domenica , 28 Novembre 2021
Home » Bari Calcio » La Ternana si dimostra squadra

La Ternana si dimostra squadra

Dopo essere passati in svantaggio pareggiano prima con Kontek e, verso la fine, trovano il vantaggio grazie a una grandissima rete dell’ex Defendi. Ora per il Bari si fa dura

 

 

Bel primo tempo combattuto quello tra Ternana e Bari, biancorossi che hanno interpretato nel modo migliore i primi quarantacinque minuti aggredendo gli avversari in possesso palla, non lasciandoli giocare. Al 2’ i ragazzi di Carrera si sono portati in vantaggio grazie ad un bel tiro dalla distanza di Maita sul quale non ha potuto far nulla Iannarilli. Dal 40’ in poi è stata la squadra di casa a tentare di fare la partita, ma il Bari è riuscito a bloccare ogni spazio.

 

Nella ripresa i ragazzi di Lucarelli hanno atteso il momento giusto per colpire e, al 39’ hanno trovato il pareggio con un colpo di testa di Kontek lasciato completamente solo in area. Dopo il raggiunto pareggio i padroni di casa hanno incominciato a pigiare sull’accelleratore raggiungendo il meritato vantaggio grazie ad un bellissimo tiro a volo di destro dell’ex Defendi il quale ha regalato alla sua squadra tre punti importanti in chiave promozione.

 

 

Ternana ( 4 – 2 – 3 – 1 ): Iannarilli, Defendi, Boben, Kontek, Mammarella, Proietti, Palumbo, Partipilo, Falletti, Furlan, Vantaggiato. A disposizione: Casadei, Celli, Damian, Ferrante, Russo, Siagher, Onesti, Pagherà, Raicevic, Peralta, Salzano, Frascatore. All: Lucarelli

 

Bari ( 4 – 3 – 3 ): Frattali, Semenzato, Perrotta, Di Cesare, Sarzi Puttini, De Risio, Maita, Bianco, Rolando, Cianci, Candellone. A disposizione: Marfella, Fiory, Antenucci, D’Ursi, Dargenio, Rutigliano, Sabbione, Minelli, Lollo, Colaci, Mercurio. All: Carrera

 

Ammoniti: Paghera, Falletti, Bianco. Espulsi: Angoli: 8 – 4. Recupero tempo: p.t. 0’; s.t. 6’

 

 

RETI: p.t. 2’ Maita; s.t. 39’ Kontek; 49’ Defendi

 

 

 

ARBITRO: Zufferi di Udine

 

 

LA CRONACA:

Al 2’ Maita ruba palla al limite e fa partire un destro imprendibile che si insacca sulla destra di Iannarilli che non può nulla. Al 4’ ancora B@ri. Sinistro a giro di Cianci con l’estremo difensore di casa che vola e devia in angolo. Dopo un minuto Iannarilli compie un vero e proprio miracolo respingendo per ben due volte due tiri dei biancorossi. Al 10’ tiro di Furlan di destro con Frattali che respinge. Al 29’ Ternana vicino al pareggio. Tiro di Furlan, palla smorzata da un difensore biancorosso, Vantaggiato arriva e tocca con il sinistro con palla che si ferma sul palo sulla sinistra di Frattali. Al 30’ tiro di Rolando dalla destra con Iannarilli che manda in angolo. Al 31’ tiro di Maita di sinistro dalla distanza con il portiere di casa che devia in angolo.

