mercoledì , 23 Settembre 2020
Home » Bari Calcio » L’Avellino rimane la “bestia nera” del Bari

L’Avellino rimane la “bestia nera” del Bari

Al “Partenio” finisce 2 – 2 dopo che i biancorossi avevano ribaltato nella ripresa il risultato dell’1 – 0 di Charpentier con una doppietta di Simeri. Rispetto alla partita contro la Ternana due punti persi

 

Quello visto nel primo tempo sicuramente non è stato il Bari visto contro la Ternana. Contro l’Avellino si è visto un Bari che ha fatto molta fatica ad arrivare verso l’area avversaria grazie ad una buona disposizione della formazione allenata da Capuano. I ragazzi di Vivarini sono stati pericolosi in due occasioni, la prima al 1’ con una bella conclusione in diagonale di sinistro di Neglia deviato in angolo da Tonti e al 30’ sempre con Neglia il cui tiro di destro è stato parato dal portiere di casa. Per quanto riguarda l’Avellino lo si è visto all’8’ con Charpentier che ha sfruttato un errore di Perrotta involandosi verso la porta battendo Frattali con un debole tiro di destro sul primo palo.

 

Nella ripresa si è visto in campo un altro Bari che, fin da subito, ha cercato la rete del pareggio che è arrivata subito, al 1’, con un tiro rasoterra di Simeri che ha battuto Tonti sul palo basso sinistro. Dopo sei minuti i padroni di casa si sono fatti pericolosi con una punizione di Di Paolantonio che Frattali ha dovuto deviare in angolo. Al 17’ i biancorossi si portano in vantaggio con una rete, ancora una volta, di Simeri dopo un tocco di destro di Berra. E quando meno te lo aspetti arriva il pareggio dei padroni di casa con un goal molto fortunoso di Illanes che da posizione decentrata con un tocco di destro ha mandato la palla sul secondo palo beffando Frattali. Nei minuti di recupero la squadra di Capuano si è fatta pericolosa con un tiro di Parisi che ha visto Berra immolarsi.

 

Avellino ( 3 – 5 – 2 ): Tonti, Zullo, Morero, Laezza, Celjak, Rossetti, Di Paolantonio, Micovschi, Parisi, Charpentier, Albadoro. A disposizione: Abibi, Pizzella, Illanes, Njie, De Marco, Petrucci, Carbonelli, Palmisano, Evangelista, Karic, Silvestri, Alfageme. All: Capuano

 

 

Bari ( 3 – 5 – 2 ): Frattali, Sabbione, Di Cesare, Perrotta, Kupisz, Awua, Schiavone, Bianco, Osta, Neglia, Simeri. A disposizione: Marfella, Liso, Esposito, Corsinelli,  erra, Cascione, Folorunsho, Terrani, Floriano, Ferrari. All: Vivarini

 

Spettatori: 4.612 di cui 659 tifosi del Bari. Ammoniti: Albadoro, Illanes, Schiavone, Celjak, Di Cesare, Charpentier, Espulsi: nessuno. Angoli: 4 – 3. Recupero tempo: p.t. 4’; s.t. 4’

 

 

ARBITRO:  Marcenaro di Genova

 

 

MARCATORI: p.t. 8’ Charpentier; s.t. 1’ Simeri; 17’ Simeri; 28’ Illanes

 

 

LA CRONACA:

Al 1’ bella conclusione in diagonale di sinistro di Neglia servito da Simeri e gran parata del portiere di casa in angolo. All’8’ i padroni di casa si portano in vantaggio. Errore di Perrotta che ha dato il la a Charpentier di battere Frattali sul primo palo, tiro non irresistibile. Al 15’ l’arbitro ammonisce Albadoro per aver strattonato un avversario nella propria area di rigore. Al 20’ prima sostituzione per l’Avellino. Dentro Illanes, fuori Zullo per infortunio. Al 30’ conclusione di destro di Neglia parata da Tonti. Al 48’ ammonito Illanes per fallo su Costa.

