lunedì , 28 Settembre 2020
Home » Bari Calcio » Il Bari torna alla regola del 3

Il Bari torna alla regola del 3

Dopo due pareggi consecutivi i biancorossi sono tornati alla vittoria contro il Locri, ora terzi in classifica, battendoli per 3 – 0. Ora i ragazzi di Cornacchini sono primi in classifica a quota 17

 

 

Bel primo tempo del Bari che è riuscito a far dimenticare la non buona prestazione di domenica scorsa. I ragazzi di Cornacchini non hanno fatto toccar palla ai loro avversari, tant’è che al 10’ sono passati in vantaggio con Pozzebon. Poi i biancorossi hanno continuato a fare la partita è, al 36’, sono pervenuti al raddoppio con una bella rete di testa di Floriano su cross di Piovanello. I calabresi si sono resi “pericolosi” solo con un tiro di Angotti al 33’ parato da Marfella.

 

Nella ripresa i biancorossi hanno iniziato con il piede giusto andando vicini alla rete in più di una occasione, prima con Brienza, poi con Floriano, poi ancora con Neglia. Al 48’ finalmente il Bari realizza la rete del 3 – 0 con Simeri su cross dalla destra di Hamlili.

 

 

Bari ( 4 – 3 – 1 – 2 ) : Marfella, Turi, Mattera, Di Cesare, Nannini, Hamlili, Bolzoni, Piovanello, Brienza, Floriano, Pozzebon. A disposizione: Maurantonio, Cacioli, Simeri, Neglia, Rozzi, Feola, Bollino, Liguori, Langella. All: Cornacchini

 

 

Locri ( 3 – 5 – 2 ) : Pellegrino, Coluccio, Strumbo, Isabella, Pagano, Condomitti, Pirrone, Pannitteri, Bruzzone, Angotti, De Marco. A disposizione: Maraolo, Mazzone, Varricchio, Comito, Fania, Libri, Baccilleri, Tedesco, Cocuzza. All: Scorrano

 

 

Spettatori: 10.000 spettatori di cui 386 Ammoniti: Espulsi: nessuno. Angoli: 6 – 3. Recupero tempo: p.t. 1’; s.t. 4’

 

 

ARBITRO: Centi di Viterbo

 

 

MARCATORI: p.t. 10’ Pozzebon; 36’ Floriano; s.t. 58’ Simeri

 

 

LA CRONACA:

Al 10’ i biancorossi si portano in vantaggio. Cross dalla sinistra di Floriano per Pozzebon che, in scivolata, mette dentro. Al 13’ Floriano imbeccato da Brienza calcia alto. Al 26’ tiro di Pozzebon respinto sulla linea da Bruzzese. Al 32’ tiro di Piovanello deviato in angolo. Al 33’ tiro di Angotti dal limite, parato da Marfella. Al 36’ il Bari raddoppia. Cross di Piovanello, servito da Turi, che calcia, colpo di testa di Floriano sul secondo palo che realizza la rete del 2 – 0. Al 40’ tiro di Floriano di pochissimo fuori.

 

Nella ripresa, al 1’, grande parata di Pellegrino su tiro di sinistro di Brienza imbeccato da Floriano. Al 3’ il Locri manda in campo Mazzone, fuori Bruzzese. Al 6’ dentro Fania, fuori Angotti. Al 12’ cambio per il Bari. Dentro Langella, fuori Piovanello. Al 13’ biancorossi vicini alla rete con Floriano che, servito molto bene da Pozzebon, dopo aver saltato il portiere, ha tirato di destro sbagliando la conclusione. Al 14’ dentro Pannitteri, dentro Tedesco. Al 16’ tiro di Pozzebon servito da Langella, parato dal portiere ospite. Al 28’ fuori. Rienza, dentro Neglia. Al 30’ fuori Pozzebon, dentro Simeri. Al 31’ dentro Comito, fuori Isabella. Al 31’ Langella con un gran tiro va vicino al 3 – 0. Il suo tiro va fuori di poco. Al 36’ dentro Libri, fuori De Marco. Per il Bari dentro a Feola, fuori Floriano. Al 43’ cross basso dalla destra di Simeri per Neglia che tira a botta sicura. Il suo tiro viene respinto in extremis da un difensore. Al 48’ il Bari triplica. Cross dalla destra di Hamlili, tiro di Simeri di destro che realizza.

 

 

 

 

 

 

 

90’:

Cornacchini: “Sono molto contento della prestazione prima ancora che del risultato. Le altre gare che avevamo vinto non mi avevano fatto impazzire. Oggi, invece, abbiamo fatto vedere giocate importanti, fatto girare bene la palla, mantenuto fluida la manovra. Il ritorno al goal degli attaccanti ne è la diretta conseguenza. Cercavo delle risposte e le ho avute. Oggi ho visto un Bari arrabbiato. Venivamo da una settimana tosta, in cui abbiamo aumentato i carichi di lavoro. Un grande merito a questi ragazzi che stanno lavorando duramente. Lo dico da inizio campionato, c’è bisogno di tempo. Sono convinto che siamo i più forti in assoluto. Ciò però non toglie che dobbiamo migliorare in alcune cose. Per questo pretendo sempre molto dai miei ragazzi. Abbiamo creato Sette – otto palle goal clamorose, ma molte non siamo riusciti a finalizzarle. Se fosse finita solo 2-0 non sarei stato contento. Il ritorno al goal di Pozzebon? “Lo conosco bene. Si fa condizionare dal fatto di giocare poco o meno. Le qualità le ha, deve crescere mentalmente, a maggior ragione giocando in una squadra forte e importante come il Bari. Mi è piaciuto anche Turi. Si è presentato con grande umiltà. Aveva un cliente difficile. Ha sbagliato pochissimo”.

 

Tutto su Micol Tortora