba tesa su marfella. Non voglio dire che sia una giustificazione e in settimana abbiamo lavorato molto proprio su questo. Sul goal subito il nostro portiere ha peccato di inesperienza, ma l’errore è stato un pò di tutti in quanto molti giocatori non si sono mossi nel miglior modo possibile”.

Tutto su Micol Tortora