giovedì , 24 Settembre 2020
Home » Bari Calcio » In attesa del big – match contro la Turris, il Bari ne fa cinque

In attesa del big – match contro la Turris, il Bari ne fa cinque

I biancorossi si sono imposti contro l’Igea Virtus con un roboante 5 – 0. A segno Floriano ( doppietta ), Di Cesare, Neglia e Simeri. Ed ora testa alla Turris

 

Primo tempo senza storia quello tra Bari e Igea Virtus. I primi quarantacinque minuti sono stati tutti di stampo biancorosso. Buona la prestazione di Floriano che al 9’ e al 17’ ha realizzato una doppietta. Al 45’, poi, è arrivata anche la rete di Di Cesare di testa su un angolo battuto in maniera perfetta da Brienza. L’Igea Virtus? Non pervenuta.

 

Nella ripresa è stata una partita senza storia visto che i biancorossi hanno realizzato la rete del 4 – 0 al 33’ con Neglia e chiuso i giochi al 40’ con un gran tiro di destro di Simeri. Buona la prestazione di tutti i biancorossi in attesa del match clou di domenica prossima a Torre del Greco contro la Turris.

.

Bari ( 4 – 2 – 3 – 1 ): Marfella, Aloisi, Mattera, Di Cesare, Quagliata, Hamlili, Bolzoni, Floriano, Brienza, Liguori, Simeri. A disposizione: Bellussi, Cacioli, Neglia, Bianchi, Piovanello, Iadaresta, Feola, Nannini, Pozzebon. All: Cornacchini

 

 

Igea Virtus ( 3 – 5 – 2 ): Cannizzaro, Allegra, Diamoutene, Bucca, Moussa, Grosso, Giambanco, Dodaro, Akrapovic, Asprilla, Perkovic. A disposizione: Cascione, Miuccio, Calabrese, Mancuso, Pisaniello, Mattaliano, Sylla, Cucchiara, Velardi. All: Tedesco

 

Spettatori: circa novemila. Ammoniti: Simeri. Espulsi: nessuno. Angoli: 3 – 1. Recupero tempo: p.t. 2’; s.t. 5’

 

 

ARBITRO: Bordin di Bassano del Grappa

 

 

MARCATORI: p.t. 9’ Floriano; 17’ Floriano; 45’ Di Cesare; s.t. 33’ Neglia; 40’ Simeri

 

 

LA CRONACA:

Al 6’ angolo battuto da Floriano, colpo di testa di Mattera, parato. Al 9’ il Bari passa in vantaggio. Cross dalla destra di Liguori, errore di un difensore dell’Igea, ne approfitta Floriano che mette dentro di sinistro. Al 17’ il Bari raddoppia. Tacco di tacco di Liguori per Floriano che di destro mette la palla nell’angolino alla destra di Cannizzaro.

Al 21’ fuori Akrapovic per infortunio, dentro Pisaniello. Al 25, tiro di sinistro dalla distanza di Di Cesare di poco al lato sulla sinistra di Cannizzaro. Al 35’ conclusione di sinistro di Liguori di poco alta sulla traversa. Al 45’ i biancorossi triplicano. Angolo battuto da Brienza, colpo di testa di Di Cesare con palla che s’infila nell’angolo basso alla destra di Cannizzaro.

 

Nella ripresa, al 1’, sostituzione per il Bari. Dentro Neglia, fuori Floriano. Per l’Igea Virtus doppio cambio. Dentro Velardi e Sylla, fuori Grosso e Bucca. Al 6’ tiro di Simeri di sinistroe palla respinta dal portiere ospite. Al 30’ doppia sostituzione per l’Igea Virtus. Dentro  Miuccio e Calabrese, fuori Giambanco e Perkovic. 33’ i biancorossi segnano la rete del 4 – 0. Neglia, a tu per tu col portiere, con un pallonetto mette dentro. Al 40’ il Bari si porta sul 5 – 0. Gran tiro di destro di Simeri da fuori area e palla che s’insacca sulla destra di Cannizzaro. Al 44’ doppio cambio per il Bari. Dentro Iadaresta e Piovanello, fuori Brienza e Di Cesare.

 

90’:

Cornacchini: “Oggi dovevamo per forza vincere. Tutti i ragazzi sono stati bravi. Contro l’Igea mi ha convinto tutto. Oggi mi sembra che non ci sia stata partita. Il vantaggio iniziale ha fatto svanire ogni tipo di tensione. Oggi mi è piaciuto l’atteggiamento che i ragazzi hanno avuto in campo. Nella ripresa ho chiesto ai giocatori di continuare a giocare per segnare. Visto le caratteristiche tecniche dei nostri centrocampisti non siamo capaci di gestire la palla. Sono molto contento per Simeri che oggi è andato in rete. Liguori? Ha tecnica e ha giocato nel suo ruolo naturale. E’ un giocatore dinamico e si è calato molto bene in partita. Oggi l’ho schierato perché fino a pochi giorni fa Piovanello era in dubbio.  Quagliata? Ha un bel piede, è aggressivo e gli piace molto verticalizzare. Brienza? Gioca un altro tipo di calcioe non sempre è facile capirlo in quanto è capace di tirare fuori sempre qualcosa di sorprendente. La gara di domenica prossima? Arriviamo nella condizione ideale. A Torre del Greco dovremo fare la nostra partita. Il loro campo è in erba sintetica e non è molto grande. Loro sono abituati a giocare su questo campo mentre noi dovremo essere bravi ad interpretare al meglio la gara. La partita contro la Turris la dovremo preparare come una qualsiasi partita. Noi siamo stati costruiti per vincere, mentre gli altri possono giocare con più serenità. Sarà importante non dare grandi pressioni. Per quanto mi riguarda dovrò essere bravo a non sbagliare le scelte.

 

 

 

 

Tutto su Micol Tortora