sabato , 27 Novembre 2021
Home » Bari Calcio » Il Bari si aggiudica il derby “barese”

Il Bari si aggiudica il derby “barese”

Sono state le reti messe a segno nel primo tempo di Antenucci su rigore e di Paponi al 37’ e nella ripresa ancora dal numero sette a regalare ai biancorossi tre punti importanti. Per quanto riguarda la Fidelis avrebbe potuto fare molto di più

 

Primo tempo tutto di marca biancorossa quello visto ad Andria. I ragazzi di Mignani sono subito partiti decisi senza lasciare modo agli avversari di superare la metà campo. Questo modo di giocare è riuscito a portare i suoi frutti visto che al 19’ gli ospiti sono riusciti a passare in vantaggio grazie ad un rigore concesso dall’arbitro per un intervento di Venturini su Paponi, penalty realizzato da Antenucci. Al 30’ ancora Bari. Ripartenza dei biancorossi, cross dalla destra di Botta, colpo di testa di Antenucci respinto da Dini. Al 35’ si vedono i ragazzi di Ginestra con un colpo di testa di Casoli su corner di pochissimo alto sulla traversa. Dopo due minuti i biancorossi raddoppiano. Incertezza difensiva della Fidelis trra il portiere e un suo compagno di reparto, sulla palla si fionda Paponi che mette dentro. Sul finirre Botta, dalla distanza, colpisce in pieno la traversa.

 

Nella ripresa ci si aspettava un’altra Fidelis, più aggressiva per recuperare le due reti subite, ma questa reazione non si è vista. Al contrario sono arrivati molti cambi da entrambe le squadre, ma ad andare ancora una volta in rete è stato il Bari con un’altra rete realizzata da Antenucci su buona imbeccata del solito Botta.

 

Fideli Andria ( 3 – 5 – 2 ): Dini, Venturini, De Marino, Sabatino, Di Noia, Casoli, Gaeta, Bonavolontà, Nunzella, Alberti, Di Paizza. A disposizione: Vandelli, Paparesta, Carullo, Dipinto, Bolognese, Lacassia, Bubas, Pelliccia, Tulli, Graziano, Leonetti, Alcibiade. All: Ginestra

 

Bari ( 4 – 3 – 1 – 2 ): Frattali, Pucino, Celiento, Terranova, Mazzotta, Scavone, Maita, D’Errico, Botta, Paponi, Antenucci. A disposizione: Polverino, Gigliotti, Bianco, Simeri, Cheddira, Citro, De Risio, Lollo, Di Gennaro, Belli, Ricci, Mallamo. All: All: Mignani

 

Ammoniti: Di Noia, Sabatino, D’Errico, Venturini, Frattali, Terranova, Simeri. Espulsi: nessuno. Spettatori: per la capienza data, tutto esaurito. Recupero tempo: p.t 2’; s.t. 5’

 

ARBITRO: Fontana di Siena

 

RETI: p.t. 19’ Antenucci ( rig. ); 37’ Paponi; s.t. 34’ Antenucci

 

LA CRONACA:

 

Al 16’ tiro dalla distanza di destro di D’Errico con palla di pochissimo fuori sulla sinistra di Dini. Al 18’ l’arbitro decreta un calcio di rigore in favore del Bari perr un fallo di Venturini su Paponi. Sulla palla va Antenucci che mette dentro spiazzando il portiere. Al 28’ Di piazza in arrea per Nunzella, esce Frattali che anticipa l’attaccante. Al 30’ ripartenza del Bari. Cross di Botta dalla destra, colpo di testa a staccare in area di Antenucci respinta da Dini. Dopo un minuto ammonito Sabatino per fallo su Botta. Al 34’ ammonito D’Errico per fallo su Gaeta. Dopo un minuto angolo per la Fidelis. Colpo di testa di Casoli di pochissimo alto sulla traversa. Al 37’ il Bari raddoppia. Incertezza della difesa di casa tra il portiere e un suo compagno di reparto, sulla palla si fionda Paponi che mette dentro. Al 46’ sinistro dalla distanza di Botta che colpisce la traversa.

