giovedì , 29 Ottobre 2020
Home » Bari Calcio » Cornacchini: “Ogni volta è un primo vero esame”

Cornacchini: “Ogni volta è un primo vero esame”

“La cosa che non deve mai mancare – ha aggiunto il tecnico – è la mentalità”

Questa mattina  alle 10 il Bari di Cornacchini è partito per la Sicilia dove nel pomeriggio nel ritiro di Catania ha sostenuto l’allenamento di rifinitura in vista della partita di domani pomeriggio contro l’Acireale. Prima della partenza ha parlato in conferenza stampa il tecnico biancorosso il quale ha parlato proprio di questa trasferta in terra siciliana. “Ogni volta per noi è un primo vero esame in questa categoria perché le variabili sono tante e ti portano a doverti adattare di volta in volta scegliendo soluzioni diverse in base alla situazione. Importante è una cosa. L’unica cosa che non deve mai cambiare è la mentalità. Dobbiamo essere consapevoli della nostra forza, ma sempre umili e non sottovalutare mai i nostri avversari”.

A questo punto il tecnico ha parlato di modulo. “I moduli contano relativamente perché in partita li adatti in base a quello che succede in campo. Quello adottato nell’ultima gara credo che possa essere un modulo valido sia per quanto riguarda le gare interne sia in campi più piccoli. La differenza, come dico sempre, la fanno l’approccio e la giusta mentalità”.

Fino a questo momento Cornacchini ha sempre messo in capoo otto giocatori fissi tra i quali Feola. Ecco come ha spiegato la questione. “Non sono d’accordo. Credo che Feola abbia giocato molto bene su un campo complicato come quello di Marsala. È un giocatore molto affidabile, con grandi margini di miglioramento e che credo possa dare molto alla squadra”.

Si è parlato anche delle prossime gare di campionato che attendono il Bari prima della gara contro la Nocerina, squadra costruita per fare il salto di livello. “Non mi interessa guardare così lontano. Per come sono fatto guardo sempre una partita per volta perché mi interessa guardare i progressi che la squadra fa di partita in partita. Domenica contro il Locri credo si sia fatto un bel salto in avanti. Ora dobbiamo farlo anche fuori casa. Le squadre sono tutte temibili, ripeto tutte. Ciò che dobbiamo fare, oltre a lavorare con grande intensità in settimana, è non avere cali di tensione”.

E sulla formazione si è espresso così. “Qui è facile scegliere i giocatori. Hai davvero l’imbarazzo della scelta e questo ti consente di poter adattare l’assetto anche in base alle diverse condizioni che incontri, soprattutto fuori casa”.

Cornacchini è ancora incerto se schierare in attacco Pozzebon o Simeri. “In settimana abbiamo provato diverse soluzioni e ne proveremo ancora molte altre. Cerco di dare un’occasione a tutti per poterla sfruttare al meglio. Mi sembra che le cose stiano andando bene. Simone e Demiro sono forti e credo possano giocare anche insieme. Resta il fatto che parliamo di una squadra forte, quindi qualsiasi scelta io possa fare posso contare sulla qualità dei miei ragazzi”.

Tutto su Micol Tortora