 

Nella ripresa, al 1’, dentro Berra, fuori Kupisz. Sempre al 1’ il Bari pareggia. Tocco di destro al volo di Neglia a Simeri, tiro rasoterra di destro di quest’ultimo che batte Tonti sul palo basso sinistro. Al 3’ dentro De Marco, fuori Morero. Al 5’ ammonito Schiavone per una trattenuta su Albadoro. Al 7’ punizione di Di Paolantonio e grande parata di Frattali in angolo. Al 14’ dentro Terrani, fuori Awua. Al 16’ ammonito Celjak. Al 17’ i biancorossi si portano in vantaggio. Punizione per il Bari, Berra tocca il pallone con il destro mandando la palla sul secondo palo. Qui si fa trovare Simeri che batte Tonti. Al 19’ ammonito… per fallo su Costa. Al 21’ dentro Karic, fuori Rossetti, dentro Alfageme, fuori Albadoro, dentro Palmisano, fuori Laezza. Al 25’ doppia sostituzione per il Bari. Dentro Folorunsho, fuori Schiavone, dentro Corsinelli, fuori Costa. Al 28’ l’Avellino pareggia. Di Paolantonio batte una punizione, da posizione decentrata Illanes, di destro, manda la palla sul secondo palo beffando Frattali. Al 29’ ammonito Di Cesare per proteste. Dopo un minuto ultima sostituzione per il Bari. Dentro Ferrari, fuori Neglia. Al 30’ punizione di Di Paolantonio respinto da Frattali. Al 31’ ammonito Charpentier per simulazione. Al 46’ Berra si è “immolato” su un tiro di Parisi.

 

90’:

Vivarini: “Il pari ci rammarica perché eravamo riusciti a ribaltare il risultato ed avevamo il pallino del gioco. Quello di oggi è un punto che ci permette di dare continuità. Sicuramente potevamo fare meglio, ma rimane una prestazione positiva. A fine gara i ragazzi nello spogliatoio erano rammaricati e questo dimostra quanto ci tenevamo a vincere. Alla vigilia conoscevamo le insidie di questa partita in quanto il cambio di allenatore porta, da sempre, motivazioni ed energie ed oggi lo si è visto. L’Avellino ha dato tanto, è stato molto propositivo. Il terreno in sintetico non ci ha agevolato in quanto abbiamo pagato sia sotto l’aspetto fisico, sia sotto l’aspetto della brillantezza e forse anche qualcosa sotto l’aspetto mentale. Sapevamo che sarebbe stata una partita diversa dalle altre giocate fino ad ora, di certo mi darà spunti. Si poteva fare meglio sotto tutti i punti di vista. I singoli episodi? Si poteva sicuramente fare meglio. Dobbiamo lavorare su alcuni concetti che stiamo affrontando. Ripeto, prendiamoci questo punto, la prestazione positiva e continuiamo a lavorare consapevoli che dobbiamo accelerare il processo di crescita a partire dalla velocità di manovra. Gli errori difensivi? Sul primo goal l’errore è di concetto, c’è stata una mancata lettura di tutto il reparto difensivo con una disattenzione pagata cara, è un goal che non mi va giù. Sul secondo direi più casualità, ma abbiamo concesso troppi calci di punizione da posizione pericolosa. Oggi abbiamo giocato di nuovo come singoli e non come reparto, questo prescinde dal modulo. Le assenze? In questo gruppo tutti i giocatori sono importanti. Sono soddisfatto per Neglia che ha giocato una buona partita. Sulla nostra prima rete l’abbiamo provata più volte in allenamento. Bravi i ragazzi a concretizzarla. La sostituzione di Costa? Dobbiamo gestire alcune situazioni. Pippo era uscito contro la Ternana per crampi e, anche in ottica infrasettimanale, abbiamo ritenuto di cambiarlo. Per quanto riguarda Antenucci cercheremo di recuperarlo in vista della prossima gara di mercoledì contro il Catanzaro. ”.

 

Tutto su Micol Tortora