giovedì , 24 Giugno 2021
Home » Bari Calcio » Ma il Bari è davvero pronto per i playoff?

Ma il Bari è davvero pronto per i playoff?

Saranno una battaglia visto che le squadre che i biancorossi potrebbero affrontare saranno più che determinate

 

Terminato il campionato di serie C si pensa ai playoff che il Bari dovrà affrontare. Sicuramente per i biancorossi che entreranno in gara il 12, nel secondo turno, non sarà facile visto che ci sono squadre più che motivate a fare bene. Dopo la Ternana che ha letteralmente “asfaltato” il campionato, gran merito va anche a quelle squadre che non hanno mai mollato come, ad esempio, l’Avellino, il Catanzaro e il Catania. Negli altri gironi bisogna ricordare il bel campionato fatto dall’Alessandria e dal Padova. Occhio all’Avellino, squadra che ha in panchina un allenatore, Braglia, capace di motivare al massimo i suoi ragazzi. Il Bari potrebbe anche trovare sulla sua strada il Sudtirol, squadra molto forte e con giocatori tecnici. Nel corso del suo campionato ha dimostrato davvero di essere una formazione che ha saputo quello che voleva e, alla fine, lo ha ottenuto. Ma una domanda sorge spontanea. Come affronteranno questi playoff i giocatori del Bari dopo un’annata alquanto deludente. Tutti i tifosi del Bari si aspettavano un campionato diverso, ricco di grandi soddisfazioni, ma purtroppo tutto questo non è accaduto. Il perché? Forse perché sia nel mercato estivo, che in quello di riparazione, i due ds che si sono succeduti non sono riusciti a portare a Bari giocatori, non di nome, ma che avrebbero potuto far fare la differenza? In C, come molti tifosi si sono espressi, non servono i nomi, ma giocatori che corrono. Il Bisceglie ne è un esempio. L’unico nome importante è l’ex Romizi che, contro il Bari nell’ultima di campionato, ha dettato i tempi ai suoi compagni di squadra più giovani. E si è visto che i giovani lo cercavano parecchio. Il 12 il Bari dovrà tentare di fare la gara della sua vita contro chiunque squadra che andrà ad affrontare. I tifosi lo pretendono, ma non solo i tifosi. E’ una intera città che vuole tornare ad essere protagonista nel calcio che conta così com’è stato ai tempi dei Matarrese quando da Bari sono passati giocatori importanti ( Platt, Boban ) per fare dei nomi che non hanno mai tirato indietro la gamba pur essendo stati giocatori di altissimo livello. Per cui, dal 12 ci aspetta una squadra grintosa e vogliosa di andare avanti. Perché se così non fosse…

Tutto su Micol Tortora