sabato , 28 Maggio 2022
Home » Bari Calcio » Nicola: “Lanciano? Squadra tosta con tutti”

Nicola: “Lanciano? Squadra tosta con tutti”

E’ una realtà – ha proseguito il mister – che ha il manico di una squadra di serie B”

Dopo i due successi consecutivi ottenuti contro l’Avellino e il Latina il Bari cercherà domani al “San Nicola” contro il lanciano il lasciapassare per la terza vittoria consecutiva. Oggi in conferenza stampa il tecnico biancorosso ha affermato che quella di domani non sarà affatto una gara facile. “Per molti quella di domani è una partita facile, non è che mi interessa gran che quello che pensano gli altri. Credo che sia un lusso di chi non è direttamente coinvolto. Chi è coinvolto non dirà mai una cosa del genere, qualsiasi partita ci sia da affrontare. Per me partite facili non ce ne sono. Nella mia carriera da giocatore e da allenatore partite facili non le posso contare nemmeno sulle dita di una mano. Sicuramente arriva un avversario che ha le sue qualità, noi abbiamo le nostre e siamo convinti di poter fare una partita importante contro un avversario che ce la renderà dura, questo è indubbio”.

Domani servirà una partita da leggere bene. “Le partite progressivamente dovranno essere tutte lette così, in maniera intelligente perché complici le regole, complice il fatto che su due tempi è difficile annientare. Nessuna squadra ormai annienta l’avversario. Bisogna essere consapevoli del fatto che quando l’avversario è in un momento in cui è in palla tu devi rispondere con un altro tipo di armi. Quando invece sei tu a dettare il ritmo e il tuo gioco devi cercare di sfruttarlo il più possibile”.

Nicola ha anche spiegato il fatto del perché il Bari in queste prime gare di campionato sia uscito alla distanza. “E’ frutto di una gestione della partita che quest’anno sta inizialmente dicendo questo. Nelle partite avvenire poi vedremo se sarà sempre così. Ci saranno partite dove nella prima parte magari riusciremo a fare molto di più o a concretizzare di più e quindi servirà un atteggiamento diverso nella seconda parte”.

Per domani il tecnico si aspetta fin dall’inizio lo stesso atteggiamento visto nella ripresa contro il Latina. “Io mi aspetto di vedere il Bari con l’atteggiamento di queste partite fatte con la crescita di alcune cose e di alcuni lati dove dobbiamo ancora migliorare di cui parlavamo nella scorsa conferenza stampa. C’è da migliorare in entrambe le fasi soprattutto nel passaggio da una fase all’altra con più precisione, più velocità e con più consapevolezza di lettura della partita stessa. Domani mi aspetto dei progressivi miglioramenti sapendo che so bene che per noi la regola tutto e subito non vale perché ciò che chiedo ai miei giocatori non è propriamente facile”.

E su Rosina se partirà o meno ancora una volta dalla panchina ha detto. “Credo di no, sempre mi sembra un po’ eccessivo. Vuol dire per quarantadue partite. Lo escludo categoricamente, non sempre”.

Secondo Nicola l’innesto di Rosina nella ripresa contro il Latina non ha dato al Bari funzionalità. “No, non sono d’accordo. Sono d’accordo sul fatto che l’innesto di Donati e Rosina ci hanno dato qualcosa in più, sicuramente. Su questo sono molto d’accordo così come è valso in altri momenti per altri giocatori. In realtà sia chi inizia o chi subentra ha l’importanza a chi subentra di valutare che ha poco tempo per essere determinante e quindi poi in qualche modo sparigliare le carte. Sicuramente chi entra forse ha anche meno tatticismi da seguire e perseguire. In un certo modo forse è più avantaggiato da questo punto di vista, ma è anche vero che chi entra se non è per conservare un risultato è per cercare di dare una qualità maggiore per poter sbloccarla a nostro favore. Indubbiamente sono comunque cose difficili”.

Il tecnico biancorosso ha una idea dell’avversario che affronteranno domani. “Si, si può avere ma mi viene difficile avere una idea ipotecando novantacinque minuti di una partita e dire sarà una partita tosta, poco spettacolare. Io credo che le partite siano spezzettate in quarti d’ora. Ci sono momenti in cui la partita non è molto bella perché è molto tattica e ci sono partite in cui la partita è molto divertente per il pubblico perché sono saltate qualsiasi tipo di attenzioni ai compiti tattici e quindi entrambe le squadre rischiano e quando entrambe le squadre rischiano le partite diventano sempre più spettacolari ma per gli allenatori diventano delle bestemmie vere e proprie”.

E sull’avversario di domani ha detto. “Il Lanciano è una squadra tosta perché ha cinque – sei giocatori che costituiscono il gruppo base da anni ormai. E’ una squadra che negli anni ha dimostrato di essere sempre una squadra tosta con tutte, in alcuni casi arrivando molto vicina ai playoff o addirittura a pari punti. Incontreremo una squadra che ha una realtà di tot di anni di squadra di serie B in grado di poter vincere contro chiunque e di poter perdere contro chiunque. Ripeto, per me potrà essere una partita e dipenderà soprattutto da come noi la leggeremo. Credo che sarà una partita nei novantacinque minuti molto bella, molto tattica e in alcuni momenti dove ci sarà da soffrire”.

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.