martedì , 20 Aprile 2021
Home » Bari Calcio » Il Bari ritrova Marras

Il Bari ritrova Marras

Con una sua doppietta i biancorossi espugnano il “Menti” di Castellammare di Stabia. L’esterno offensivo non segnava dallo scorso 24 gennaio dove realizzò un’altra doppietta contro la Virtus Francavilla

 

Primi quarantacinque minuti poveri di emozioni quello tra Juve Stabia e Bari. Fino al 30’ si è assistito ad una partita equilibrata, poi, al 31’, i padroni di casa colpiscono un palo con un tiro dalla distanza di Vallocchia su errore di De Risio. Al 41’ gli ospiti sono andati vicino al vantaggio con un tiro di D’Ursi, servito molto bene da Cianci, ma il giocatore invece di chiudere ha calciato a piede aperto e la palla è terminata di poco a lato sulla sinistra del portiere. Dopo tre minuti il Bari si è portato in vantaggio con una bell’azione di D’Ursi che ha lanciato in orizzontale Marras, il quale, di spalle alla porta si è girato e ha calciato con il sinistro.

 

Nella ripresa, solo dopo 2’, i biancorossi raddoppiano grazie a un bell’uno – due tra Antenucci e Marras il quale, con un sinistro a giro manda la palla in rete. Dopo tre minuti si fa vedere in attacco la squadra di casa con un colpo di testa di Borrelli respinta da Frattali. Al 9’ colpo di tacco alla Ibrahimovic di Cianci che si stampa sulla traversa. Vittoria importante quella del Bari in terra campana visto che la squadra di Carrera raggiunge quota 52 punti in classifica, a meno uno dall’Avellino che si è imposto per 1 – 0 sul campo del Catanzaro.

 

 

Juve Stabia ( 3 – 5 – 2 ): Russo, Mule’, Troest, Elizalde, Garattoni, Scaccabarozzi, Berardocco, Vallocchia, Caldore, Marotta, Borrelli. A disposizione: Lazzari, Gianfagna, Lia, Rizzo, Iannoni, Bovo, Guarracino, Ripa, Esposito, Suciu, Oliva. All: Padalino

 

Bari ( 4 – 2 – 3 – 1 ): Frattali, Celiento, Minelli, Perrotta, Sarzi Puttini, Lollo, De Risio, Marras, Antenucci, D’Ursi, Cianci. A disposizione: Marfella, Fiory, Di Cesare, Rolando, Dargenio, Rutigliano, Candellone, Pinto, Colaci, Semenzato, Mercurio. All: Carrera

 

Ammoniti: Sarzi Puttini, Vallocchia, Lollo, Marras. Espulsi: nessuno. Angoli: 5 – 3. Recupero tempo: p.t. 0’; s.t. 3’

 

 

RETI: p.t. 44’ Marras

 

 

ARBITRO: Perenzoni di Rovereto

 

 

LA CRONACA:

Al 13’ sinistro di Antenucci e palla di poco alta sulla traversa sulla destra di Russo. Al 24’ ammonito Sarzi Puttini per fallo su Scaccabarozzi. Al 26’ ammonito Vallocchia per fallo su Lollo. Al 31’ errore difensivo di De Risio, conclusione dalla distanza di sinistro di Vallocchia che si stampa sul palo sulla destra di Frattali rimasto fermo. Al 41’ Bari vicino al vantaggio con un tiro di sinistro di D’Ursi, servito da Cianci, ma il tiro non è stato chiuso bene e la palla è finita di poco a lato sulla sinistra del portiere di casa. Al 44’ i biancorossi passano. D’Ursi per Marras che tira di sinistro con le spalle alla porta. Il portiere tocca non riuscendo ad evitare la rete visto che la palla è entrata piano piano nell’angolino basso sulla sinistra di Russo.

 

Nella ripresa, al 2’, il Bari raddoppia. Uno – due tra Antenucci e Marras, tiro di quest’ultimo di sinistro a giro con Russo che non arriva. Al 5’ colpo di testa di Borrelli con Frattali che respinge. Al 7’ ammonito Troest per fallo su D’Ursi. Al 9’ punizione di D’Ursi, colpo di tacco di Cianci e palla che finisce sulla traversa. Al 14’ ammonito Lollo per fallo su Vallocchia. Al 25’ doppia sostituzione per la Juve Stabia. Dentro Guarracino e Suciu, fuori Caldore e Berardocco. Al 31’ ammonito Marras per fallo su Guarracino. Al 33’ dentro Rolando, fuori Marras. Al 35’ doppio cambio per la Juve Stabia. Dentro Ripa e Oliva, fuori Borrelli e Garattoni. Al 40’ dentro Candellone, fuori Cianci. Per la Juve Stabia dentro Esposito, fuori Elizalde.

