martedì , 27 Ottobre 2020
Home » Bari Calcio » Guarna: “Ascoli? Una gara diversa dalle altre”

Guarna: “Ascoli? Una gara diversa dalle altre”

Per il portiere biancorosso quella di sabato non sarà una partita come tutte le altre visto che il numero uno calcisticamente è nato proprio li

Quella di sabato contro l’Ascoli per Enrico Guarna sarà una gara diversa dalle altre visto che il portiere biancorosso è stato adottato calcisticamente proprio dal club bianconero. Ecco le sue dichiarazioni oggi in conferenza stampa. “Contro l’Ascoli non sarà una partita come tutte le altre per me. Mi hanno adottato calcisticamente a diciasette anni e sono andato via dieci anni dopo. Ho giocato oltre cento cinquanta partite con loro, ci abito, mia moglie è ascolana e li sono nate le mie due figlie. E’ chiaro che le emozioni non si possono nascondere. Questo però non mi frena nell’essere professionista e cercare di aiutare il Bari nel vincere la partita per continuare questo periodo positivo. Non è la prima volta che incontro l’Ascoli da avversario, con lo Spezia vincemmo 4 – 3”.

Il portiere del B ari poi ha ricordato com’è iniziata la sua carriera da portiere. “In porta all’Ascoli c’era un certo Taibi, s’infortunò alla mano e sfruttai quell’occasione. Lo stesso Taibi mi diede la forza di finire l’anno”.

Guarna ha anche parlato del momento positivo della squadra e di alcune critiche che gli sono state fatte. “Ascolto il giudizio degli altri come è giusto che sia però poi lascio che parlino i numeri. Nel calcio sono tutti allenatori ed è anche il bello di questo sport. Da ragazzino ero molto più spregiudicato anche nel pensiero . Con il crescere sono diventato più attento. Si dice che noi portieri siamo dei pazzi per come sopportiamo la pressione dopo un errore e riusciamo a resettare tutto durante una partita per non sbagliare. Alla fine siamo giocatori “soli” nonostante apparteniamo ad una squadra”.

Sabato i biancorossi affronteranno una squadra con tre ex, Mangia, Bellomo e Caturano. Ecco cosa ha detto in merito il portiere del Bari. “Non pensiamo di affrontare la penultima in classifica altrimenti commettiamo i soliti errori. Dobbiamo fare la giusta prestazione per arrivare alla vittoria e continuare il nostro cammino. Degli altri poco ci deve importare. Mangia? Ho accettato le sue scelte quando era qui a Bari e vi garantisco che non ho nessun rancore”.

 

 

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.