giovedì , 26 Maggio 2022
Home » Bari Calcio » “Credo che sia una sconfitta di tutti”
Vinella

“Credo che sia una sconfitta di tutti”

Nella conferenza stampa di oggi l’Amministratore unico del Bari, Francesco Vinella, ha voluto salutare i giornalisti spiegando il motivo del default biancorosso

 

“Ho tentato fino alla fine di evitare il fallimento del Bari. Ho provato in tutti i modi. Poi ho visto che non c’erano più i presupposti e alla fine ho dovuto prendere questa decisione che era in mio dovere prendere” Sono state queste, in sintesi, le dichiarazioni rilasciate questa mattina in conferenza stampa dall’Amministratore unico del club, il dottor Vinella, dopo che venerdì scorso i libri sono stati portati in Tribunale per decretare il fallimento del club biancorosso.

 

Il dottor Vinella ha spiegato il motivo per il quale il club è andato in default. “Il calcio scommesse è stato l’inizio della fine e ha provocato danni per settanta milioni di euro. Il calcio scommesse ha generato la retrocessione ed un ammanco di venti milioni di euro di diritti televisivi che avremmo avuto in serie A. Barreto ed Almiron sono stati ceduti non a prezzi di mercato”.

 

L’ex Amministratore unico ha poi voluto salutare e ringraziare tutti i dirigenti, i collaboratori, i giornalisti e tutti coloro che fino ad oggi sono stati vicini alla società. “Ho sempre svolto il mio mandato sempre e solo nell’interesse dell’Associazione Sportiva Bari S.p.A. egregiamente, coadiuvato dall’intero management della stessa e dall’intero staff societario, nessuno escluso, che ringrazio”.

 

Il dottor Vinella non ha nascosto il fatto di aver pianto quando sono stati inviati i libri in Tribunale dove ci sono riferimenti a potenziali acquirenti.

 

Intanto sempre nella giornata di oggi i curatori fallimentari, il dottor Marcello Danisi ed il professor Gianvito Giannelli si sono incontrati con l’Amministratore Unico, Francesco Vinella, il direttore sportivo Guido Angelozzi, il segretario generale Piero Doronzo, il collegio sindacale nella persona del professor Oreste Fornarelli per concordare il passaggio di consegne e prendere le decisioni più urgenti per assicurare il normale svolgimento dell’attività agonistica. Nel corso dell’incontro si sono valutate anche le attività propedeutiche all’indizione dell’asta. Hanno anche incontrato i tecnici Roberto Alberti e Nunzio Zavettieri e domani pomeriggio, prima della seduta di allenamento, incontreranno la squadra. Per quanto riguarda l’asta, se tutto procederà per il meglio, tra la fine di aprile, inizi di maggio, il titolo andrà all’asta.

 

Di Micol Tortora 

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.