giovedì , 9 Dicembre 2021
Home » Bari Calcio » De Laurentiis: “Quest’anno siamo ancora più concentrati e motivati”

De Laurentiis: “Quest’anno siamo ancora più concentrati e motivati”

“Questo è un Bari – ha aggiunto il presidente – capace di indossare anche panni diversi”

 

Dopo la terza vittoria consecutiva, la seconda del ciclo importante prima della sosta natalizia, ha parlato oggi il presidente De Laurentiis che ha fatto un discorso in generale del momento attuale della sua “creatura”. Ecco il suo pensiero a tal riguardo. “Quest’anno siamo ancora più concentrati e motivati. Dopo la delusione dello scorso anno la nostra maggiore attenzione è dettata dalla voglia di vincere. Al momento c’è distacco dalla vetta, anche al netto della partita giocata in meno, ma questo ci fa affrontare ogni partita come se fosse una finale”.

Il patron del Bari non ci pensa affatto a fare un altro anno in serie C. “Non voglio assolutamente pensarci, sarebbe durissimo, anche a livello psicologico. Sarebbe davvero brutto”.

 

Rispetto allo scorso anno il Bari attuale è completamente diverso da quello dello scorso anno. De Laurentiis ha spiegato il perché. “Quello di quest’anno è un Bari diverso, con rispetto verso i protagonisti della scorsa stagione. E’un Bari capace di indossare anche panni diversi. Domenica, su un campo improponibile, la squadra ha lottato e strappato una vittoria importante. Su campi in queste condizioni si rischiano infortuni, ma la categoria è questa”.

 

Si è soffermato anche sul fatto che, fino ad ora, il Bari ha ricevuto da parte dei tifosi qualche critica. “Personalmente mi piacciono sia le critiche dopo i passi falsi che le sottolineature dei nostri calciatori. Questi sono segnali di un grande sentimento, da parte dei tifosi e da parte dei ragazzi. Tutti ci mettono cuore e senso di appartenenza. Questo è un qualcosa di bello e positivo”.

 

Il presidente sta soffrendo tanto la mancanza dei tifosi biancorossi allo stadio, considerati il dodicesimo uomo in campo. “Quello che mi manca tantissimo è il pubblico. Se dovessi chiedere qualcosa per il Natale chiederei di riavere presto il calore umano e il tifo dei nostri tifosi. Vedere le partite così è davvero difficile. Ricevere oltre quattromila e duecento rinunce di rimborso è un segnale d’amore fortissimo. Sono gesti fantastici, un qualcosa che ci da ancora più energia. Questi non sono momenti facili per nessuno, grande rispetto per questo. Ripeto, da parte dei tifosi è stato un segnale stupendo, importante per la squadra e per lo staff. Questo è un qualcosa che ci spinge a far sempre meglio”.

 

De Laurentiis ha parlato anche delle perdite che la società sta subendo a causa di queste chiusure degli stadi ai tifosi. “Solo per quanto riguarda il pubblico siamo sopra ai due milioni di euro, un dato davvero importante. Quello della serie C è un campionato che non permette di rientrare negli investimenti anche in una piazza importante come quella di Bari. E’ un momento molto complicato. Detto questo, il mondo dell’imprenditoria locale sta rispondendo in maniera maiuscola. Ho avuto la fortuna di incontrare imprenditori per bene e aziende sane, anche nella vicinanza dimostrata. Non posso che ringraziarli tutti in maniera molto sentita, anche chi è arrivato in corso. Questi sono  segnali importanti”.

 

Il patron pensa positivo anche il dopo – Covid. “Vedo una grande ripartenza all’insegna di una voglia di forte libertà. Si vivrà molto all’aperto, con molta attenzione nei primi momenti post –  pandemia. Il mio augurio è che il vaccino che sta per arrivare possa risolvere presto il tutto”.

 

E sul possibile contratto con Sky ha detto. “Per quanto riguarda il capitolo trasmissione televisiva delle partite, la palla ora passa alla Lega. E’ passato un altro mese e non ci sono stati aggiornamenti sul possibile accordo con Sky per il campionato di serie C”.

 

Il presidente ha avuto anche un pensiero per Minelli che, dopo aver superato il Covid, si è dovuto fermare a causa di un problema cardiaco. “Vorrei mandare un grande abbraccio al nostro Alessandro Minelli, gli siamo tutti vicini e non vediamo l’ora di rivederlo presto in campo. Alessandro è un bravo ragazzo e difensore di valore. Gli auguriamo tutto il meglio. Voglio inoltre mandare un saluto di vicinanza al Presidente Caiata del Potenza ieri aggredito all’uscita dello stadio. Vicinanza e sostegno. Questi sono atti che uccidono questo sport. Davvero un duro colpo”.

 

( Foto: SSC Bari )

Tutto su Micol Tortora