giovedì , 22 Ottobre 2020
Home » Bari Calcio » Dopo il Cesena è toccato al Livorno

Dopo il Cesena è toccato al Livorno

Seconda vittoria consecutiva dei biancorossi grazie alla rete di Maniero al 43′ della ripresa. Il Bari ora è secondo insieme al Crotone

Il primo tempo tra il Bari e il Livorno è stato davvero scoppiettante visto che entrambe le squadre hanno dato spettacolo perché hanno giocato a calcio. Le occasioni migliori per passare in vantaggio, però, le ha avute la squadra di casa che ha colpito anche due pali, il primo con un cross di Valiani e il secondo con un colpo di testa di Maniero. Al contrario il Livorno non ha impensierito più di tanto la difesa e l’estremo difensore biancorosso. Il primo tempo di e’ chiuso con i ragazzi di Nicola in attacco e se fossero passati in vantaggio non avrebbero rubato assolutamente nulla. Nella ripresa la storia non cambia. I biancorossi hanno continuato ad attaccare con raziocinio e dopo aver preso l’ennesimo palo con De Luca si sono finalmente portati in vantaggio con Maniero servito da Valiani. Dopo il goal ci si attendeva la reazione rabbiosa degli ospiti che non è arrivata. Con questa vittoria il Bari rimane nelle zone alte della classifica.

 

MARCATORI: Maniero

LE FORMAZIONI:

BARI ( 4 – 3 – 3): Guarna, Sabelli, Contini, Rada, Gemiti, Porcari, Gentsoglou, Valiani, Rosina, Maniero, De Luca. A disposizione: Micai, Romizi, Donati, Di Noia, Boateng, Puscas, Di Cesare, Tonucci, Petropoulos. All: Nicola.

LIVORNO ( 4 – 3 – 3 ): Pinsoglio, Moscati, Ceccherini, Vergara, Lambrughi, Luci, Schiavone, Cazzola, Jenelic, Vantaggiato, Fedato. A disposizione: Ricci, Gonnelli, Gasbarro, Comi, Calabresi, Biagianti, Palazzi, Bunino, Pasquato. All: Panucci.

ARBITRO: Pairetto di Nichelino.

NOTE: Spettatori: 24289 per un incasso di 158.852,52 €. Ammoniti: Vergara, Jelenic, Pinsoglio, Espulsi: Vergara. Angoli: 6 – 5 per il Livorno. Recupero tempo: pt ; st 3′.

LA CRONACA:

Al 4′ l’arbitro ammonisce Vergara per fallo su Rosina.

Al 6′ occasione per il Livorno con Vergara che da buona posizione spara alto su calcio d’angolo di Schiavone. Al 16′ due occasioni per il Bari entrambe con De Luca. Nella prima dopo essersi liberato bene in area non controlla il pallone; nella seconda gran tiro di destro a giro con palla che termina di poco a lato sulla sinistra di Pinsoglio. Al 20′ gran tiro dalla distanza di Fedato alzato in angolo da Guarna. Al 25′ ammonito Jelenic per fallo su Valiani. Al 28′ tiro di Fedato di poco a lato sulla destra dell’estremo difensore biancorosso. Al 35′ bell’azione Valiani – De Luca che tira di destro e il portiere ospite manda la palla in angolo. Al 40′ cross dalla destra di Valiani che colpisce il palo sulla destra del portiere. Al 41′ altro palo per il Bari su un colpo di testa di Maniero su calcio d’angolo. Al 42′ gran botta da fuori area dì Gentsoglou che esce di poco sulla destra di Pinsoglio.

