giovedì , 1 Ottobre 2020
Home » Bari Calcio » È Simeri l’uomo della provvidenza

È Simeri l’uomo della provvidenza

È stato l’attaccante biancorosso al 35’ della ripresa dopo il vantaggio di Di Cesare e il pareggio di Di Prisco nel primo tempo, a regalare al Bari una vittoria importante in chiave promozione

 

Più Portici che Bari nel corso dei primi quarantacinque minuti di gioco. I biancorossi si sono visti al 24’ quando Di Cesare ha portato in vantaggio il Bari dopo una spizzata di Simeri. Dopo il vantaggio dei padroni di casa il Portici ha pareggiato con un gran sinistro di Di Prisco che si è infilato sotto la traversa. Palla impossibile da poter essere parata da Marfella. Dopo il pareggio è stata ancora la squadra ospite a farsi pericolosa dopo dieci minuti con un tiro a volo di Improta su cross di Onda respinto in angolo.

 

Nella ripresa il Bari si è visto al 13’ con un tiro di Piovanello respinto in angolo e al 15’ con un gran colpo di testa di Di Cesare respinto molto bene da Marone. Quando meno te lo aspetti il Bari al 35’ si porta in vantaggio con un gran colpo di testa di Simeri su perfetto cross dalla sinistra di Quagliata. Purtroppo questa vittoria non è riuscita a consacrare matematicamente il passaggio dei biancorossi in serie C vista anche la vittoria della Turris. Ora si aspetta che la squadra di Cornacchini possa trovare il matematico passaggio giovedì pomeriggio a Troina nell’anticipo di campionato pre – Pasqua.

 

 

Bari ( 4 – 3 – 3 ): Marfella, Turi, Di Cesare, Mattera, Quagliata, Hamlili, Bolzoni, Piovanello, Floriano, Simeri, Neglia. A disposizione: Bellussi, Cacioli, Bianchi, Iadaresta, Feola, Nannini, Liguori, Aloisi, Langella. All: Cornacchini

 

 

Portici ( 4 – 3 – 1 – 2 ): Marone, Panico, Boussaada, Sall, Cretella, Di Prisco, Atteo, Nappo, Onda, Improta, Carrafiello. A disposizione: Antico, Sgambati, Salimbe’, Romano, Imbimbo, Marzano, Felleca, D’Angelo, Coratella. All: Chianese

 

Spettatori: 9000 circa. Ammoniti: Nappo, Boussaada, Cretella, Di Cesare. Espulsi: nessuno. Angoli: 4 – 4. Recupero tempo: p.t. 1’; s.t. 5’

 

 

ARBITRO: Baldelli di Reggio Emilia

 

 

MARCATORI: p.t. 24’ Di Cesare; 30’ Di Prisco; s.t. 35’ Simeri

 

 

LA CRONACA:

All’8’ punizione di Sall da una trentina di metri, parato da Marfella. Al 17’ cross dalla sinistra di Hamlili per Simeri che con una bella torsione manda di poco alta la palla sulla traversa. Al 24’ ancora un cross di Hamlili per Floriano che manda alto da buona posizione. Al 24’ il Bari passa in vantaggio. Spizzata di Simeri per Di Cesare che batte Marone. Al 30’ il Portici perviene al pareggio. Di Prisco con un tiro molto forte di sinistro manda la palla sotto la traversa. Al 40’ cross di Onda per Improta che tira a volo. Il tiro viene deviato in angolo. Al 42’ ammonito Nappo per fallo su Di Cesare.

 

Nella ripresa, al 1’, dentro Coratella fuori Carrafiello. Al 2’ ammonito Boussaada per fallo su Floriano. Al 13’ tiro di Piovanello di sinistro respinto in angolo. Al 15’ gran colpo di testa di Di Cesare respinto altrettanto bene dall’estremo difensore ospite. Al 25’ dentro Iadaresta, fuori Bolzoni. Al 28’ dentro Marzano, fuori Nappo. Al 29’ dentro Langella, fuori Piovanello. Al 30’ ammonito Cretella per fallo su Simeri. Al 32’ tiro di Onda parato da Marfella. Al 33’ dentro Felleca, fuori Onda. Al 35’ il Bari si porta in vantaggio. Cross dalla sinistra di Quagliata e gran colpo di testa di Simeri che mette dentro. Al 38’ dentro Nannini, fuori Floriano. Al 40’ dentro Marzano, fuori Atteo. Al 44’ dentro Cacioli, fuori Turi. Al 46’ colpo di testa di Improta e parata centrale di Marfella. Al 47’ ammonito Di Cesare.

 

90’:

De Laurentiis: “Mi aspettavo un campionato meno difficile. Questo che si sta per chiudere è stato un torneo importante e complicato. La mia famiglia respira calcio da quindici anni. Quello che volevo capire quest’anno era come girava il mondo del pallone a Bari. Nella prossima stagione sapremo già come organizzarci meglio. È bello vedere il Bari primo in classifica dall’inizio del campionato. In questo momento stiamo soffrendo in tutte le partite. Le squadre che vengono a Bari hanno tanta visibilità e si giocano il tutto per tutto. Anche davanti ad un arbitraggio difficile i giocatori sono rimasti concentrati, sono contento. Per quanto riguarda invece la prossima stagione  posso dire che ai primi di maggio inizieremo a mettere su un piano strategico per un campionato che sarà senza dubbio più difficile”.

Tutto su Micol Tortora