domenica , 12 Luglio 2020
Home » Bari Calcio » Il Punto sul Bari del 04 novembre 2019

Il Punto sul Bari del 04 novembre 2019

La Vibonese ha messo davvero in difficoltà i biancorossi

 

Quello di ieri tra Bari e Vibonese è stato il primo storico incontro tra le due formazioni. La formazione di Modica è riuscita a “battere” quella imbattibilita’ interna del Bari che durava da ben trecento undici minuti. A molti è apparso che dopo la rete realizzata da Antenucci al 4’ del primo tempo il Bari non abbia trovato la giocata giusta per arrivare alla rete del 2 – 0. Anzi, è apparso che i ragazzi di Vivarini siano andati in difficoltà visto che la squadra di Modica è riuscita a dettare il suo gioco dopo un inizio di gara in sordina. Gli ospiti sono stati abili nello smarcamento grazie al grande lavoro di Tumbarello, giocatore importante nello scacchiere della Vibonese. Sicuramente quella tra Bari e Vibonese è stata un partita a dir poco sensazionale visto che gli ospiti hanno creato davvero occasioni da rete pericolose. La squadra di  Modica ha giocato su ritmi altissimi lottando su ogni palla e su ogni contrasto. È stato bravo il tecnico rossoblu a fare tre cambi importanti in un momento di gioco importante, ricordiamo Emmausso, Taurino e Pugliese, i primi due hanno poi cambiato la partita perché hanno cambiato assetto in attacco con Emmausso che ha agito sull’esterno e con Taurino che ha fatto il centravanti e con Pugliese che ha occupato il ruolo di mezz’ala destra. Insomma, per dirla tutta, la Vibonese si è dimostrata una squadra ben organizzata che ha giocato a memoria. Forse è stata la formazione che ha entusiasmato di più di quelle viste al “San Nicola”. Alla fine si può dire solo una cosa. La squadra di Vivarini è stata fermata da un’ottima Vibonese messa bene in campo, con molte idee e con un tecnico capace di leggere bene le partite.

 

 

 

COSA VA – I primi dieci minuti quando sembrava che il Bari potesse imporre il proprio gioco ed invece, alla fine, non è stato così.

 

COSA NON VA – I biancorossi visti in difficoltà, visto che la Vibonese ha fatto praticamente il Bari della situazione. La squadra di Vivarini è stata surclassata dalla velocità e dal gioco corale degli uomini di Modica. E, ora, la vetta della classifica si fa importante visto che la Reggina, con la vittoria fuori casa sul campo del Potenza per 3 – 0, vola a più otto.

 

TOP & FLOP – Il migliore è stato Terrani. Quando il tecnico l’ha mandato in campo il giocatore ha cambiato la partita. Altro giocatore che è piaciuto è stato l’altro innesto, Corsinelli, che ha dimostrato grande carattere e gamba. Non ha convinto invece il reparto arretrato. Di Cesare e Sabbione hanno lasciato un po’ a desiderare, soprattutto Di Cesare non ha convinto sulle due reti subite. Negative anche le prestazioni di Awua e Folorunsho.

 

CONSIGLI PER IL MISTER – Ottavo risultato utile consecutivo, ma questa volta ha dovuto subire il gioco scoppiettante, veloce e aggressivo di Modica. Tutte le volte che lo ha incontrato il tecnico biancorosso non è mai riuscito a batterlo, visto che ha perso una volta e pareggiato due volte, la seconda è arrivata proprio ieri. Modica continua ad essere la “bestia nera” di Vivarini.

 

IL FUTURO – Si chiama Bisceglie che il Bari affronterà per la prima volta domenica prossima in trasferta. La squadra nero – azzurra arriva da una sconfitta esterna per 1 – 0 rimediata a Teramo. Dopo questa il Bisceglie occupa il diciottesimo posto in classifica con dieci punti. Domenica sarà un’altra partita, sia per i padroni di casa che per il Bari. Gli uomini di Pochesci tenteranno di dare il massimo sia perché giocheranno in casa, sia perché di fronte avranno il Bari. Quale miglior vetrina per far parlare di se?

Tutto su Micol Tortora