Nella ripresa al 6′ tiro da fuori di De Luca, parato. Al 12′ mischia in area barese su calcio d’angolo dalla quale spunta un piede che calcia e palla fuori di poco. Al 14′ dopo un batti e ribatti in are del Livorno, De Luca prende l’ennesimo palo. Al 16′ Pairetto ammonisce Pinsoglio per perdita di tempo. Al 18′ l’arbitro manda anzitempo negli spogliatoi Vergara per fallo su Maniero. Al 20′ mister Panucci manda in campo Calabresi al posto di Fedato. Al 23′ Pairetto ammonisce Gentsoglou per fallo su Cazzola. Al 26′ Nicola manda in campo Boateng al posto di Porcari. Al 27′ l’arbitro ammonisce Gemiti per proteste. Al 30′ il Bari poteva passare in vantaggio con De Luca ma il giocatore è stato anticipato in angolo proprio all’ultimo momento. Al 32′ Pairetto espelle Gentsoglou per fallo su Jelenic. Al 35′ cross dalla destra di Sabelli, colpo di testa di Boateng parato d’istinto da Pinsoglio. Al 40′ il Livorno sostituisce Jelenic con Biagianti. Al 42′ il Bari si porta meritatamente in vantaggio con un destro di Maniero servito con un cross basso da Valiani. Al 44′ Nicola manda in campo Romizi al posto di Rosina e Di Noia al posto di De Luca. Il Livorno manda in campo Comi al posto di Cazzola.

90′:

Nicola: “Siamo contenti della partita che abbiamo fatto. L’anno scorso non abbiamo fatto una bella figura a Livorno, merito del Livorno. Oggi abbiamo fatto una buonissima figura al cospetto di una squadra capace, molto forte e che dirà la sua fino alla fine. L’impressione che ho avuto dal campo è quella di una squadra quadrata, ben messa in campo che ha dei giocatori che ti possono fare male in qualsiasi momento. Oggi, rispetto a Cesena, abbiamo unito la capacità di giocare in velocità con delle buone manovre e a una mole di occasioni importanti. Dispiace che la partita sia terminata solo con un goal, potevano farlo anche loro, potevamo farne di più noi. Ci sono partite come questa che non riesci neanche a sbloccarle e quindi a vincerle. Questo non avrebbe cambiato la mia impressione sull’ottima partita che abbiamo fatto. Cosa è cambiato nella nostra preparazione atletica? La preparazione di un giocatore perché sia specifica significa che deve rispettare gli impegni che ha un giocatore. Ci sono quarantadue più quattro eventuali partite a seconda degli obiettivi di ogni squadra. Su cinquanta partite all’anno credo che la metodologia di allenamento sia cambiata fortemente in questi tempi per cui non si può prevedere dei picchi di resa. Devi cercare di limitare i picchi tra alti e bassi e fare una specie di linea ondulata che non abbia ne dei picchi eccessivi, ne dei ribassi eccessivi. Solo così puoi arrivare ad avere le forze giuste. Poi bisognerà vedere quanto sia la tua capacità di mantenere un ritmo omogeneo quanto sia invece quella della squadra avversaria che magari esprime di più nel primo tempo e meglio nel secondo. Ci sono un po’ di dati da questo punto di vista da analizzare per essere specifici. Io non li cerco i picchi grezzi perché non servono nel nostro sport”.

Panucci: “Io ho giocato a calcio venticinque anni e ho sempre avuto grande rispetto per gli arbitri. Da quando sono allenatore credo sempre di essermi comportato con grande rispetto nei confronti degli arbitri, ma oggi ho avuto una brutta sensazione fin dall’inizio. Devo dire che Maniero ha fatto un grandissimo goal e per questo gli vanno fatti i complimenti. L’azione dell’espulsione, la gestione del goal annullato a Vantaggiato, la gestione dei minuti finali dove ci sono state quattro sostituzioni dove si sono persi tre minuti, dal 42′ siamo arrivati al 44′ e 50 e l’arbitro ha dato tre minuti di recupero. Questo non vuol dire niente, però oggi me ne vado via con grande amarezza perché ho visto delle cose che non mi sono assolutamente piaciute e devo dire che Nicola ha ragione quando dice che non deve parlare degli arbitri. Ha veramente ragione, fa bene a non parlare degli arbitri. Oggi il Bari ha avuto un paio di situazioni dove poteva fare goal. Nel primo tempo la partita l’abbiamo sempre gestita noi perché loro si sono messi nella loro metà campo e poi sono ripartiti. Nel secondo tempo ci sono state un paio di situazioni dove il Bari poteva assolutamente andare in vantaggio. Noi ci siamo difesi, ci siamo un po’ abbassati ma siamo andati in attacco anche con dieci contro undici per cui devo dire che fondamentalmente è stata una partita equilibrata. Forse ai punti l’avrebbe vinta il Bari”.

 

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.