venerdì , 10 Luglio 2020
Home » Bari Calcio » Cornacchini: “La Palmese è forte in difesa”

Cornacchini: “La Palmese è forte in difesa”

Per sostituire lo squalificato Hamlili il tecnico starebbe pensando a Langella

 

Dopo la vittoria conseguita domenica scorsa in casa contro il Castrovillari i biancorossi vogliono continuare nel loro rullino di marcia di vittorie anche domani a Palmi contro la Palmese. Il tecnico biancorosso dal ritiro di Rende ha parlato di formazione e di chi potrebbe scendere in campo al posto dello squalificato Hamlili. “Si risolve tutto anche se non è la stessa cosa senza Hamlili. Feola ha avuto un problema alla spalla. Si valuteranno i tempi di recupero. Per quanto riguarda Langella è un papabile titolare per la gara di domani. Ho pochi centrocampisti a disposizione. Sicuramente ci saranno alcuni adattamenti in campo. Cacioli giocherà. Gli altri due centrali, cioè Di Cesare e Mattera sono in diffida e non voglio rischiarli entrambi. In setimana Simeri non si è allenato moltissimo. Domani valuteremo se potrà esserci.

E sulla gara di domani il tecnico si è espresso così. “Dico che vogliamo vincere sempre, ma per farlo, dobbiamo presentarci sempre con la testa giusta. Sono convinto che domani potremmo trovarci di fronte delle difficoltà. Servirà sacrificio. All’andata fu una gara complicata. La Palmese ha una difesa forte, sono molto organizzati”.

Cornacchini è poi tornato a parlare di come la sua squadra è riuscita a reagire dopo la sconfitta di Torre del Greco. “Nell’arco di un campionato ci sono naturali momenti di flessione. Possono esserci difficoltà reali e momenti in cui bisogna limitare i danni. Tutte le squadre danno il massimo contro di noi. Bisogna avere sempre la massima attenzione e concentrazione. Arrivati a questo punto della stagione la Turris non ha nulla da perdere. Inoltre sono una buona squadra. Allenare e vincere qui è molto più difficile. Io mi ritengo fortunato di allenare calciatori così forti, soprattutto a livello qualitativo. Anche ad Ancona avevo a disposizione una rosa molto competitiva”.

Il tecnico ha parlato anche di Brienza che da pochi giorni ha compiuto quarant’anni. “Lo dico sempre. Brienza ha qualità importantissime. La cosa non da tutti è che a quarant’anni anni si allena e gioca ancora con grande intensità”.

Tutto su Micol Tortora