mercoledì , 5 Agosto 2020
Home » Bari Calcio » La Reggiana conquista meritatamente la B

La Reggiana conquista meritatamente la B

L’attaccante Kargbo al 5’ della ripresa regala agli emiliani il meritato passaggio

 

Quella tra Reggiana e Bari è stata nel primo tempo una vera partita da finale playoff. Dopo un inizio di partita tutto della squadra di mister Alvini che, per ben due volte, è andato vicino al vantaggio prima con Varone e poi con Kargbo che hanno entrambi colpito il primo l’incrocio dei pali, mentre il secondo il palo sulla destra di Frattali, alla distanza è venuto fuori il Bari che è riuscito a prendere le misure alla squadra di casa, ma soprattutto al giovane attaccante Kargbo, i biancorossi sono stati pericolosi al 37’ con un tiro a giro di destro di Antenucci uscita di poco sulla sinistra di Venturi e al 43’ con un tiro in diagonale di sinistro di Costantino alto di poco sulla traversa.

 

La ripresa è iniziata come nel primo tempo, con la Reggiana che ha giocato come nei primi minuti. Quello che si può dire è che la Squadra di casa ha meritato il passaggio nella serie cadetta. Non c’è più nulla da aggiungere.

 

Finale playoff di Serie C

 

Reggiana ( 3 – 4 – 1 – 2 ): Venturi, Spanò, Rozzio, Costa, Libutti, Rossi, Varone, Favalli, Radrezza, Kargbo, Zamparo. A disposizione: Narduzzo, Martinelli, Zanini, Scappini, Valencia, Lunetta, Serrotti, Espeche, Staiti, Kirwan, Pellizzari, Marchi. All: Alvini

 

Bari ( 4 – 3 – 1 – 2 ): Frattali, Ciofani, Sabbione, Di Cesare, Costa, Hamlili, Maita, Schiavone, Laribi, Simeri, Antenucci. A disposizione: Marfella, Liso, Perrotta, Costantino, Corsinelli, D’Ursi, Folorunsho, Bianco, Berra, Terrani, Scavone. All: Vivarini

 

Ammoniti: Rossi, Antenucci, Staiti, D’Ursi, Costa. Espulsi: Vivarini. Angoli: 8 – 5. Recupero tempo: p.t. 2’; s.t. 5’

 

 

ARBITRO: Paterna di Teramo.

 

 

MARCATORI: s.t. 5’ Kargbo

 

 

LA CRONACA:

Al 3’ calcio d’angolo battuto da Rossi, colpo di testa di Varone che colpisce l’incrocio dei pali sulla destra di Frattali. Al 7’ prima sostituzione per il Bari. Dentro Costantino, fuori Simeri per infortunio. Al 10’ ancora la Reggiana vicina al vantaggio. Kargbo parte in velocità sulla destra, tiro del giovane giocatore della Reggiana ne colpisce il palo sulla destra di Frattali, palla che ritorna sui piedi di Kargbo che tira nuovamente, ma la sfera termina al lato sempre sulla destra dell’estremo difensore biancorosso. Al 23’ tiro dalla distanza di sinistro di Radrezza e sfera deviata in corner da Frattali. Al 33’ ammonito Rossi per una trattenuta su Schiavone. Al 37’ tiro a giro di destro di Antenucci di pochissimo fuori sulla sinistra di Venturi. Al 43’ tiro di sinistro in diagonale di Costantino con palla che finisce di poco alta sulla traversa.

 

Nella ripresa, al 5’, la Reggiana si porta in vantaggio. Cross dalla sinistra di Varone, colpo di testa di Kargbo che fulmina Ciofani in area e batte Frattali. Al 10’ ammonito Antenucci per un fallo inesistente dell’attaccante. Al 15’ doppio cambio per la Reggiana. Fuori Zamparo, dentro Marchi, fuori Favalli dentro Kirwan. Per il Bari dentro Bianco, fuori Scavone. Altro doppio cambio per la Reggiana. Dentro Staiti e Lunetta, fuori Libutti e Rossi. Al 27’ ammonito Staiti. Al 30’ doppio cambio per il Bari. Dentro D’Ursi e Terrani, fuori Costantino e Hamlili. Al 40’ dentro Espeche, fuori Barone. Al 42’ punizione per la Reggiana. Calcia Staiti, pallone deviato da Laribi in angolo. Al 44’ ammonito D’Ursi. Al 46’ espulso Vivarini per proteste. Al 48’ ammonito Costa.

 

90’:

Vivarini: “Ho già rivisto l’azione. Il fallo di mano al limite era loro. Si sono lamentati degli arbitri tutto l’anno, ma questi eventi ci penalizzano. Merito alla Reggiana che è una buona squadra. Questa sera siamo noi a dover recriminare. Loro ad inizio partita ci hanno messo in grande difficoltà poi siamo venuti fuori e abbiamo avuto le nostre occasioni. Il goal l’abbiamo fatto, ma ci è stato annullato. Dobbiamo accettarlo”.

 

Alvini: “La Reggiana ha meritato la promozione in B per quanto fatto durante l’anno perché ha insistito su una identità ben precisa. Il Bari si è dimostrato una grande squadra ma stasera ha trovato davanti una grande Reggiana. La vittoria premia il lavoro della società e la serie B è diventato un sogno”.

Tutto su Micol Tortora