giovedì , 24 Settembre 2020
Home » Bari Calcio » Il Bari torna alla regola del 3!

Il Bari torna alla regola del 3!

Contro il Citta’ di Messina la squadra di Cornacchini ha vinto, convincendo. Con questo risultato, e a otto gare dalla fine, i biancorossi sono molto più vicini al traguardo

 

Buon primo tempo del Bari che ha fatto praticamente la partita colpendo anche due pali, prima con Hamlili che ha colpito l’incrocio dei pali sulla sinistra di Landi e, poi, con Neglia. Ma era stato il Citta’ di Messina ad essere stato pericoloso ad inizio gara con un palo colpito al 5’ da Nicosia. E al 49’ Fragapane con un’autorete regala il raddoppio ai biancorossi.

 

Nella ripresa si sono visti subito i ragazzi di Cornacchini i quali hanno raddoppiato al 3’ con un’autorete di Fragapane su cross dalla sinistra di Simeri. Al 12’ i biancorossi chiudono definitivamente la partita con un bel diagonale di Neglia servito da Simeri. Al 25’, poi, i padroni di casa realizzano la rete dell’ 1 – 3 con un rigore concesso per fallo di Cacioli su Galesio.

 

Città di Messina ( 4 – 3 – 3 ): Landi, Berra, Bombara, Fragapane, Silvestri, Nicosia, Calcagno, Ferrau’, Galesio, Fofana’, Bonamonte. A disposizione: Berikasvhili, Bellopede, Cannino, Quintoni, De Lucia, Codagnone, Santoro, Lorefice, Principe. All: Viola

 

 

Bari ( 4 – 3 – 3 ): Marfella, Bianchi, Cacioli, Di Cesare, Quagliata, Hamlili, Bolzoni, Piovanello, Floriano, Simeri, Neglia. A disposizione: Bellussi, Mattera, Iadaresta, Nannini, Liguori, Aloisi, Langella, Turi, Pozzebon. All: Cornacchini

 

Ammoniti: Calcagno, Galesio, Simeri, Cacioli. Espulsi: Angoli: 2 – 6. Recupero tempo: p.t. 1; s.t. 3’

 

 

ARBITRO: Emmanuele di Pisa

 

 

MARCATORI: p.t. 29’ Floriano; s.t. 3’ Fragapane ( aut. ); 12’ Neglia; 25’ Galesio ( rig. )

 

 

LA CRONACA:

Al 5’ padroni di casa vicini al vantaggio con un palo colpito da Nicosia. Al 7’ tiro di Floriano che termina sull’esterno della rete. Al 15’ ammonito Calcagno per fallo su Floriano. Al 18’ tiro di Piovanello respinto dal portiere. Sul pallone arriva Hamlili che di destro tira e colpisce l’incrocio dei pali sulla sinistra di Landi. Al 20’ colpo di testa

di Di Cesare dopo un angolo battuto da Floriano, palla a lato di poco sulla sinistra del portiere di casa. Al 29’ il Bari si porta in vantaggio. Passaggio di Hamlili per Floriano che di interno destro manda la palla sulla sinistra di Landi. Al 32’ ammonito Galesio per fallo su Di Cesare. Al 34’ angolo di Floriano, palla respinta da Landi, interviene Neglia che a volo di destro manda la palla sul palo alla sinistra dell’estremo difensore siciliano. Al 41’ ammonito Simeri per fallo su Nicosia. Al 44’ tiro di Simeri respinto da Landi. Al 49’ i biancorossi raddoppiano con un’autorete di Fragapane su cross dalla sinistra di Simeri.

 

Nella ripresa, al 3’, i biancorossi raddoppiano con un’autorete di Fragapane su cross dalla sinistra di Simeri. Al 5’ doppio cambio per il Citta’ di Messina. Dentro Codagnone e Lorefice, fuori Ferrau’ e Bonamonte. Al 12’ il Bari triplica con una bella rete di Neglia dopo un dialogo con Simeri che lo serve perfettamente. Al 25’ rigore per i padroni di casa per una trattenuta di Cacioli su Galesio. È lo stesso giocatore che si porta sulla palla mandandola sulla sinistra di Marfella. Al 26’ ammonito Fofana per proteste. Al 27’ dentro Santoro, fuori Nicosia. Al 30’ fuori Floriano, dentro Iadaresta. Al 33’ ammonito Codagnone. Al 37’ ammonito Cacioli per fallo su Bonamonte. Al 40’ dentro Nannini, fuori Piovanello. Al 44’ conclusione di Lorefice respinta in angolo da Marfella. Al 45’ dentro Quintoni, fuori Fragapane. Per il Bari dentro Pozzebon, fuori Simeri.

 

 

 

90’:

Cornacchini: “Oggi abbiamo avuto molte occasioni che non abbiamo concretizzato. Dovremo essere più bravi nel concretizzarle in quanto in queste partite non bisogna concedere niente. Il rammarico è quello di non aver fatto più reti. Landi ha fatto grandi parate. Oggi abbiamo giocato discretamente creando molte azioni da goal. Abbiamo commesso degli errori che potevano condizionare la gara, soprattutto in occasione del loro rigore. Alla vigilia il campo mi preoccupava un po’ perché è molto stretto, ma i miei ragazzi sono stati molto bravi. Non era facile verticalizzare per le punte. Ogni qual voltalo abbiamo fatto siamo riusciti ad arrivare al tiro. Così facendo non siamo passati dal fraseggio in mezzo al campo. Con il cambio di allenatore il Città di Messina ha cambiato modulo di gioco in una sola settimana. Forse i giocatori non erano ancora abituati”.

 

( Foto: SSC Bari )

Tutto su Micol Tortora