martedì , 14 Luglio 2020
Home » Bari Calcio » Il Punto sul Bari del 19 agosto

Il Punto sul Bari del 19 agosto

E chi l’avrebbe mai detto

 

E chi lo avrebbe mai detto che nella terza giornata di Coppa Italia di serie C il Bari avrebbe dovuto capitolare in casa dell’Avellino e dire addio ad una competizione che interessava molto l’entourage biancorosso. Quella di ieri è stata una sconfitta di rigore visto che il fallo di mano di Perrotta c’era, ma c’era anche un rigore simile per la squadra biancorossa che l’arbitro, molto vicino all’azione, non ha concesso. Inoltre c’è anche da aggiungere che durante la partita il Bari era andato in rete per ben due volte con Simeri, ma in entrambe le situazioni le reti sono state annullate dall’arbitro per fuorigioco. Che dire, purtroppo tra i tifosi c’è rammarico per l’uscita inaspettata della loro squadra dalla Coppa. Ora bisognerà pensare solo ed esclusivamente al prossimo campionato di serie C che incomincerà domenica prossima. E qui sarà vietato sbagliare poco, perché quello che i biancorossi intraprenderanno sarà un campionato difficile è pieno d’insidie.

 

COSA VA – Rispetto ai padroni di casa, la squadra ospite è riuscita ad essere più pericolosa, ma sotto rete ci sono stati troppi errori.

 

COSA NON VA – Visto che l’Avellino è riuscito a chiudere bene tutti gli spazi ancora con una squadra non completa, ci si aspettava che i biancorossi avessero potuto inventare altre situazioni di gioco per poter far “aprire” la formazione avversaria.

 

TOP & FLOP – Hanno deluso un po’ le aspettative, per quanto riguarda il reparto arretrato,  erra, Perrotta, l’autore del fallo da rigore e Corsinelli. Non positiva anche la prestazione Kupisz. In attacco Simeri poteva essere un po’ più intraprendente. Inoltre hanno deluso Antenucci che è sembrato non essere sceso proprio in campo e Costa che non è mai riuscito ad essere incisivo nella sua posizione, la corsia sinistra. Non è piaciuta anche la prestazione di Folorunsho che, mandato in campo dal tecnico, non ha affatto inciso. Positive invece le prestazioni di Floriano e Neglia che, entrati in campo in corso d’opera, hanno dato un “imput” in più in attacco. Neglia, ad esempio, è riuscito a sfiorare la rete del pareggio nel finale di gara.

 

CONSIGLI PER IL MISTER – Ma perché, in una partita così importante come quella di ieri, il tecnico ha lasciato fuori Hamlili, Floriano e Neglia, subentrati in corso gara? A fine partita il tecnico ha dichiarato di non essere affatto preoccupato per l’inizio di campionato, ma un primo campanello d’allarme tra i tifosi incomincia a suonare, visto che alcuni giocatori sono apparsi un po’ nervosi e senza quella giusta “cattiveria agonistica “ che avrebbero dovuto mettere in campo.

 

IL FUTURO – Si chiama inizio di campionato, ma soprattutto, si chiama Sicula Leonzio che, al contrario del Bari, ha rifilato ben tre reti ieri in Coppa Italia alla Vibonese. Per cui bisognerà fare molta attenzione, perché chi ben comincia… è a metà dell’opera.

Tutto su Micol Tortora