mercoledì , 22 Settembre 2021
Home » Bari Calcio » Mignani: “Bisognerà avere l’atteggiamento giusto”

Mignani: “Bisognerà avere l’atteggiamento giusto”

“Sarà la voglia – ha aggiunto il tecnico – quella che influirà a farci superare il turno”

 

Finalmente domani sera il “San Nicola” accenderà nuovamente i suoi fari per ospitare la prima vera gara di questo nuovo anno calcistico. I biancorossi di Mignani affronteranno in una gara unica, ad eliminazione diretta, la Fidelis Andria nella prima di Coppa Italia di Lega Pro. Dopo la seduta di rifinitura ha parlato in conferenza stampa il tecnico biancorosso. Ecco le sue prime parole per una gara ufficiale. “Domani dovremo affrontare la gara con un giusto atteggiamento. Quello che dovrà prevalere sarà la voglia di superare il primo turno di Coppa Italia”.

 

E sulla formazione che potrebbe scendere in campo domani ha detto. “Quest’estate abbiamo bruciato il ritiro per via dei contagiati. Abbiamo incominciato a lavorare solo quando siamo arrivati a Bari. Per quanto riguarda il mercato è ancora in essere. Non abbiamo grandi alternative sia per chi è arrivato prima e per chi è arrivato dopo”.

 

Domani sarà importante affrontare la gara con grande calma. “Bisognerà incominciare a ragionare in maniera più completa quando avremo a disposizione la rosa al completo. Siamo solo all’inizio. Domani mi aspetto un accenno di Bari, lo esigo”.

 

E su due giocatori importanti come Simeri e D’Errico ha detto. “Purtroppo sono stati fermati dal Covid. Ora stanno lavorando nel modo giusto e stanno raggiungendo la forma migliore. Il modo migliore sarà quello di giocare più partite possibili. Ricordo che abbiamo avuto l’handicap di non aver potuto fare le amichevoli”.

 

E su Citro ha detto. “Sta recuperando da un infortunio. Sta incominciando a lavorare col gruppo. Sta cercando di scrollarsi di dosso le paure dell’infortunio. Ha avuto un infortunio serio per cui ci vorrà un po’ di tempo”.

 

Mignani ha parlato anche di Botta e dei vari indisponibili. “Per quanto riguarda Botta, sapete tutti che è arrivato per ultimo. Con lui abbiamo deciso di fare un lavoro personalizzato per integrarlo gradualmente nel contesto gara. L’ultima amichevole che ha disputato è stato in campo per quarantacinque minuti. Per domani il resto della formazione sarà obbligata. Per quanto riguarda Botta domani valuteremo se farlo giocare dall’inizio oppure utilizzarlo come arma da ripresa”.

 

E su chi dovrà scendere in campo il tecnico si è espresso così. “Domani convocheremo solo i giocatori  che faranno parte del progetto, non quelli in attesa di sistemazione”.

 

E su Celiento ha detto. “Ancora non è pronto. Per quanto riguarda Marras ha lavorato con la squadra. Se dovesse stare bene sarà convocato”.

 

Ma a che punto si trova il Bari di Mignani?  “Non trovo giusto dare numeri. Se dovessi dire cosa penso mi augurerei che il Bari sia già al venti per cento  per avere un margine importante. Per domani speriamo di fare solo la partita che dobbiamo fare. Dopo quindici giorni di lavoro che abbiamo fatto in ritiro spero che i margini di crescita siano ampi”.

 

E sulla partita di domani sera ha detto. “Credo che domani sera per il Bari non sarà la partita più bella. Spero e mi auguro che lo sia. Domani sera affronteremo una squadra che vorrà sicuramente ottenere l’obiettivo. Bisognerà affrontare questa gara con una mentalità vincente. Dovremo fare il massimo per passare il turno”.

 

Mignani e il rapporto con la città. “Non ho avuto la possibilità di vivere molto la città. Mi è capitato di andare in centro un paio di volte. Bari non la conoscevo. E’ una città molto bella. Spero di conoscere la baresità. E’ giusto che un allenatore viva socialmente l’ambiente in cui lavora”.

 

( Foto:SSC Bari )

Tutto su Micol Tortora