sabato , 27 Novembre 2021
Home » Bari Calcio » Il Bari vince, ma non convince

Il Bari vince, ma non convince

I biancorossi s’impongono per 2 – 0 con reti di Botta al 29’ del primo tempo e di Antenucci al 49’ su rigore. La squadra di Mignani non è mai stata pericolosa al contrario della Vibonese alla quale è stato negato il goal del pareggio al 31’ della ripresa per un dubbio fuorigioco segnalato dal guardalinee

 

Ci si aspettava molto di più dal Bari contro la Vibonese nei primi quarantacinque minuti. E’ stato un primo tempo non esaltante sbloccato al 29’ da una rete di Botta servito da Antenucci. Perr il resto non si è visto nulla. Per quanto riguarda gli ospiti si sono fatti vedere al 39’ con un gran tiro di Cattaneo dalla distanza respinto da Frattali.

 

Nella ripresa i calabresi sono stati più pericolosi dei padroni di casa visto che dovevano tentare di pervenire al pareggio, pareggio arrivato al 38’ con un colpo di testa di Ngom annullato per un dubbio fuorigioco segnalato dal guardalinee. Al 49’, ormai a tempo scaduto, i biancorossi sono riusciti a segnare la rete del 2 – 0 grazie ad un rigore concesso dall’arbitro per un fallo di mano di Vergara su dribbling di Paponi, penalty realizzato da Antenucci.

 

Bari ( 4 – 3 – 1 – 2 ): Frattali, Pucino, Celiento, Terranova, Ricci, Maita, Di Gennaro, Scavone, Botta, Antenucci, Cheddira. A disposizione: Polverino, Plitko, Simeri, D’Errico, Citro, De Risio, Lollo, Mazzotta, Belli, Marras, Paponi, Mallamo. All: Mignani

 

Vibonese ( 3 – 5 – 2 ): Mengoni, Mahrous, Vergara, Ridaliti, Maucerti, Basso, Tumbarello, Cattaneo, Fomov, Golfo, Persano. A disposizione: Marson, Alvaro, Polidori, Gelonese, Grillo, La Ragione, Ngom, Bellini, Ciotti, Senesi, Cigagna, Sorrentino. All: D’Agostino

 

Ammoniti: Celiento, Fomov, Basso, Golfo. Espulsi: nessuno. Angoli: 4 – 6 per gli ospiti. Spettatori: 8504 di cui 10 tifosi ospiti. Recupero tempo: p.t. 2’; s.t. 4’

 

ARBITRO: Ricci di Firenze

 

RETI: p.t. 29’ Botta; s.t. 49’ Antenucci ( rig. )

 

LA CRONACA:

Al 5’ tiro di Botta con Ridaliti che respinge. Al 10’ punizione di Di Gennaro con palla di poco alta sulla traversa. Al 25’ ammonito Celiento per fallo in gioco aereo su persano. Dopo quattro minuti il Bari si porta in vantaggio. Antenucci, in ripartenza, serve Botta che, a tu per tu con Mengoni, mette dentro. Al 31’ si fa vedere la Vibonese con un sinistro di Maucerti respinto di petto da Celiento. Dopo due minuti l’arbitro ammonisce Fomov per un duro intervento su Ricci. Al 39’ tiro da fuori area di Cattaneo respinto da Frattali. Dopo due minuti ammonito Basso per fallo su Botta.

 

Nella ripresa, al 1’, Fomov, dopo aver saltato Ricci, fa partire un tiro di poco alto sulla traversa. Al 7’ tiro centrale di Cheddira parato in due tempi dal portiere ospite. Dopo un minuto tiro di Botta deviato in angolo. Al 10’ doppio cambio per gli ospiti. Dentro Sorrentino e Ciotti, fuori Persano e Maucerti. Al 14’ conclusione di Maita, respinta. Sempre allo stesso minuto dentro Mallamo, fuori Di Gennaro. Al 24’ ospiti vicino al pareggio con Golfo. Frattali manda in angolo. Al 25’ doppia sostituzione per il Bari. Dentro Mazzotta e Marras, fuori Cheddira e Ricci. Al 30’ ancora una doppia sostituzione per i biancorossi. Dentro paponi e De Risio, fuori Botta e Maita. Al 38’ annullata una rete alla Vibonese per un presunto fuorigioco di Ngom. Al 41’ ammonito Golfo. Al 49’ l’arbitro fischia un rigore per il Bari per fallo di mano di Vergara su dribbling di Paponi. Sulla palla va Antenucci che non sbaglia.

 

90’:

Mignani: “Le sconfitte hanno un peso importante e questo lo si è visto nei primi quarantacinque minuti. Si è notato che eravamo poco liberi mentalmente. Nella ripresa siamo riusciti a scioglierci. Nella ripresa abbiamo fatto una buona mezz’ora. Avremmo dovuto chiuderla prima. Negli ultimi dieci minuti abbiamo gestito male la palla. In generale abbiamo concesso poco alla Vibonese tranne qualche rimpallo e azione su palla inattiva. Oggi mi aspettavo di più dai miei, questo sì, soprattutto nelle ripartenze. In certi momenti se non ci stai con la testa fai più fatica. Sotto l’aspetto della predisposizione a giocare non siamo mancati. Nelle ripartenze abbiamo sbagliato qualche uno contro uno. Nel primo tempo abbiamo giocato in maniera troppo lenta, sbagliando tante palle in uscita”.

 

Il tecnico ha poi spiegato il motivo di questa evidente flessione da parte dei suoi. “Parte tutto dalla testa. Se ti incupisci fai più fatica mentre se invece sei libero mentalmente viene tutto più semplice. Nulla viene per caso. Tutte le partite sono difficili per cui dovremo mettere in campo quella qualità che ci permetterà di fare la differenza con tutte le squadre. Dovremo fare meglio, questo sì. Il mio compito sarà quello di portare questa tranquillità”.

 

Ha parlato anche della prestazione di De Risio. “E’un grande professionista allenandosi sempre in gruppo. Sta bene. In questa partita avevo bisogno di mettere fisicità e questa è stata l’occasione giusta per lui”.

Ha parlato anche della panchina per D’Errico. “In questo momento ci sono altri meglio di lui”.

 

Mignani ha parlato anche dei tifosi accorsi allo stadio. “E’stata una bella soddisfazione averli con noi”.

 

Botta: “Il campionato è ancora lungo. Dovremo saper soffrire. Chiunque gioca contro di noi vuole vincere e fare la propria partita. Nell’ultimo periodo abbiamo perso un po’ di gioco. Oggi abbiamo avuto un paio di occasioni importanti. Può capitare una partita sbagliata, l’importante è non mollare mai. Bisognerà migliorare in tutto”.

 

Ha parlato anche del ruolo che ricopre e dell’intesa con Antenucci. “La posizione di Di Gennaro non ha influito sulla mia. Gioco nella stessa maniera, vedo dove c’è spazio per poter fare la differenza. Cerco la palla dove potrei fare più danni. Sotto questo punto di vista il mister mi da libertà. Per quanto riguarda poi Antenucci tutti sanno che tipo di giocatore sia. E’importantissimo per la squadra. Personalmente mi trovo bene con tutti. Gli attaccanti girano tanto ma in tutti i ruoli non ci sono titolari. Possono giocare tutti. Questo è importante perché devi sempre dare il massimo ogni settimana”.

 

( Foto: SSC Bari )

Tutto su Micol Tortora