sabato , 28 Maggio 2022
Home » Bari Calcio » Nicola: “Non siamo in emergenza”

Nicola: “Non siamo in emergenza”

“Scenderemo – ha proseguito il mister – in campo in undici”
Domani per i tifosi del Bari e per alcuni giocatori rimasti anche quest’anno non sarà una partita come le altre visto che il Bari riceverà al “San Nicola” il Latina, vera “bestia nera” dello scorso campionato. Oggi in conferenza stampa mister Nicola ha affermato che il Bari che scenderà domani in campo non sarà una squadra in emergenza. “L’emergenza per come la chiamate voi per me non è così emergenza. Ci sarà la possibilità di vedere altri giocatori. L’ho detto un mese fa quando sono arrivato, ci sarà la possibilità di vedere tutti i giocatori e di vedere quanto valgono. In queste situazioni qua bisogna cogliere la palla al balzo. Sono opportunità anche queste. Non ho grandi imbarazzi nel senso numerico, di scelta perché avendo tre giocatori fuori che ultimamente ricoprivano quelle posizioni non abbiamo più grosse alternative, ma ci presenteremo sempre in undici belli e determinati”.

Nessuno si sarebbe mai aspettato dopo un mese e mezzo vedere Minala con una maglia da titolare in casa. “da quando sono arrivato io, Minala ha fatto su quattro partite due presenze. Ho visto che dal punto di vista psico – fisico ci si può contare perché un giocatore freddo, un giocatore che ha competenza, che ha conoscenza dei suoi mezzi, ha uno strapotere fisico importante. Ha dimostrato che può essere utile sia nella fase di non possesso e soprattutto in quella di possesso. Vedremo se ci sarà lo spazio per concedergli ancora più spazio”.

Domani i biancorossi affronteranno la “bestia nera” dello scorso campionato, il Latina. Mister Nicola a tal proposito ha detto che probabilmente i tifosi non hanno mai smesso di sognare. “Probabilmente non avete mai neanche smesso di sognare. Credo che non si smetta mai fino in fondo di sognare. E’ cambiato un pò il sogno oppure nel sogno non è andata come volevamo che poi si trasformasse in realtà. a me fa piacere, sono conscio di questo , della partita di domani e di ciò che rappresenta per i tifosi ed è anche giusto che sia così. Anzi, paradossalmente, io mi auguro che questo porti ancora più entusiasmo però questo è un altro discorso. loro devono sognare, devono arrivare al campo con la voglia di immaginare un senso di vendetta. Dobbiamo essere assolutamente consci che ci vorrà una grande determinazione, un grande cuore ma con pensieri molto freddi. Voglio una battaglia sportivamente parlando dove poter controllare fino in fondo la gestione delle nostre emozioni altrimenti non si può ottenere nulla. E’ iniziato un altro percorso, ledue squadre sono diverse, gli obiettivi sono diversi i giocatori sono diversi. E’ rimasto quello che rappresenta questa sfida lo scorso anno e speriamo che questo sia, nel rispetto proprio del sogno anche dei tifosi e nella voglia di rivincita, un nostro valore aggiunto per quanto riguarda il trasporto che poi dovrà avere sul campo. Noi dovremo essere molto consci, molto freddi perché dobbiamo e vogliamo continuare nel nostro percorso”.

Nicola, poi, si è soffermato sulle dichiarazioni di mister Breda. “Posso rispettare quello che ha detto, non è necessario essere daccordo con lui. Credo che Bari e Latina siano due realtà diverse poi uno sceglie di vedere quello che vuole vedere. Non è detto che in questo momento siano due squadre che stiano facendo lo stesso percorso. Sicuramente sono due squadre, soprattutto per il Latina dalla quale ci si aspettava in posizioni diverse, mentre per il Bari che si voleva credere potesse essere in posizioni diverse. La classifica accomuna entrambe le squadre come realtà e cioè i punti che ci sono sono quelli che hanno meritato entrambe le squadre. Del resto non mi interessa perché io ho iniziato a lavorare con il Bari un mese fa per cui la prima parte non la posso contrapporre a ciò che ha detto Breda”.

E sul Bari che ci dobbiamo aspettare domani l’ex tecnico del Livorno ha detto. “Il Bari gioca sempre per costruire una mentalità che possa creare i presupposti per vincere più partite possibili. Per vincere più partite possibili è semplice. Bisogna fare il saldo tra ciò che crei e ciò che permettono gli avversari e quindi deve essere sempre a favore di ciò che crei. Secondo me il saldo della partita di Cittadella è a favore del Bari. Qualcuno potrebbe definirlo ai punti, in qualche altra partita la supremazia potrebbe essere molto più netta. Ci sono partite che, secondo me, il Bari deve poter essere bello ed estetico perché l’estetica ha un valore importante, l’arte di sviluppare e organizzare un buon calcio credo che aumenti la voglia di vedere uno spettacolo. Ci sono partite in cui lo spettacolo viene meno ma ci deve essere sempre la capacità di sapere che è un passettino in avanti per arrivare dove si vuole arrivare”.

Molto probabilmente il latina si schiererà in campo con un 4 – 3 – 3. E su questo Nicola ha detto. “Breda verrà a Bari con il Latina per cercare di fare quello che fanno tutti gli allenatori. Chi è che non vuole vincere. Noi abbiamo detto che ci stiamo preparando ad una mentalità per vincere perché vincere è molto di più che non la parola in se. Vincere significa mettere mille tassellini e se non metti a posto tutti quei tassellini non vinci mai, soprattutto non vinci se non metti a posto i tassellini nella consapevolezza e della convinzione nella tua testa. Detto questo è ovvio che Breda venga per vincere. Mi meraviglierei e mi preoccuperei seriamente se dicesse il contrario”.
Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.