giovedì , 26 Maggio 2022
Home » Bari Calcio » Il Bari beffato da un ex

Il Bari beffato da un ex

E’ stato Sodinha con un gran diagonale di sinistro al 46° della ripresa a regalare tre punti importanti al Brescia
Il Bari torna dal “Rigamonti” di Brescia con una sconfitta per 2 – 1 immeritata. La squadra di mister Nicola ha subito preso le redini del gioco fin dal primo minuto. Rispetto alla gara vinta sabato scorso contro il Latina la squadra biancorossa è migliorata ancora per quanto riguarda il gioco. Dopo aver quasi dominato per tutto il primo tempo al 42° il Bari passa in svantaggio con una rete realizzata da Di Cesare. La ripresa è incominciata in salita per i ragazzi di mister Nicola. Al 22° il bari raggiunge il pareggio con un tiro di rapina di capitan Caputo dopo un colpo di testa di Camporese il quale un minuto prima sempre in occasione di un angolo calciato da galano era andato vicinissimo alla rete del pareggio con un colpo di testa respinto da Arcari sulla linea. Dopo aver raggiunto il pareggio i biancorossi hanno anche cercato di vincere la partita, ma proprio quando il Bari stava spingendo di più, al 46° è arrivata la rete della beffa dell’ex Sodinha con un gran tiro di sinistro che si è andata ad infilare nel set alla sinistra di Donnarumma che non ha potuto fare nulla. Peccato per questa sconfitta che il Bari non meritava affatto. Ora tra quattro giorni i biancorossi scenderanno nuovamente in campo per l’ultima gara di campionato prima della pausa di gennaio. Si spera contro lo Spezia dell’ex direttore sportivo del Bari, Guido Angelozzi, che i biancorossi possano dare ai tifosi di casa una bella gioia.
LE FORMAZIONI:

BRESCIA ( 4 – 3 – 2 – 1 ): Arcari; Zambelli; Di Cesare; Antonio Caracciolo; Benal; H’Maidat; Scaglia; Morosini; Corvia; Andrea Caracciolo. A disposizione: Minelli; Lancini; Ragnoli; Sodinha; Bruno; Rizzola; Quaggiotto; Razzitti; Valotti. All: Javorcic.

BARI ( 3 – 4 – 1 – 2 ): Donnarumma; Camporese; Donati; Salviato; Sabelli; Minala; Romizi; Filippini; Sciaudone; De Luca; Caputo. A disposzione: Guarna; Ligi; Stevanovic; Gomelt; Galano; Partipilo; Stoian; Rozzi; Castrovilli. All: Nicola.
LA CRONACA:

All’8° conclusione di Sciaudone servito dalla destra da Romizi parata in due tempi dal portiere di casa. Al 10° semi rovesciata di destro di De Luca parato da Arcani. Al 12° punizione per il Bari. Cross di Salviato per De Luca che colpisce di testa ma la palla va alta di poco sulla traversa. Al 19° colpo di testa di Minala di poco a lato sulla destra del portiere. Al 27° gran tiro dalla distanza di Romizi respinto di tacco da Maidat. Al 30° l’arbitro ammonisce Morosini per fallo su Sciaudone. Dopo un minuto a finire ancora sul taccuino dell’arbitro è ancora un giocatore del Brescia, Maidat, per fallo su Caputo. Al 36° colpo di testa di Corvia servito da Caracciolo e bella parata di Donnarumma. Al 40° dentro Quaggiotto, fuori Coly per infortunio. Al 42 il Brescia si porta in vantaggio con un piatto di Di Cesare. Al 45 gran parata di Arcari su un bel colpo di testa di Caputo.

Nella ripresa mister Nicola manda in campo al 17° Galano al posto di De Luca. Al 18° seconda sostituzione per il Brescia. Dentro Valotti, fuori l’ex giocatore del Lecce,Corvia. Al 21° Barivicinissimo al vantaggio con un colpo di testa di Camporese respinto sulla linea dal portiere di casa. Al 22° i biancorossi raggiungono il pareggio- Angolo di Galano, colpo di testa di Camporese, arriva Caputo che mette la palla alle spalle di Arcari. Al 27° l’arbitro ammonisce Romizi per un fallo su un giocatore brescaino. Al 32° ultimo cambio per il Brescia. Dentro Sodinha, fuori Morosini. Al 34° l’arbitro ammonisce Sodinha per fallo su sabelli. Seconda sostituzione per il Bari. Dentro Gomelt, fuori Sciaudone. Al 42° tiro con poca forza di Caputo parato dal portiere. Al 46° il Brescia si porta in vantaggio con un gran sinistro di Sodinha che si è insaccato nel set sulla sinistra di Donnarumma. Al 47° dentro Rozzi, fuori Romizi.

90°:

Nicola: “Oggi dovevamo commentare un pareggio. Ci tocca commentare una vittoria e c’è poco da commentare. Sull’occasione della prima rete su palla inattiva abbiamo perso la tensione nelle marcature ad uomo. La tensione deve essere mantenuta anche dopo che la palla è partita. E’ la situazione che mi interessa. Secondo me non siamo ancora consapevoli che in questo campionato un episodio può fare la differenza. La partita è finita, vogliamo che finisca così perché non ci sono più i presupposti per poterla vincerla e perderla da fastidio perché anche se è vero che non abbiamo calciato la palla e non ci siamo resi conto che la partita era finita, ci sarà da lavorare. La scelta di mettere in campo Galano al posto di De Luca? Per pareggiare la partita avevo bisogno di un giocatore che lalavorasse con Caputo senza perdere gli equilibri. Ragioniamo da squadra. Nell’ultima parte di gara dovevi cercare di rischiare il tutto per tutto. Ad oggi, per quello che è la nostra espressione di calcio, conta soprattutto l’equilibrio per mentalità e per creare calcio”.

Paparesta: “Dispiace perdere così perché era una partita importante anche per dare continuità di risultati. Alla squadra non si può rimproverare il fatto di non aver giocato; ha giocato, ha avuto diverse occasioni anche sull’ 1 – 1 dove poteva portarsi sul 2 – 1. Dispiace ma eravano consapevoli che questa sarebbe stata una trasferta difficile. Non tutti i problemi si risolvono subito. Il lavoro che aspetta Nicola è ancora lungo e duro. In questi momenti bisogna capire quali sono gli errori commessi e soprattutto cercare che questi errori non si ripetano perché, a volte poi, sono frutto di episodi e di leggerezze. Se la palla fosse andata in fallo laterale probabilmente lfiniva li quell’azione. Dispiace aver perso perché il pareggio avrebbe aiutato molto anche nel morale. Siamo consapevoli che c’è un lavoro da fare che è lungo con gli innesti che dovranno essere inseriti. Mi dispiace per i tanti tifosi per i quali il Natale poteva essere un pò più dolce. Pensiamo già a domenica prossima . Dispiace per quei tifosi presenti qui oggi e per quei tifosi che sono rimasti a casa perché festeggiare il Natale con una vittoria sarebbe stato bello per tutti i tifosi ed anche per noi che stiamo qui”.
Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.