domenica , 25 Ottobre 2020
Home » Bari Calcio » Il Punto sul Bari del 08 ottobre 2020

Il Punto sul Bari del 08 ottobre 2020

Contro la Cavese gran prova di carattere e… di forza

 

Quattro gare in quindici giorni. Il Bari arrivava in quel di Cava dei Tirreni dopo il pareggio interno di domenica scorsa contro il Teramo, squadra ben organizzata. I biancorossi hanno avuto poco tempo per preparare la gara contro la Cavese, ricordiamolo, squadra che domenica aveva riposato per cui più più “fresca” rispetto alla squadra pugliese. Il campo, invece, ha detto il contrario. La squadra di Auteri in terra campana si è presentata con il giusto appiglio dando vita ad un pressing a tutto campo così come la squadra di casa. Nel corso della partita si è assistito a ritmi molto alti. Dopo essere passati in vantaggio con il “solito” Celiento i biancorossi non si sono fermati, anzi hanno continuato a spingere per cercare la rete del raddoppio. Nell@ ripresa invece il Bari ha mollato un po’ la presa, causa stanchezza fisica e la Cavese è riuscita a pervenire al pareggio grazie ad un rigore concesso dall’arbitro. Dopo il pareggio la gara si è fatta ancora più interessante perché si è visto che entrambe le formazioni in campo volevano vincere. E dopo il vantaggio biancorosso e il pareggio dei padroni di casa, la squadra pugliese è stata brava a credere nella vittoria, vittoria arrivata poi al 44’ ancora con un goal di Celiento, fino ad ora l’attaccante in più del Bari.

 

 

COSA VA – È piaciuta la determinazione e la voglia di fare risultato pieno a tutti i costi. Certo, non era facile mettere in campo tanta grinta dopo le partite precedenti giocate.

 

COSA NON VA – La rimonta subita. Bisognerà fare un po’ più di attenzione visto che il campionato è lungo e alla fine queste rimonte potrebbero essere anche deleterie.

 

TOP & FLOP – Su tutti Celiento. Sembra che il Bari abbia trovato il suo nuovo attaccante. Tre reti in due partite per un difensore sono tante, soprattutto quando sono state messe a segno in poche ore, prima contro il Teramo, poi ieri contro la Cavese. Anche Maita si è riproposto così come Lollo, Antenucci, Marras e il neo – acquisto Citro. Nota negativa la merita Perrotta per il rigore provocato. In quell’occasione avrebbe dovuto essere più attento.

 

CONSIGLI PER IL MISTER – Anche questa volta è riuscito a leggere bene la partita

 

IL FUTURO – Si chiama Viterbese che i biancorossi affronteranno tra tre giorni. Davvero un vero e proprio “tour the force”. Anche questa partita dovrà essere interpretata nel migliore dei modi come lo si è fatto contro la Cavese. C’è da chiedersi una cosa. Se il Bari gioca in questo modo ogni tre giorni, figuriamoci cosa si potrà vedere quando il tecnico riuscirà ad allenare al completo tutta la squadra per tutta una settimana.

Tutto su Micol Tortora