martedì , 26 Ottobre 2021
Home » Bari Calcio » Il Punto sul Bari del 3 maggio

Il Punto sul Bari del 3 maggio

Buon Bisceglie, meno i biancorossi

 

Il campionato di serie C si è concluso senza grandi sussulti. Di tutti i risultati dell’ultima giornata ha fatto specie la sconfitta interna per 4 – 3 della capolista contro la Juve Stabia dopo un eccezionale cavalcata in un girone, come quello C, considerato da molti addetti ai lavori, il più difficile ed ostico. Al contrario, il Bari che doveva essere protagonista, ha chiuso al quarto posto con 63 punti tenendo così a distanza sia la Juve Stabia che il Catania che, in rimonta, ha pareggiato per 2 – 2 in casa del Foggia. Con la vittoria di ieri nel derby, i biancorossi salteranno il primo turno degli spareggi promozione. I ragazzi di Auteri torneranno nuovamente in campo il 12. Cosa dire dell’ultima gara del Bari? Si è vista una prolungata azione offensiva che non ha prodotto granché, per non dire nulla. Purtroppo anche contro la squadra di Bucaro sì è vista la stessa squadra con poche idee, ma non solo, vista durante tutto il corso del campionato. Per quanto riguarda invece il Bisceglie solo applausi, visto che la formazione nero – azzurra stellata ha dimostrato contro i biancorossi grande grinta, nessuna paura reverenziale, ma soprattutto, ha dimostrato grande organizzazione di gioco, cosa che non si può dire del Bari. Hanno fatto una impressione più che positiva Mansour, Rocco e l’ex Romizi, il più “anziano” del gruppo, che ha dettato i tempi e ha servito con i suoi lanci o con i suoi passaggi i suoi compagni. Se fosse rimasto nel Bari…

 

COSA VA – Il quarto posto conquistato. Ora bisognerà aspettare il prossimo avversario dei biancorossi che potrebbe essere anche il Palermo.

 

COSA NON VA – Anche nell’ultima gara abbiamo assistito al solito Bari, con poche idee e poca intensità di gioco.

 

TOP & FLOP – Su tutti Antenucci. Ogni occasione importante e pericolosa è passata dai suoi piedi così come è accaduto in occasione del passaggio dell’1 – 1 per D’Ursi. Nella ripresa è stato proprio lui a regalare tre punti importanti alla squadra biancorossa. Per il resto la squadra del Bari ha offerto una prestazione non proprio esaltante compreso Cianci dal quale ci si aspettava molto di più. In 90’ ha concluso in porta solo una volta.

 

 

CONSIGLI PER IL MISTER – Perché non aver inserito, fin dal primo minuto il giovane attaccante Mercurio? Grazie a lui e alla sua finta, Antenucci è riuscito a ribadire in rete. Questo ragazzo meriterebbe più spazio. Perché non utilizzarlo in questi playoff?

 

 

IL FUTURO – Nei playoff sarà vietato sbagliare. Qui ci si gioca una intera stagione calcistica e non solo. Il lavoro di un anno in una sola partita, quanta responsabilità per i giocatori del Bari. Nel corso del campionato si è parlato di pressioni, pressioni che non ci sono mai state visto che i tifosi non hanno potuto seguire gli allenamenti dei propri beniamini e, soprattutto, non sono andati allo stadio. Dal 12 s inizierà davvero a fare sul serio ed incominceranno le vere pressioni.

Tutto su Micol Tortora