mercoledì , 28 Luglio 2021
Home » Bari Calcio » Il Punto sul Bari del 24 maggio

Il Punto sul Bari del 24 maggio

Dalla Feralpisalo’ una bella lezione di gioco

 

Il primo round tra la Feralpisalo’ e il Bari se lo è aggiudicato meritatamente la squadra lombarda. A deciderlo è stata una bella rete messa a segno al 10’ della ripresa da Tulli. Ora mercoledì pomeriggio nella gara di ritorno i biancorossi saranno costretti a vincere per passare il turno e accedere ai quarti. Certo è che dopo la partita di domenica l’impresa sembra veramente ardua visto che la formazione allenata da Pavanel è riuscita con il suo gioco a mettere in grossa difficoltà la compagine pugliese. Inoltre per tutto il primo tempo i biancorossi sembra non siano entrati in partita visto che non hanno mai impensierito il portiere De Lucia. E per una squadra che deve tentare a tutti i costi di arrivare tra i cadetti questa cosa è inaccettabile. Il Bari, per il suo blasone, dovrebbe imporsi e dettare legge su tutti i campi, ma questo purtroppo non è accaduto durante il campionato e nel primo turno nazionale dei playoff.

 

COSA VA – È difficile trovarlo. Quello che si può dire e che mercoledì ci vorrà in campo un altro Bari come quello visto contro il Foggia.

 

COSA NON VA – L’approccio alla gara. Da subito i padroni di casa hanno incominciato a pressare gli avversari e a far capire loro che per il Bari non sarebbe stata una domenica facile. Alla fine il campo ha detto che la squadra lombarda è riuscita nel suo intento, quello di mettere da subito in difficoltà i biancorossi con un buon pressing è un gioco veloce.

 

TOP & FLOP – Tra tutti merita un bel nove Frattali il quale è riuscito, con tre ottimi interventi, ad evitare un passivo più pesante. Il resto della squadra, dalla difesa all’attacco, non pervenuto.

 

 

CONSIGLI PER IL MISTER – Perché il suo Bari non è riuscito a ripetere la stessa prestazione vista contro il Foggia? Eppure dalla partita contro i satanelli e quella contro i lombardi erano passati appena tre giorni, non una infinita’. Cosa è successo e cambiato nella testa dei giocatori? Ed è proprio su questo che il tecnico prima dovrà capire e, poi, lavorarci su.

 

 

IL FUTURO – Si chiama ritorno del secondo turno nazionale dei playoff di mercoledì pomeriggio, alle 17.30 al “San Nicola”. In primis sarà vietato categoricamente di commettere errori come quelli commessi nel corso del campionato; in secundis per passare il turno ci vorrà una squadra che faccia una prestazione a dir poco perfetta. Inoltre servirà un attacco che riesca a fare la differenza. Nella gara di andata il tridente composto da Antenucci, D’Ursi e Marras è stato sovrastato da quello dei lombardi composto da D’Orazio, Tulli e Guerra che hanno fatto davvero la differenza. Mercoledì ci vorrà in campo un altro Baricon un’altra mentalità e un altro modo di giocare.

Tutto su Micol Tortora