sabato , 31 Ottobre 2020
Home » Bari Calcio » Nicola: “Bari e Salernitana? Due squadre che hanno dei valori”

Nicola: “Bari e Salernitana? Due squadre che hanno dei valori”

Il tecnico del Bari vuol fare bella figura contro Torrente

La partita che domani sera il Bari affronterà al “San Nicola” contro la Salernitana sarà una gara molto sentita dai vari Defendi, Sabelli e Romizi da una parte e da Torrente e Sciaudone dall’altra. Ma questa sarà anche la gara tra Nicola e Torrente, ex genoani. “Quella tra me e Torrente è una sfida del paleolitico – ha detto Nicola in conferenza stampa – perché riguarda tanti anni fa che abbiamo giocato insieme. Ormai non fa più notizia. Io e lui ci siamo già incontrati quando io ero a Livorno e lui a Bari. Quella di domani non sarà la sfida tra Torrente e Nicola ma tra Bari e Salernitana. Quando giocavamo insieme ricordo che lui era un forte difensore. Lui ha fatto una grande carriera. Come giocatore è stato artefice di quel Genoa che poi conquistò anche il quarto posto. Il calcio vuole che proprio nell’anno in cui la Sampdoria vinse il campionato, se no sarebbe stato divertente”.

Il mister dopo aver ricordato il passato con Torrente ha parlato della partita di domani sera. “Bari – Salernitana è una partita che vede di fronte due squadre con dei valori. Loro davanti hanno attrezzato la squadra con degli attaccanti molto capaci e noi siamo convinti e contenti dei nostri. Spero che possa venire fuori una bella partita”.

Domani la Salernitana scenderà in campo con una difesa in emergenza mentre Nicola dovrà scoprire dopo l’allenamento se nella difesa biancorossa potrebbe esserci qualche defezione. “Dopo l’allenamento scoprirò quali sono i reali problemi. In settimana abbiamo avuto delle problematiche con Di Cesare e con Rada. Voglio capire quanto sono problematiche da poterli utilizzare o escludere o contarci. Poi che partano dall’inizio o meno vedremo. Oggi capiremo a che punto stanno”.

Dopo i due pareggi interni contro l’Entella e il Novara, Nicola contro la Salernitana vuol fare qualcosa in più. “Noi dobbiamo cercare di fare sempre qualcosa in più, ma soprattutto di dare continuità e la migliore continuità risiede nelle vittorie. Ritengo che, come ci siamo già detti più di una volta, questo è un campionato molto equilibrato e più livellato dello scorso torneo. Per me tutte le squadre sono competitive. In alcuni momenti magari alcuni lo sono di più e la capacità di una squadra che va a finire dove vuole finire sta nella competitività per tutto il campionato, non solo in una parte della stagione. La continuità è una cosa troppo importante”.

E sul Cagliari e Cesena che hanno vinto le sei partite in casa il tecnico si è espresso così. “Era ciò che ci aspettavamo tutti. Personalmente sono le due squadre più forti. Le altre sono tutte squadre molto buone che dovranno trovare nell’arco del campionato la continuità necessaria per fare bene. Ad oggi è così, fra due partite non lo so, potrebbe essere l’esatto opposto oppure vedere consolidate alcune posizioni di squadre che ci aspettavamo essere competitive”.

L’attacco biancorosso ancora non ha espresso tutto il suo valore visto che ancora gli attaccanti non sono riusciti ad andare in rete tranne maniero che ha realizzato una doppietta nella prima gara di campionato. “Noi ed il Novara siamo due squadre che stanno li senza aver mai avuto chissà quale intervento da fuori. Datemi quattro – cinque rigori e anziché avere 19 punti avremmo avuto 22 o 23 punti. Io dico che i miei attaccanti segnano quanto gli altri. Se ad ogni squadra diamo tutti i calci di rigore che hanno avuto alcune squadre, i miei attaccanti sarebbero tra le prime posizioni. Poi se i calci di rigore non c’erano non ce li dovevano dare”.

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.