martedì , 20 Ottobre 2020
Home » Bari Calcio » Il Punto sul Bari del 31 gennaio 2016

Il Punto sul Bari del 31 gennaio 2016

A Pescara un passo indietro

Dopo il pareggio contro lo Spezia e la vittoria conseguita contro il Vicenza ci si aspettava una vera e propria “prova di forza” contro una diretta concorrente per raggiungere la massima serie ed invece proprio contro il Pescara di Oddo, squadra quadrata che gioca quasi a memoria i giocatori biancorossi hanno disputato un primo tempo da dimenticare. Mai un’azione pericolosa, alcuni biancorossi scesi in campo fisicamente avevano lasciato la testa negli spogliatoi, tant’è che la formazione di casa ha chiuso meritatamente in vantaggio i primi quarantacinque minuti. Nella ripresa, poi, il Bari che non ti aspetti. I ragazzi di Camplone sono scesi in campo con un’altra testa, più grintosi e vogliosi di raggiungere il pareggio. Raggiunto il meritato pareggio il Bari si è buttato tutto in attacco per cercare di vincere la partita. Ma proprio nel momento migliore dei biancorossi il Pescara è riuscito a passare per ben due volte con un errore incredibile di Rada in difesa e con una rete di Caprari in contropiede. Da venerdì sera in casa contro il Crotone si spera di poter vedere un altro Bari, grintoso e voglioso fin dai primi minuti di gioco.

COSA VA – Gli ultimi trenta minuti della ripresa quando i biancorossi hanno incominciato a spingere davvero sull’accelleratore. Un po’ in ritardo.

COSA NON VA – Tutto il primo tempo quando il Bari davvero non è sceso in campo. Non è questa la giusta mentalità di una squadra costruita per andare in serie A e che dovrebbe tentare di imporsi su qualsiasi campo ed invece questa squadra ieri sul campo del Pescara ha stentato e non poco.

TOP & FLOP – Buona la prestazione della “zanzara” che pur non essendo ancora al cento per cento della forma si è dato da fare lì in attacco riuscendo, su uno stupendo assist di Defendi dalla destra, a mettere dentro di testa. Si parlava di Defendi, un grande giocatore che quando è chiamato in causa non ha mai deluso le aspettative del tecnico e dei tifosi che hanno creduto sempre in lui. Non positiva la prestazione della difesa che nell’occasione del 2 – 1 si è fatta prendere in “scacco” dando il la al capocannoniere della serie B di andare in rete. Da migliorare anche il reparto offensivo, poco convincente. Da Maniero ci si aspetta molto molto di più. Anche Rosina non sta dando quello che dovrebbe dare. Un po’ stanco, forse dovrebbe rifiatare. Inoltre poco incisiva la prestazione di Porcari che da alcune partite sembra non essere il Porcari di una volta. Non si potrebbe puntare per qualche partita sulle prestazioni di Romizi?

CONSIGLI PER IL MISTER – Forse già da domani dovrebbe incominciare a lavorare sulla testa dei suoi giocatori e chiedergli il perché nei primi quarantacinque minuti alcuni suoi giocatori non sono pervenuti.

IL FUTURO – L’imminente futuro si chiama Crotone, squadra che dopo il Pescara, ha un buon gioco, veloce e pratico. Per cui venerdì sera bisognerà fare davvero attenzione alla compagine calabrese. Per portare a casa un risultato positivo sarà importante scendere in campo, fino dai primi minuti di gioco, con un appiglio diverso rispetto a quanto si è visto ieri durante tutto il primo tempo.

 

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.