giovedì , 26 Maggio 2022
Home » Bari Calcio » Il Bari delude ancora

Il Bari delude ancora

Contro l’Entella la squadra di Nicola non va oltre uno scialbo 0 – 0. A fine gara una bordata di fischi accompagna l’ingresso negli spogliatoi dei giocatori biancorossi

Primo tempo da dimenticare per il Bari. Dopo la sconfitta rimediata contro la Ternana si aspettava un pronto riscatto dei giocatori biancorossi contro l’Entella ed invece nei primi quaranta cinque minuti la partita è stata fatta dagli ospiti. Unico tiro in porta da parte dei ragazzi di Nicola è arrivato allo scadere con un tiro da fuori area di Rosina. Per quanto riguarda invece la compagine di Aglietti si sono fatti vedere in attacco con Masucci Costa Ferreira chiamando alla parata Guarna. Al termine della prima parte di gara i biancorossi sono andati negli spogliatoi subissati dai fischi. Nella ripresa la situazione non è cambiata. L’Entella ha continuato a fare la partita è il Bari a guardare fino al 30′ quando l’arbitro manda anzitempo negli spogliatoi Keita per un fallo su De Luca. Da quel momento i biancorossi hanno incominciato a spingere sull’accelleratore senza però mai impensierire il portiere ospite che è stato chiamato al 48′ ad una bella parata su gran tiro dalla distanza di Rosina. Dopo la brutta prestazione di Terni ancora un’altra prova incolore per la squadra di Nicola che rimane al settimo posto con quindici punti in classifica. Un po’ troppo poco per una squadra che quest’anno è partita per vincere.

MARCATORI:

LE FORMAZIONI:

BARI ( 4 – 3 – 3 ): Guarna; Sabelli; Di Cesare; Contini; Del Grosso; Romizi, Porcari, Valiani; Rosina, Maniero, De Luca. A disposizione: Micai, Donati, Di Noia, Boateng, Puscas, Sansone, Rada,nDefendi, Donkor. All: Nicola.

VIRTUS ENTELLA ( 4 – 3 – 1 – 2 ): Iacobucci, Belli, Ceccarelli, Pellizzer, Keita; Staiti; Palermo; Volpe; Costa Ferreira; Masucci, Caputo. A disposizione Paroni, Gerli,mTroiano, Cutolo, Zanon, Fazzi, Sini, Sforzini, Petkovic. All: Aglietti.

ARBITRO: Saia di Palermo.

NOTE: Spettatori: 16.704 per un incasso di 86.179,22. Ammoniti: Porcari, Iacobucci, Romizi, Keita, Palermo, Contini, Espulsi: Keita. Angoli: 6 – 4 per il Bari. Recupero tempo: pt 2′; st 3′.

LA CRONACA:

Al 19′ occasione da rete con Staiti che calcia di destro dall’interno dell’area di rigore con palla che finisce a lato sulla destra di Guarna. Al 25′ l’arbitro ammonisce Porcari per fallo su Masucci. Al 26′ Bari vicino al vantaggio con Maniero che servito da Romizi tutto solo in area è stato anticipato dal portiere ospite. Al 28′ ammonito Iacobucci per perdita di tempo. Al 29′ ammonito Romizi per gioco falloso. Al 37′ tiro di Masucci respinto col corpo da Di Cesare. Al 42′ l’Entella sostituisce Staiti infortunato con Fazzi. Al 46′ tiro di sinistro dalla distanza di Rosina con palla che termina di poco s lato sulla destra del portiere. Un minuto dopo tiro dalla distanza di destro di Costa Ferreira parato da Guarna.

Nella ripresa Nicola manda in campo Defendi al posto di Romizi. Al 4′ ammonito Keita per fallo su De Luca. Al 5′ cross dalla destra di Fazzi, tiro a volo di Ferreira di poco alto sulla traversa. Al 7′ tiro in diagonale di Caputo che termina di pochissimo al lato sulla destra di Guarna.

