venerdì , 26 Febbraio 2021
Home » Bari Calcio » Il Punto sul Bari del 4 febbraio 2021

Il Punto sul Bari del 4 febbraio 2021

Una squadra senza mordente, senza idee e senza “cattiveria” agonistica. È apparso così il Bari sceso in campo contro la Cavese, ultima in classifica. Dopo la sconfitta di sabato scorso subita a Teramo, contro la squadra di Campilongo ci si aspettava una squadra chiamata a dare risposte importanti ed invece si è assistito ad uno spettacolo indecoroso. Nel mirino dei tifosi è finito il mercato di riparazione che ha visto arrivare solo tre giocatori, e in prestito, Rolando, Sarzi Puttini e Cianci e la partenza di ben sette giocatori. A finire sul banco degli imputati sono stati Giuntoli prima e Romairone dopo. Il primo accusato dai sostenitori biancorossi di aver portato a Bari, durante il mercato estivo, molti giocatori e di aver fatto loro contratti lunghi, mentre il secondo di aver portato nel capoluogo, durante il mercato di riparazione, solo tre giocatori e in prestito.

 

COSA VA – Trovare qualcosa che sia andato bene contro la Cavese è davvero difficile, quasi impossibile. Praticamente non ha funzionato nulla.

 

COSA NON VA – Tutto. Non si può scendere in campo senza la giusta “cattiveria” agonistica. I biancorossi avrebbero dovuto dare molto ma molto di più e onorare una maglia indossata da giocatori importanti.

 

TOP & FLOP – A salvarsi da questa “debacle” totale sono solo Frattali, sempre attento come in occasione della parata su Gerardi, Sarzi Puttini per aver effettuato il cross dell’1 – 1 e D’Ursi, l’autore del pareggio. Sul resto della squadra, no comment.

 

 

CONSIGLI PER IL MISTER – È finito sul banco degli imputati per il non gioco del Bari. Ma a scendere in campo non è lui. In questo ritiro a tempo indeterminato dovrà cercare di lavorare sulla psiche di ogni singolo giocatore. Inoltre dovrà tentare di inculcare la passione per una maglia importante come quella del Bari.

 

IL FUTURO – Si chiama Viterbese che i biancorossi affronteranno al “San Nicola” domenica prossima alle 12.30. Sarà importante tornare alla vittoria non per tentare di raggiungere la Ternana, squadra irraggiungibile, ma per “blindare” il secondo posto.

Tutto su Micol Tortora