 

Nella ripresa, al 1’, dentro Tulli, fuori Alberti. Al 4’ ammonito Venturini per fallo su antenucci. Al 10’ fuori Di Noia, dentro Bolognese. Sempre allo stesso minuto ammonito Frattali perr perdita di tempo. Al 14’ ammonito Terranova per fallo su Tulli. Al 34’ i biancorossi triplicano. Botta per Antenucci che tira di prima, il suo primo tiro di destro gli viene respinto da Dini, sulla respinta tiro di sinistro e palla in rete. Dopo un minuto Ginestra cerca di correre ai ripari mandando in campo Dipinto e Bubas al posto di di Bonavolontà e Gaeta. Per il Bari dentro Ricci e Mallamo, fuori Mazzotta e D’Errico. Al 40’ ancora un cambio in casa bari. Dentro Cheddira per paponi; per la Fidelis dentro Lacassia, fuori De Marino. Al 44’ dentro Simeri per Antenucci e Bianco per Maita. A due minuti dal termine ammonito Simeri.

 

90’:

Mignani: “Non vorrei che oggi passasse il concetto che siamo stati una squadra e che domenica saremo un’altra. Siamo sempre noi. Siamo riusciti a darci una risposta. In questo derby sono venute fuori alcune buone cose ad iniziare dal risultato per finire a come siamo stati in campo. Torniamo a Bari felici e contenti. Quello contro la Fidelis Andria è stato il giusto atteggiamento e la giusta proposta di calcio da mettere in campo tutte le settimane. Per quanto concerne la classifica non dobbiamo guardare gli altri, ma solo noi stessi. Nella gara della scorsa settimana scorsa siamo entrati in campo un po’ bloccati mentalmente mentre oggi abbiamo dimostrato il contrario. Sarà importante che i ragazzi trovino il modo di divertirsi quando scendono in campo”.

 

Il tecnico ha parlato anche della prestazione di D’Errico schierato oggi dal primo minuto. “Continuate a farmi sorridere quando mi chiedete di lui in quanto pensate che abbia qualcosa nei suoi confronti. Durante la settimana gli ho chiesto di darmi un segnale perché volevo farlo giocare e mi ha risposto presente. Sono convinto che sia ancora non al top, ma al cinquanta per cento. Per questo voglio fargli i miei complimenti. E’ riuscito a fare molte cose buone, ma è in grado di fare ancora meglio”.

 

Ha parlato anche di altri giocatori. “Maita è un giocatore molto bravo nell’interdizione e sta migliorando anche a livello tattico. Deve cercare di sbagliare un po’ meno perché, in alcune uscite,  deve dare continuità al gioco. La scorsa settimana non era al cento per cento. Credo che ora sia tornato quello delle prime partite”.

Si è soffermato anche sulla prova degli attaccanti. “Il mio unico timore era che potessero avere meno profondità con Mirco e Daniele invece sono riusciti a rompere la linea difensiva. Si sono sacrificati anche in ampiezza. Avrei potuto mettere qualche volta in più Daniele ma le cose stavano andando in un certo modo. E’ un grandissimo professionista. E’ riuscito ad aspettare il suo turno e questo è arrivato proprio oggi. Gli faccio i complimenti; non avevo dubbi. Per quanto riguarda Botta l’ho rivisto bene fisicamente e ha corso anche lui”.

 

Il tecnico ha chiuso parlando di Celiento. “Finalmente sta benino. Anche lui non è ancora al massimo. Sta stringendo i denti e si sta comportando bene. Quando ce ne sarà bisogno potremo adattare un terzino da centrale o De Risio che sta lavorando anche lui molto”.

 

( Foto: SSC Bari )

Tutto su Micol Tortora