giovedì , 24 Settembre 2020
Home » Bari Calcio » Il Bari stende con un poker la Nocerina

Il Bari stende con un poker la Nocerina

Grande prestazione dei ragazzi di Cornacchini che con uno spettacolare 4 – 0 sui campani allungano ancora di più in classifica

 

Gran bel primo tempo dei ragazzi di Cornacchini che sono entrati in campo più che determinati a fare la partita. E proprio appena iniziata la gara il Bari si è portato subito in vantaggio con una rete di Floriano che, in contropiede, ha aggirato Feola mettendo dentro la sfera. Dopo 15’ i biancorossi raddoppiano con Piovanello che, servito da Floriano, ha messo dentro. Al 23’ gli ospiti potrebbero ridurre lo svantaggio per un fallo in area di Mattera su Cioffi. L’arbitro decreta il rigore che Simonetti si fa parare da una bella parata di Marfella. Al 34’, poi, il Bari triplica con Di Cesare su cross di Simeri.

 

Nella ripresa si è assistito ad un vero e proprio monologo biancorosso verso la porta difesa dall’estremo difensore ospite Feola. Dopo le reti realizzate nei primi quarantacinque minuti da Floriano, Piovanello e Di Cesare, al 23’ è arrivata anche quello di Bollino, giocatore che fino ad ora è stato impiegato di meno da Cornacchini. Che dire, quella tra Bari e Nocerina è stata davvero una partita ricca di goal che ha entusiasmato e divertito gli oltre diecimila sostenitori biancorossi accorsi al “San Nicola”.

 

Bari ( 4 – 4 – 2 ): Marfella, Turi, Di Cesare, Mattera, Nannini, Hamlili, Bolzoni, Piovanello, Neglia, Floriano, Simeri. A disposizione: Maurantonio, D’Ignazio, Cacioli, Feola, Bollino, Liguori, Aloisi, Langella, Pozzebon. All: Cornacchini

 

 

Nocerina ( 3 – 5 – 2 ): Feola, Vuolo, Salto, Caso, Odierna, Ruggiero, De Feo, Festa, Cardone, Simonetti, Cioffi. A disposizione: Novelli, Branchi, Califano, Capaccio, Di Frara, Iodice, Orlando, Riccio, Vatiero. All: Viscido

 

 

Spettatori: 10567 di cui 498 tifosi della Nocerina. Ammoniti: Ruggiero. Espulsi: Angoli: 7 – 1. Recupero tempo: p.t. 1’; s.t.2’

 

 

ARBITRO: Zucchetti di Foligno

 

 

MARCATORI: p.t. 1’ Floriano; 16’ Piovanello; 34’ Di Cesare; s.t. 23’ Bollino

 

 

LA CRONACA:

Al 1’ i biancorossi si portano in vantaggio. Contropiede di Floriano che supera Feola e mette dentro la palla dell’1 – 0. Al 16’ raddoppio per il Bari. Floriano serve Piovanello che, dopo aver aggirato il portiere, mette dentro. Al 23’ rigore per la Nocerina per fallo di Mattera su Cioffi. Sul pallone va Simonetti, ma il suo tiro viene parato dall’estremo difensore biancorosso che si distende sulla sua destra. Al 34’ i biancorossi triplicano. Cross di Simeri per Di Cesare che batte Feola. Al 37’ fuori Cardone, dentro Vatiero. Al 38’ Bari vicino al quarto goal. Simeri, a tu per tu con il portiere, manda di poco alto la palla sulla traversa.

 

Nella ripresa, al 4’, tiro di Floriano,  da fuori area tira Nannini il cui tiro è respinto da Feola in angolo. Al 12’ tiro da fuori di Simonetti di poco a lato. Al 14’ dentro Riccio, fuori Simonetti. Al 16’ dentro Bollino, fuori Neglia. Al 23’ il Bari realizza la rete del 4 – 0. Prima conclusione respinta, secondo tiro dello stesso che si insacca in rete. Al 28’ tiro di Simeri respinto da Feola. Al 29’ doppia sostituzione per per il Bari. Dentro Feola, fuori Bolzoni, dentro Liguori, fuori Floriano. Al 30’ ammonito Ruggiero. Al 31’ dentro Cacioli, fuori Di Cesare e Pozzebon per Hamlili. Al 33’ palo colpito da Simeri dopo che l’attaccante aveva calciato una prima volta. Al 40’ tiro di Simeri respinto in angolo dal portiere.

 

90’:

Cornacchini: “L’atteggiamento della Nocerina ci ha agevolato. Quando troviamo spazi, avendo calciatori di grande tecnica, abbiamo potuto fare male. Il rigore? Se Simonetti avesse segnato non sarebbe cambiato l’andamento della gara. Sono felice per Marfella. Negli ultimi due giorni ha avuto l’influenza. Inoltre sono ancora più felice che abbia parato quel rigore. Gli ho suggerito di buttarsi da quella parte, ma non mi ha visto. Piovanello l’ho dovuto aspettare. Cambiare da Padova a Bari, a diciotto anni, non era facile. Sa fare la mezz’ala e l’esterno alto. Ogni tanto lo devo richiamare perché non torna. Capisco la situazione di Simeri. Deve restare sereno, ha lavorato molto per la squadra”.

 

E su Bollino ha detto. “Non c’era alcun caso prima. Ho tanti giocatori a disposizione ed è normale che qualcuno rimanga fuori”.

Tutto su Micol Tortora