Al 9′ tiro di Fazzi servito da Caputo con palla alta sulla traversa. Al 12′ Nicola manda in campo Boateng al posto di De Luca. Al 13′ ammonito Palermo per fallo su Rosina. Al 18′ ammonito Contini per fallo su Masucci. Al 20′ tiro di Rosina di poco alto sul “sette”.

Al 23′ Aglietti manda in campo Cutolo al posto di Masucci. Al 30′ espulso Keita per fallo su De Luca. Sempre allo stesso minuto Nicola manda in campo Sansone al posto di Defendi infortunato. Al 32′ Aglietti manda in campo Zanon al posto di Palermo. Al 33′ Guarna manda in angolo un pallonetto di Cutolo. Al 40′ cross dalla destra di Sabelli, colpo di testa di Maniero che manda alto. Al 43′ Boateng da buona posizione spara alto. Al 48′ gran tiro dalla distanza di Rosina che Iacobucci alza in angolo.

90′:

Nicola: “Oggi non è stata una partita brillantissima come ce ne saranno delle altre e anche perché di fronte ci sono anche degli avversari. A Bari si pensa che si debba giocare sempre undici contro zero e invece in realtà ci sono degli avversari e avversari che sono tutti competitivi. Basta guardare la classifica generale. Da questo punto di vista credo che se nel primo tempo abbiamo fatto più fatica anche se c’è stato un episodio che poteva indirizzare la partita in maniera molto determinante per noi però quando fai alcune scelte anche culturali alla fine poi rischi di passare per fesso. Io continuo ad andare avanti per cui degli episodi non mi interessa. Quello che mi interessa è che nel secondo tempo abbiamo fatto meglio perché ci stavamo, dopo il malumore generale, ci stavamo correndo dietro quando io in realtà ho chiesto ai miei giocatori di non ascoltare niente e nessuno e di continuare a giocare, a far girare la palla perché loro erano veramente molto stretti nelle linee e diventava difficile entrare con penetrazioni centrali. Da questo punto di vista nel secondo tempo abbiamo avuto anche tre – quattro situazioni dove non siamo stati felicissimi nella conclusione e non vedere la porta fa parte del gioco. Io non incolpo mai un mio giocatore se mi sbaglia un tiro in porta anche perché in altre circostanze potrebbe non sbagliarle e quindi portarci i tre punti. Non capisco questo malumore anche se ho sempre detto che per me la gente è libera di esprimere la propria opinione e io non commento mai le opinioni degli altri perché la gente è libera di venire allo stadio, ma non credo che questo serva per far dare qualcosa in più ai miei giocatori. Io vedo che siamo quinti in classifica e abbiamo quindici punti. Quando l’anno scorso sono arrivato ne avevate sedici in quattordici partite. Non vedo la ragione di tutto questo malumore. Poi ognuno è libero di esprimere le proprie idee. Noi oggi volevamo l’intera posta in palio, ma stiamo andando avanti. Poi ci sono delle cose da migliorare”.

Aglietti: Per settanta minuti siamo stati padroni del campo. Oggi abbiamo fatto una buona prestazione. Peccato per com’è andata. Oggi sono solo rammaricato per il risultato. Il nostro obiettivo? Rimane quello della salvezza. Caputo? Sono molto soddisfatto di lui. Gli manca solo il goal. Il Bari? E’ un’ottima squadra e ha un ottimo allenatore. Non semplice allenare in una grande piazza. Bisogna dargli tempo. Il rosso a Keita ci ha condizionati nel finale. Siamo stati costretti a chiuderci un po’ ma ci siamo difesi con ordine. Peccato, oggi poteva essere il giorno per l’impresa, soprattutto nel primo tempo abbiamo avuto la possibilit di andare in vantaggio ma non siamo riusciti a concretizzare. Altre volte siamo arrivati fino al limite dell’area ma ci mancato l’ultimo passaggio. Non era facile preparare una partita con un avversario come il Bari.

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.