giovedì , 3 Dicembre 2020
Home » Bari Calcio » Cornacchini: “Sarà dura”

Cornacchini: “Sarà dura”

“Troveremo – ha detto il mister – un ambiente caldo”

 

Vigilia di Gela – Bari, gara che come tutti sanno, si giocherà a porte chiuse. Nella consueta conferenza stampa pre – partita Cornacchini non nasconde le difficoltà di questa partita. “Contro il Gela sarà dura come tutte le partite. Troveremo un ambiente parecchio caldo per cui dovremo essere attenti a non concedere niente. Sono sicuro che avremo delle occasioni e dovremo essere bravi a sfruttarle subito”.

Il tecnico biancorosso ha parlato anche del tecnico del Gela, figlio di Zeman. “Condivido tutto. Mi sembra che i risultati gli stiano dando ragione. Ha una filosofia un po’ diversa dalla mia, però la sua idea di calcio è propositiva. Cura molto la fase di possesso palla e questo inevitabilmente lo porta ad avere un gioco divertente. Credo stia facendo bene”.

Domani la partita si giocherà a porte chiuse. Ecco a tal proosito il pensiero del mister. “È davvero un peccato che non ci siano i tifosi perché giocare con il pubblico ti dà sempre una marcia in più, è più piacevole e più stimolante. Sarà un vero peccato non avere con noi il nostro pubblico il quale ci supporta sempre e con numeri incredibili”.

Cornacchini si è soffermato anche sul fatto che in settimana non si sapeva ancora dove giocare. “Non sapere fino all’ultimo dove si sarebbe giocato non è stato piacevole, ma abbiamo pensato solo a lavorare. Dobbiamo essere più forti dei condizionamenti esterni, essere sereni e concentrati come fosse una finale. Questo è lo spirito con cui dobbiamo affrontare ogni partita. Non mi stancherò mai di dirlo, conta l’approccio, con quel pizzico di rabbia e l’attenzione per sbagliare il meno possibile. La filosofia è quella di giocarla sempre, anche in maniera spregiudicata, forte. Noi abbiamo lavorato per poterci difendere e creare a loro anche delle difficoltà, ma non penso assolutamente che giocheranno in maniera abbottonata. Del gioco di Zeman junior ho già detto, è propositivo e divertente. Non penso si chiuderanno”.

Il tecnico ha parlato anche di Bollino, fino ad ora poco utilizzato. “Non c’è nessun problema a parte il momento. Sta lavorando molto bene e questa è la cosa importante. So che quando gli chiederò di entrare in campo sarà pronto”.

Non solo Bollino. Si è parlato anche di Brienza. “Vedremo se lo utilizzerò su un campo sintetico. Ci sono molte variabili e devo fare delle valutazioni non solo su Ciccio, ma su tutti. Cercherò di trovare la soluzione migliore per fare il risultato. Troveremo un ambiente molto caldo e penso che questa partita sarà molto diversa dalle altre. Le valutazioni da fare sono tante e molto differenti fra loro”.

Sicuramente quella tra Gela e Bari sarà una partita probabilmente ricca di goal. “Se ci saranno molti goal? Non riesco a prevederlo, ma me lo auguro per noi. Sarà una partita complicata e senza pubblico non è mai facile. Mi auguro che ci siano molti goal, da parte nostra”.

Il tecnico si è soffermato anche su Alma, capocannoniere del campionato. “Ho visto solo dei filmati, lo conosco poco. Certo è che i numeri non mentono, ma al momento non credo possa esserci un interesse da parte nostra”.

E sulla formazione ha detto. ” È una settimana che penso ad alcune soluzioni. Oggi in rifinitura ho avuto ancora un po’ di tempo per provarle e metterle in bolla. Sceglierò la soluzione migliore. Per quanto riguarda i ballottaggi ci sono per tutti. Dico sempre che ho la fortuna di avere un gruppo di giocatori validi, per cui valuto la condizione. Chi è più pronto e mi dà più certezze gioca. Non è una problema Pozzebon o Simeri, ma è la normalità quando hai a disposizione tanti giocatori. Devi valutare tante cose e devi farlo bene”.

Tutto su Micol Tortora