giovedì , 26 Maggio 2022
Home » Bari Calcio » Il Bari perde anche l’ultima del 2014

Il Bari perde anche l’ultima del 2014

Dopo la sconfitta rimediata sabato scorso a Brescia i biancorossi si sono purtroppo ripetuti anche in casa contro lo Spezia dell’ex ds Guido Angelozzi
Il bari chiude il 2014 con un’altra sconfitta. Dopo quella di Brescia i ragazzi di mister Nicola si sono ripetuti oggi in casa contro lo Spezia. davanti a diciasette mila spettatori la squadra biancorossa non meritava affatto un altro ko visto che durante tutta la gara i biancorossi hanno creato circa una decina di palle – goal, colpendo anche una traversa nella ripresa con Galano, non riuscendo a mettere alle spalle del portiere ospite neanche una di queste. Alla fine lo Spezia ne ha approfittato mettendo per ben tre volte la palla alle spalle di Donnarumma. A dire il vero la partita è stata giocata da entrambe le formazioni e dove, ai punti, avrebbe meritato di passare il Bari. A fine gara tutti i giocatori sono stati “salutati” dal pubblico da cori tipo “vergogna, vergogna” e da una bordata di fischi. Il 2014, insomma, si è chiuso in maniera negativa ed ora si aspetta il mercato di riparazione per dare un sorriso ai giocatori che rimarranno, all’allenatore e, soprattutto, ai tifosi delusi fino a questo momento dalla prestazione dei propri beniamini.

LE FORMAZIONI:

BARI ( 3 – 4 – 3 ): Donnarumma; Sabelli; Romizi; Donati; De Luca; Stevanovic; Minala; Contini; Caputo; Camporese; Defendi. A disposizione: Guarna; Salviato; Sciaudone; Galano; Ligi; Stoian; Gomelt; Calderoni; Rozzi. All: Nicola.

SPEZIA ( 3 – 5 – 2 ): Chichizola; De Col; Ceccarelli; Sammarco; Giannetti; Catellani; Milos; Valentini; Canadjija; Bakic; Piccolo. A disposizione: Nocchi; Acampora; Ceccaroni; Ardemagni; Cisotti; Situm; Umar Sadiq; Schiattarella; Bastoni. All: Bjelica.

ARBITRO: Mariani di Aprilia.
LA CRONACA:

Al 6° minuto del primo tempo l’arbitro ammonisce Minala per fallo su Catellani. Dopo tre minuti servito da De Luca sbaglia a tu per tu col portiere un goal fatto. Al 20° colpo di testa di Giannetti con palla di poco a lato sulla sinistra di Donnarumma. Dopo un minuto il Bari si fa pericoloso con un tiro di destro dalla destra di Defendi respinto in angolo dal portiere. Al 31° a finire sul taccuino dell’arbitro è Ceccarelli per fallo su De Luca. Dopo un minuto punizione per il Bari Sulla palla va De Luca e palla di poco fuori sulla destra del portiere ospite. Al 42° ancora una ammonizione. L’arbitro annota sul suo taccuino il nome do Bakic per fallo su Sabelli. Al 45° il direttore di gara ammonisce Minala per fallo su Sammarco. Il giocatore per doppio giallo lascia anzitempo il campo.

Nella ripresa Al 1° minuto il tecnico Nicola manda in campo Sciaudone al posto di Stevanovic. Al 6° si fa vedere proprio Sciaudone con palla a lato sulla destra di Chichizola. Dopo due minuti si fa vedere in attacco lo Spezia con un tiro di Canadjija alta di poco. Al 10° tiro in diagonale dalla destra di Catellani con palla di poco a lato. Dopo un minuto lo Spezia si porta in vantaggio con Bakic su cross di De Col. Al 13° a fare compagnia a Minala è Ceccarelli per fallo su De Luca. Il giocatore lascia in campo per doppia ammonizione. Al 15° il tecnico Bjelica manda in campo Acampora per Bakic. Al 20° Bari vicino al pareggio ancora con Caputo. Il suo tiro, debole, viene parato senza problemi dal portiere ospite. Dopo un minuto il tecnico spezino manda in campo Situm al posto di Giannetti. Al 25° l’arbitro ammonisce Milos per fallo su De Luca. Sempre allo stesso minuto Nicola decide di mandare in campo Galano al posto di Romizi. Al 26° punizione per il Bari. Calcia Sciaudone, colpo di testa di Caputo, fuori. Dopo tre minuti tiro di De Luca parato da Chichizola e respinto in angolo da un difensore spezino. Al 30° l’arbitro annota sul suo taccuino il nome di Chichizola per perdita di tempo. Dopo un minuto tiro di Galano, traversa piena. Dopo cinque minuti lo Spezia raddoppia. Fallo in area di rigore di Sciaudone su Situm. Sul dischetto si porta Catellani che spiazza Donnarumma. Al 37° Nicola decide di mandare in campo Rozzi al posto di Camporese mente Bjelica manda in campo Cisotti al posto di Catellani. Al 46° la squadra ligure chiude i conti con una rete di Canadjija.

90°:

Nicola: “Credo che dobbiamo essere molto pratici, come sempre. Sono assolutamente convinto che qui ci sono mezzi sia di società che dello staff che in gran parte dei giocatori per poter esprimere un gioco molto interessante. Se oggi mi avessero detto che finita la partita lo Spezia è al secondo posto in classifica direi noi cosa abbiamo meno di loro, niente però tanto, perché una squadra che crea due – tre situazioni e ti fa tre goal hanno tanto più di noi, tantissimo. Dal momento che sono convinto che si può fare un buon lavoro, anzi un ottimo lavoro, in questo momento mi secca che ci sia la pausa. Io avrei iniziato già a lavorare domani mattina. Riconosco, però, che le squadre sono cinque – sei mesi che lottano. Al di la di questo dico che in questo momento si apre la parte più interessante perché è vero che se adesso non ci sono le condizioni per poter pensare di essere squadra di vertice ho visto che ci sono le potenzialità per diventarlo. Ho voglia, insieme alla società di capire come operare e cosa fare per poter esprimere il massimo del mio gioco perché il gioco c’è. La mentalità inizia ad esserci. La cosa che mi ha seccato di più è il loro secondo goal per la reazione. Io posso perdere anche dieci a zero, ma ogni volta il pallone deve essere preso di scatto, riportarlo e far vedere alla gente che ci crediamo sempre. Non è che se stai perdendo per due a zero la partita è finita. Gli ultimi dieci minuti non mi sono piaciuti così come abbiamo dimostrato che non è un discorso di attaccanti. Non è che mettendo più attaccanti diventi pericoloso, non è così. Noi abbiamo trovato una identità secondo quelle che sono le caratteristiche dei giocatori a disposizione Secondo me era giusto sul due a zero anche in qualche modo mollare gli ormeggi e gli argini ed esagerare cercando di colpire”.

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.