mercoledì , 25 Maggio 2022
Home » Bari Calcio » Il Punto sul Bari del 23 settembre 2015
micol bari calcio

Il Punto sul Bari del 23 settembre 2015

Quattro pesanti sberle che potrebbero costare il posto a Nicola

 

 

Dopo Crotone – Bari terminata 4 – 1 per i padroni di casa il presidente Paparesta e’ apparso non scuro, ma scurissimo, in volto. Nel gioco del calcio, come nella vita ci sta di perdere, ma perdere così come hanno fatto i biancorossi con un organico più importante di quello del Crotone, lascia un po’ a desiderare. All’indomani della pesante sconfitta sul banco degli imputati finisce il tecnico Nicola il quale ha cambiato modulo, passando dal 4 – 3 – 3 visto nelle precedenti gare, al 3 – 4 – 2 – 1. Ma questa non è la sola cosa perché contro la squadra di Juric il tecnico biancorosso ha mandato in campo ben sei giocatori nuovi rispetto alla precedente gara contro il Pescara lasciando in panchina giocatori del calibro di Maniero, De Luca, Di Cesare cosa che almeno per il momento il Bari non può permettersi. Ora toccherà a Paparesta decidere se continuare ancora con Nicola o cambiare tecnico. Forse la gara di domenica pomeriggio al ” San Nicola” contro l’Avellino, se le cose non dovessero andare per il verso giusto, potrebbe essere l’ultima di Nicola sulla panchina del Bari.

 

COSA VA – Nella serata di ieri, che andrebbe subito dimenticata, l’unica nota positiva è stato Sansone il quale è sembrato essere davvero in palla.

 

COSA NON VA – La serata di ieri. Da domenica prossima bisognerà incominciare a pedalare più forte degli altri per non distaccarsi troppo dalle altre.

 

TOP & FLOP – Nella devastante serata di ieri l’unico a meritarsi la sufficienza è stato Sansone, non per il goal realizzato, ma per la cattiveria agonistica che ha messo in campo anche quando la sua squadra era sotto con il punteggio. Per il resto è meglio dimenticare subito la trasferta di Crotone.

 

CONSIGLI AL MISTER – Perché in una partita così importante dove i biancorossi dovevano cercare di tornare a casa con una vittoria ha sconvolto il modulo mandando in campo sei giocatori nuovi rispetto alla passata gara contro il Pescara e, soprattutto, lasciando in panchina giocatori del calibro di Maniero, De Luca e Di Cesare? Speriamo che dalla prossima partita contro l’Avellino si possa vedere nuovamente un Bari con il 4 – 3 – 3 e con gli stessi giocatori scesi in campo nelle precedenti gare.

 

IL FUTURO – Quello di Nicola potrebbe essere in bilico se dovesse pareggiare o addirittura perdere. Quella contro gli irpini, se le cose non dovessero andare per il verso giusto, potrebbe essere l’ultima gara con in panchina l’ex tecnico del Livorno.

 

 

 

 

 

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.