 

Nella ripresa, al 5’, padroni di casa vicini al pareggio. Uno – due tra Partipilo e Defendi che, di tacco, serve il suo compagno di squadra. Tiro di quest’ultimo sul primo palo con palla che esce di pochissimo. Al 12’ dentro Peralta, fuori Furlan. Al 14’ ancora un cambio per la Ternana. Dentro Paghera, fuori Proietti. Nel Bari dentro D’Ursi, fuori Candellone. Al 20’ dentro Ferrante, fuori Vantaggiato. Al 22’ ammonito Paghera per fallo su Maita. Al 24’ Falletti per Ferrante, tiro respinto da un difensore. Al 26’ tiro dalla distanza di sinistro di Palumbo parato da Frattali. Al 28’ ammonito Falletti. Al 30’ ammonito Bianco per fallo su Falletti. Al 34’ doppio cambio per laTernana. Dentro Raicevic e Damian, fuori Partipilo e Palumbo. Per il Bari triplo cambio. Dentro Minelli, Antenucci e Sabbione. Fuori Di Cesare, infortunato, Rolando e Cianci. Al 39’ la Ternana pareggia. Angolo battuto da Mammarella, tutto solo Kontek di testa mette dentro. Al 40’ tiro di Peralta sul secondo palo, Frattali respinge e Damian non riesce ad arrivare per tempo. Al 49’ i padroni di casa passano in vantaggio. Rete pazzesca dell’ex Defendi che con un gran tiro a volo di sinistro batte Frattali che non può nulla.

 

90’:

Carrera: “Abbiamo regalato due goal su nostre disattenzioni. Questa è la dinamica della partita. Nel secondo tempo non abbiamo giocato come sapevamo ed è per questo che abbiamo preso queste due reti. Si perde e si vince in undici. Tutta la squadra ha mancato di attenzione nei minuti cruciali contro una formazione che ha qualità alla quale non puoi concedere nulla perché ti fanno subito goal”.

 

Il tecnico ha parlato anche del cambio tattico effettuato. “Ho cambiato assetto tattico perché Cianci aveva un po’ di male al piede e Rolando faceva fatica sugli esterni. Ripeto, abbiamo preso due goal evitabilissimi. La concentrazione non deve mai mancare. Le partite finiscono quando l’arbitro fischia. Non possiamo pensare di aver vinto una partita a otto minuti dalla fine. Quando l’allenatore fa dei cambi li fa per dare qualcosa in più alla squadra in quel momento. Di questo ne parleremo in settimana”.

 

Ha spiegato il motivo per il quale ha tenuto inizialmente Antenucci in panchina. “ La scelta di tenere in panchina Antenucci è stata fatta perché giocavamo con la Ternana, niente di particolare. Non c’è nessun messaggio. Si tratta solo di attenzione, cattiveria agonistica e di correre. Dobbiamo continuare a lavorare per il secondo posto. Io sono colpevole come tutti. Quando la squadra perde il tecnico è il primo colpevole. Mi prendo le mie responsabilità. Quello che posso fare è, già da domani mattina, andare al campo a fare allenamento cercando di rimediare agli errori che abbiamo fatto. Si deve migliorare perché le partite terminano al novantesimo. Nessuno ti regala niente. Le partite si vincono sul campo. La cattiveria agonistica deve essere necessaria per la squadra. Nel primo tempo potevamo fare altri goal ma, di fronte ad una squadra che non molla, rischi di perdere la partita e il loro pareggio è arrivato per una nostra disattenzione. Non si può prendere goal su angolo con un uomo libero non marcato da nessuno. Questa è stata una disattenzione da parte di chi doveva marcarlo”.

 

Di Cesare: “Avevo i crampi, sentivo un qualcosa al polpaccio. Per fortuna non è nulla di grave. Era un mese e mezzo che non giocavo. Contro la Ternana è andata così. Abbiamo fatto un ottimo primo tempo mettendoli in difficoltà. Potevamo sicuramente fare più goal. A volte il calcio è crudele. Abbiamo perso e per questo dobbiamo assumerci le nostre responsabilità come abbiamo fatto sempre. Venire a Terni e affrontare una grande squadra come la Ternana, senza vedere grosse differenze, vuol dire che ci siamo. Alcune volte abbiamo dei blackout. Nel primo tempo non abbiamo concesso nulla, poi Defendi si è inventato quella rete incredibile. Bravo anche lui”.

 

 

 

 

 

Tutto su Micol Tortora