giovedì , 26 Maggio 2022
Home » Bari Calcio » Il Bari vince anche a Latina

Il Bari vince anche a Latina

Dopo la vittoria sull’Avellino arriva il secondo successo consecutivo in terra laziale per 2- 1

Latina – Bari nel segno della continuità. Dopo aver vinto domenica scorsa contro l’Avellino la squadra biancorossa si è imposta anche sul campo del Latina. Dopo un primo tempo senza grandi emozioni, tiro di Acosty e goal di Scaglia, nella ripresa i biancorossi hanno incominciato a pigiare sull’accelleratore pervenendo al pareggio con un gran tiro di Valiani e con una deviazione di Rosina su un bel tiro dalla distanza di Donati. Con questa vittoria i ragazzi di mister Nicola salgono al sesto posto in classifica a 11 punti.

MARCATORI: 45′ pt. Scaglia; 39′ st. Valiani; 42′ Donati.

LE FORMAZIONI:

LATINA ( 4 – 3 – 3 ): Di Gennaro; Bruscagin; Brosco; Dellafiore; Calderoni; Schiattarella; Olivera; Ammari; Acosty; Corvia; Scaglia. A disposizione: Farelli; Moretti; Minala; Jefferson; Bandinelli; Dumitru; Esposito; Marchionni; Baldanzeddu. All: Iuliano.

BARI ( 4 – 3 – 3 ): Guarna; Sabelli; Di Cesare; Rada; Del Grosso; Valiani; Romizi; Defendi; De Luca; Maniero; Sansone. A disposizione: Micai; Donati; Di Noia; Boateng; Puscas; Rosina; Petropoulos; Donkor; Porcari. All: Nicola.

ARBITRO: Manganiello di Pinerolo.

NOTE: . Ammoniti: Del Grosso, Dellafiore, Sabelli, Romizi, Donati, Scaglia. Espulsi: Angoli: 3 – 2 per il Bari. Recupero tempo: pt. 3′; st. 4′.

LA CRONACA:

Al 7′ del primo tempo gran tiro dalla distanza di Oliveira di poco alto sulla traversa. Al 12′ tiro di Sansone di sinistro parato da Di Gennaro. Al 13′ Latina vicino al vantaggio con un destro di Acosty respinto molto bene da Guarna. Al 16′ l’arbitro ammonisce Del Grosso per fallo su Corvia. Al 21′ colpo di testa di Maniero su cross dalla destra di Sabelli parato dal portiere di casa. Al 29′ tiro di destro di De Luca parato da Di Gennaro. Al 33′ primo cambio per il Latina. Dentro Jefferson, fuori Corvia infortunato. Al 45′ il Latina si porta in vantaggio con un bel sinistro di Scaglia. Al 46′ ammonito Dellafiore per fallo su Maniero.

Nella ripresa, al 1′ Manganiello ammonisce Sabelli per fallo su Acosty. All’11’ ammonito anche Romizi per fallo su Acosty. Al 15′ punizione di Oliveira, palla di poco alta sulla traversa. Sempre al 15′ Nicola manda in campo Rosina per Sansone. Al 19′ ancora una sostituzione per i biancorossi. Dentro Donati, fuori Romizi. Al 20′ sostituzione per il Latina. Dentro Dumitru, fuori Acosty per infortunio. Al 25′ ammonito Donati. Al 30′ ammonito Scaglia per fallo su Rosina.

Al 34′ gran tiro di Donati, palla respinta sulla linea. Al 35′ Iuliano manda in campo Moretti al posto di Dumitru. Al 39′ il Bari pareggia con un gran tiro di destro di Valiani che si insacca nel “sette” alla sinistra di Di Gennaro.

Al 42′ i biancorossi si portano in vantaggio con un tiro di Donati da fuori area deviato da Rosina. Palla che si insacca sulla destra del portiere di casa. Al 46′ Nicola manda in campo Di Noia al posto di De Luca.

90′:

Iuliano: “Non è facile commentare una gara che vincevamo a 5 minuti dal termine poi persa per due goal che potevamo evitare. Non è facile commentarla soprattutto per come si è sviluppata la partita. Gli infortuni che hanno colpito i tre attaccanti ci hanno tolto la possibilità di continuare a giocare come avremmo voluto, non siamo riusciti più a tenere la palla lontana dalla nostra area. Ci sono venute a mancare sia la spinta sulle fasce che la profondità necessaria per chiudere il match ma, nonostante questo, il Bari non ci aveva impensierito prima dei due goal. Sulla rete del sorpasso, poi, ci si è messa anche la sfortuna con una deviazione decisiva, senza quel tocco fortuito davanti a Di Gennaro la palla non sarebbe mai entrata. Purtroppo è la seconda gara che perdiamo e certamente non possiamo essere contenti per come sono andate le cose nell’ultima settimana a livello di risultati, ma non posso comunque rimproverare nulla alla squadra perché i ragazzi hanno dimostrato di esserci. La cosa che preoccupa sono gli infortuni. Avevamo preparato bene la partita ed eravamo riusciti a chiudere il primo tempo meritatamente in vantaggio. Poi, ripeto, gli eventi ci hanno ridimensionato costringendoci ad arretrare. Di fronte avevamo una signora squadra, costruita per vincere il campionato, ma in campo non mi sembra che si sia vista differenza tra noi e loro”.

Nicola: “Credo che nel secondo tempo non ci sia stata partita a parte i primi sei – sette minuti dove abbiamo alzato il baricentro e abbiamo preso molto più coraggio rischiando di subire il secondo goal noi abbiamo creato molto. Il primo tempo invece è stato in perfetto equilibrio, non abbiamo occupato tutto lo spazio e non abbiamo messo, perché glielo chiesto io, quel coraggio che ti porta magari a subire anche qualcosa di più. Dopo i primi sei – sette minuti del secondo tempo credo che, nonostante ci fosse quel coraggio, stavano venendo meno alcuni equilibri e quindi abbiamo optato per delle scelte e da lì non c’è stata più partita. Loro hanno fatto effettivamente fatica ad uscire dalla loro area. Ho fatto il terzo cambio solo alla fine perché vedevo che la squadra si stava esprimendo bene. Il secondo goal di Donati? Credo che la deviazione finale sia stata di Rosina. Non mi piace dire una cosa se non sono perfettamente sicuro. Me lo guarderò con calma. Rosina? Noi abbiamo giocatori con caratteristiche diverse. Quando opto per giocare con Sansone so che devo mettere nelle condizioni di poter esprimere la sua qualità nella posizione migliore per cui ci sono determinati adattamenti, uscite e ripiegamenti preventivati”.

 

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.