 

90’:

Padalino: “Non so se il Bari ha avuto qualcosa in più nella gestione complessiva della gara. Molto probabilmente l’hanno avuta nella finalizzazione. Ci sono state delle differenze che sono andate a completare un lavoro di squadra. Riconoscendo dei meriti ai singoli ci sta anche che possa anche  prendere due reti. Abbiamo preso un goal a fine primo tempo con una squadra parzialmente schierata, mentre la seconda realizzazione l’abbiamo presa su una ripartenza. Non c’è stato un predominio territoriale che ha concesso ai galletti sette/otto palle goal. Ognuno vede la partita come vuole, ma personalmente avrei sottoscritto questa prestazione di alto livello. Gli episodi cambiano l’inerzia delle gare e il giudizio come il palo preso o la parata di Frattali. Sono tanti aspetti che non ci possono soddisfare perché sono emerse delle difficoltà e dei limiti che abbiamo manifestato. La classifica rispecchia i valori. La nostra squadra prova sempre a giocare e abbiamo una nostra identità che non deve rimanere fine a se stessa. Vogliamo sempre arrivare al risultato tramite le prestazioni però, purtroppo, non sempre ci riusciamo. I ragazzi vanno sempre elogiati perché hanno intrapreso la strada giusta”.

 

Carrera: “La squadra sta crescendo. Contro la Juve Stabia i ragazzi hanno dimostrato una quadratura, hanno coperto gli spazi e sono ripartiti bene. Certo, abbiamo commesso degli errori che cercheremo di migliorare. Penso, però, che la partita l’abbiamo gestita in modo perfetto senza non soffrire. La cosa importante è che la squadra ha dimostrato di avere qualità e che sa soffrire, giocando alla pari contro tutti”.

 

E sulla prima rete di Marras ha detto. “Quella di Marras è stata una grande azione. Se in allenamento fai le cose con la giusta cattiveria in partita riesci poi a realizzarle. Nel calcio ci vogliono personalità e sacrificio e non sempre si può avere il controllo della palla. Bisogna soffrire quando si deve soffrire e giocare a calcio quando si deve giocare a calcio. Tutta la squadra lavora. Se attacchi in undici difendi in undici perché i primi difensori sono gli attaccanti che hanno dimostrato di sapersi sacrificare e di saper tornare in difesa”.

 

E sulla prestazione dell’intera squadra si è espresso in modo più che positivo. “Celiento ha fatto una grande partita così come Lollo e l’intera squadra. Lorenzo è un grande giocatore altrimenti non sarebbe al Bari. Ha fatto un’ottima partita e sono contento per lui. Per ora è tutto in salita visto che non abbiamo fatto ancora niente. Alla fine del campionato dovremo essere il più in alto possibile. Dopo la vittoria di Foggia c’era il pericolo che i ragazzi si montassero la testa. Durante la settimana ho detto loro di continuare con la cattiveria e con il sacrificio. Mirco è molto utile alla squadra visto che detta i tempi di gioco. Questo è un sistema che sembra che i ragazzi abbiano assimilato correttamente. Ci sarà da sistemare qualcosa, ma va bene così. Il calcio è fatto di momenti in cui devi correre. Se non sai sacrificarti ti troverai in difficoltà con qualsiasi squadra. Tutti dovranno pensare al bene della squadra”.

 

Marras: “La cosa importante è cercare di dare continuità ai risultati e contro la Juve Stabia ci siamo riusciti. È sempre importante trovare la via del goal. La prima rete è stata una bella giocata di D’Ursi che mi ha trovato sul taglio, mentre sulla seconda realizzazione, è stato bravo Antenucci, con i tempi, a trovare la giocata giusta. Sappiamo che dobbiamo fare sempre così cercando di ottenere il massimo possibile. Per il momento ci stiamo sacrificando tanto e penso che in campo si veda. Tatticamente siamo messi molto bene, concentrati. In Campania abbiamo fatto un’ottima partita dal punto di vista di compattezza di squadra con Antenucci tra le linee, che ha qualità incredibili e con Cianci punta di riferimento è molto importante”.

 

 

( Foto: SSC Bari )

Tutto su Micol Tortora