lunedì , 21 Settembre 2020
Home » Bari Calcio » Il Punto sul Bari del 23 settembre 2019

Il Punto sul Bari del 23 settembre 2019

Ed ora che succede?

 

Dopo il secondo ko del campionato i biancorossi si posizionano in classifica all’undicesimo posto con appena sette punti dopo la quinta giornata. Ad inizio di campionato una situazione così non si poteva mai immaginare, visto che la proprietà durante l’estate ha allestito una formazione per “vincere” il campionato spendendo diversi milioni di euro. Ad oggi i fatti dicono un’altra cosa. Il Bari sta faticando, e non poco, a calarsi in questa nuova realtà, realtà che si sapeva fin da subito sarebbe stata alquanto difficile. Ma dopo cinque giornate di campionato non ci si aspettava di vedere il Bari in questa posizione di classifica, a cinque punti dalla capolista Ternana e a tre dalla zona retrocessione. E a questo punto che succede? Succede che la società ieri sera intorno alle 23.30 ha esonerato Cornacchini. Intanto si fanno diversi nomi tipo l’ex Stellone, Cosmi e Baroni, quest’ultimo difficile che possa arrivare. Ultimo nome che è girato questa mattina è quello di Vivarini ancora legato all’Ascoli. Ma anche Grassadonia e Pillon sono tra i papabili. A due giorni dal derby casalingo contro il Monopoli i biancorossi si ritrovano ancora senza un tecnico in panchina. Ma, dopo l’esonero del tecnico, ci si interroga su una cosa. E’ stato solo lui il problema della situazione che si è venuta a creare o anche i giocatori ci hanno messo del loro? Certo è che per la prossima gara contro il Monopoli, Cornacchini e il suo staff non siederanno in panchina per cui toccherà solo ed esclusivamente a Frattali e compagni dimostrare se era il tecnico ad essere il vero problema o meno.

 

 

COSA VA – La reazione, un po’ sconfusionata, che il Bari ha avuto dopo la rete del vantaggio della Virtus Francavilla. Hanno attaccato a testa bassa cercando di raggiungere il pareggio, ma solo in due occasioni con Antenucci e D’Ursi, si sono fatti davvero pericolosi.

 

COSA NON VA – Come detto in precedenza tutti i giocatori del Bari devono calarsi in questo nuovo campionato perché quasi tutte, o forse tutte, si sono già calate in questa nuova avventura. I biancorossi devono capire che in Lega Pro ogni partita è una battaglia per cui dovrebbero entrare in campo sempre con quella “cattiveria agonistica” sapendo che chi affronterà il Bari darà sempre il massimo.

 

TOP & FLOP – Potremmo dire che il migliore in campo è stato Antenucci il quale è stato il giocatore più pericoloso. Altro giocatore che ha fatto vedere qualcosa rispetto ai suoi compagni di squadra è stato Hamlili, poi sostituito per far entrare un attaccante. Il resto della squadra non ha raggiunto la sufficienza.

 

 

IL FUTURO – Se i biancorossi non dovessero vincere mercoledì sera in casa contro il Monopoli, squadra che ieri ha battuto il Catania in casa per 4 – 2, il futuro potrebbe davvero diventare nebuloso è pieno di incertezze.

Tutto su Micol Tortora