sabato , 26 Settembre 2020
Home » Bari Calcio » Il Punto sul Bari del 26 settembre 2019

Il Punto sul Bari del 26 settembre 2019

Ma i biancorossi sono davvero una Ferrari?

 

Dopo il derby ci si interroga se l’ex tecnico Cornacchini avesse davvero in mano una Ferrari o meno. Dopo il cambio di panchina, con Vivarini nuovo tecnico, la situazione, almeno per ora non è cambiata. Dopo un primo tempo dove il Bari ha fatto la partita non riuscendo, però, a concretizzare in quanto il Monopoli è riuscito bene a bloccare il gioco dei biancorossi, nella ripresa si è visto un Bari che si è spento, che non è riuscito mai ad impensierire Menegatti. Certo è che il risultato ottenuto ieri sera non è colpa del nuovo tecnico che ha lavorato pochissimo a livello tecnico, solo ventiquattr’ore, ma molto sulla testa dei giocatori. Fino ad oggi si era data la colpa del non bel gioco a Cornacchini, ma dopo la gara di ieri contro il Monopoli, è sembrato che, forse forse, non era tutta colpa dell’ex tecnico.

 

 

COSA VA – È piaciuto il primo tempo dove il Bari ha cercato di “scardinare” la difesa del Monopoli, non riuscendoci. Finalmente, per la prima volta, non si sono visti lanci lunghi dalla difesa in attacco, ma si è giocata la palla a terra.

 

COSA NON VA – Nella ripresa il Bari si è spento, praticamente  non si è visto. Non è mai stato pericoloso, mai un’azione degna di essere chiamata così.

 

TOP & FLOP – Buona la prestazione di Costa, Berra ed Antenucci Il tecnico dovrà rivedere il reparto arretrato che ieri ha lasciato un po’ a desiderare. Per il resto della squadra c’è molto da rivedere.

 

CONSIGLI PER IL MISTER – Avrà molto da lavorare sia a livello tecnico – tattico, che a livello di corsa, che fisico. Praticamente dovrà nuovamente incominciare da zero.

 

IL FUTURO – L’imminente futuro si chiama Picerno che i biancorossi affronteranno, in trasferta, nell’anticipo di sabato sera. Sarà importante e fondamentale tornare dalla Basilicata con un risultato positivo, magari anche con la “prima” vittoria di Vivarini.

Tutto su Micol Tortora