lunedì , 28 Settembre 2020
Home » Bari Calcio » Il Punto sul Bari del 28 ottobre 2019

Il Punto sul Bari del 28 ottobre 2019

I biancorossi continuano a soffrire in trasferta

 

Mentre in casa i ragazzi di Vivarini non hanno problemi a dettare e ad imporre il loro gioco, in trasferta continuano ancora a soffrire. Nella gara di ieri contro il Catania si è visto un doppio Bari. Nei primi quarantacinque minuti i padroni di casa hanno giocato un buon calcio a ritmi alti, tant’è che i biancorossi non sono riusciti ad esprimere il loro solito gioco. Nella ripresa, invece, il Bari ha fatto soprattutto una gara di contenimento tant’è che non ci sono state vere e proprie occasioni di nota sia da una parte che dall’altra. Certo è che se non si riesce a portare a casa l’intera posta in palio, è importante anche un pareggio. E, poi, è da ricordare che pareggiare a Catania non è sicuramente un risultato da buttare via.

 

COSA VA – Il possesso palla. Anche contro gli etnei lo si è visto.

 

COSA NON VA – La sofferenza di gioco in trasferta. Ancora la squadra di Vivarini non riesce ad imporre il proprio gioco. Certamente il tecnico lavorerà anche su questo.

 

TOP & FLOP – Ogni domenica convince sempre di più Awua, giocatore di grande qualità e quantità. Sicuramente questo giocatore farà parlare di se. Buona anche la prestazione di Costa. Giornata no invece per Antenucci un po’ sottotono e per Folorunsho il quale non è stato incisivo nel corso della partita. Si è visto che non era proprio la sua giornata anche nella palla – goal avuta e sbagliata incredibilmente. Anche il reparto arretrato ha “ballato” un po’ di fronte alle incursioni di Lodi, Dall’Oglio, Di Piazza e Mazzarani.

 

CONSIGLI PER IL MISTER – Con il cambio di modulo nella ripresa, dal 3 – 5 – 2 al 4 – 3 – 1 – 2, ha trovato finalmente spazio Floriano, giocatore lasciato un po’ in “naftalina”. Inoltre è stato bravo a bloccare la costruzione dell’azione avversaria partendo da dietro. Così facendo è riuscito a far diventare il suo Bari un po’ più pericoloso come nell’incredibile occasione sbagliata da Folorunsho. È riuscito a conquistare il suo settimo risultato utile consecutivo. Deve continuare così.

 

IL FUTURO – Si chiama Vibonese che i biancorossi affronteranno domenica prossima al “San Nicola”, Vibonese che arriva in Puglia dopo il pareggio interno per 1 – 1 contro la Ternana e che la vede posizionata all’undicesimo posto in classifica a 16 punti insieme alla Paganese e alla Virtus Francavilla. In questa partita bisognerà far valere il “fattore campo” per tentare di ridurre il gap dalla capolista Reggina che domenica farà visita al Potenza.

Tutto su Micol Tortora