giovedì , 26 Maggio 2022
Home » Bari Calcio » Il Punto sul Bari del 21 settembre

Il Punto sul Bari del 21 settembre

Finalmente il 4 – 3 – 3!

Dopo l’incontro avuto in settimana con Gianluca Paparesta il tecnico lombardo contro il Livorno è tornato al “vecchio” modulo dello scorso anno. E i risultati si sono visti

Finalmente il 4 – 3 – 3. E’ stato questo il modulo che negli ultimi tre mesi dello scorso anno hanno fatto riavvicinare i tifosi del Bari alla squadra visto che i biancorossi giocavano molto bene e alla fine sono arrivati a sostenere il Bari al “San Nicola” in cinquantotto mila, cosa che in serie B no è mai avvenuta. Dopo il cambio in panchina del duo Alberti – Zavettieri la nuova proprietà ha chiamato un allenatore “sacchiano” che ha sempre prodotto il 4 – 4 – 2, modulo inadatto per la squadra del capoluogo che fino a poche settimane fa non riusciva a ritrovarsi. Contro il Livorno il tecnico del Bari ha voluto “snaturare” la propria indole calcistica mettendo in campo finalmente il modulo che ha dato tanta soddisfazione nel campionato scorso. Ora la domanda è mister Mangia continuerà con questo modulo o meno?

COSA VA – Contro il Livorno la cosa che ha fatto più piacere è stato rivedere il Bari giocare con il 4 – 3 – 3. Inoltre vedere Sciaudone, Defendi e Romizi che ha sostituito il generoso Donati è stato davvero uno spettacolo perché in campo si è visto che che i tre si trovavano alla grande.

COSA NON VA – La preparazione atletica che è completamente diversa da quello dello scorso campionato. L’anno scorso i giocatori biancorossi correvano da matti fin dall’inizio di campionato. Quest’anno le cose non vanno proprio così. Il motivo? Solo chi vivrà, vedrà.

TOP & FLOP – Sicuramente tra chi ha meritato qualcosa in più in primis c’è Stevanovic che contro il Livorno ha dimostrato il suo gran talento. Il bello è chiedersi perché il Torino lo manda ancora in giro per crescere. Inoltre è da menzionare la buona prestazione del portiere biancorosso Donnarumma Non è molto piaciuta la prestazione di Galano che è stato poco incisivo nel corso dell’intera gara.

CONSIGLI PER IL MISTER – Speriamo che abbia capito che il modulo giusto per questa squadra non è il 4 – 4 – 2 ma il 4 – 3 – 3 che mette più in mostra le caratteristiche della “vecchia guardia” che ha dimostrato di trovarsi alla grande. Mangia deve continuare su questo modulo perché con un altro modulo il Bari non sarebbe la squadra vista nel corso dello scorso anno.

IL FUTURO – Si chiama Vicenza. Martedì prossimo il Bari dovrà tentare di portare a casa tre punti fondamentali per il prosieguo del campionato. Perché non pensare che martedì sera il Bari potrebbe anche trovarsi a quota 9 in classifica?

 

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.