mercoledì , 25 Maggio 2022
Home » Bari Calcio » Nicola: “Questa è una squadra vogliosa”

Nicola: “Questa è una squadra vogliosa”

Quest’oggi per il neo tecnico biancorosso è stata la sua prima conferenza stampa pre – partita
Per Davide Nicola questa di oggi è stata sicuramente una giornata particolare visto che domani farà il suo esordio in panchina davanti al suo nuovo pubblico.. Nella sua prima conferenza stampa l’ex tecnico del Livorno ha spiegato come ha visto i suoi ragazzi in questi primi tre giorni di allenamento. “Io ho visto una squadra vogliosa, una squadra che mi ha seguito in tre giorni con un’attenzione meticolosa. L’impatto e, ringrazio tutti voi, perché credo che gran parte di questo sia nato dai tifosi, da voi e da questa positività che avete portato per cui questo per me è lavorare insieme che significherà anche fare le giuste critiche quando sarà ora di farle, ci mancherebbe altro. Ho visto grande tensione, grande voglia. Colgo l’occasione per ringraziare lo staff precedente perché ho visto grande disponibilità al lavoro ed è giusto, secondo me, riconoscere questo a chi c’era prima di me e quindi a Mangia e ai suoi collaboratori perché mi hanno lasciato uno staff di ragazzi con valori abituati alla cultura del lavoro”.

Nicola ha poi detto da dove ripartirà. “Sono uno da accellerazioni e decellerazioni mantenendo questa continuità. Riparto con grandissima voglia, con idee molto precise perché secondo me sono delle cose chimiche che le vedi subito. Noi ci siamo resi conto, io e i miei collaboratori, di avere la possibilità di esprimere la nostra idea di calcio perché ci sono queste caratteristiche”.

Il tecnico torinese non ha parlato di formazione ma ha dato delle piccole indicazioni. “Sicuramente gioco con Galano, gioco con Romizi, gioco con Contini, gioco con Sciaudone. Il resto lo mettete voi”.

E su chi scenderà in campo per difendere la porta biancorossa si è espresso così. “Il portiere è un ruolo particolare dove l’allenatore può e deve decidere, dove l’allenatore si fida soprattutto della valutazione anche dei propri collaboratori che lavorano a stretto contatto dove bisogna tenere conto che è una interazione con la squadra assolutamente particolare e dove un sbagliare approccio, sbagliare possibilità di valutare, e se fanno una scelta o l’altra, significa fare tre passi indietro come al Monopoli con tanti auguri e fare anche la figura magari inversa. Voglio valutarli entrambi, sono curioso di entrambi. Loro dovranno valutare me. E’ quello che chiedo loro. Non ci sono le condizioni per non ritenere entrambi i portieri assolutamente affidabili. Questo riguarda anche centrocampo, difesa, interpretazione dell’attacco, interpretazione degli spazi, comportamento a tutte le altezze di campo, interpretazione delle quattro soluzioni di gioco dove credono solo ciecamente e dove loro si renderanno conto che una volta imparate dovrò lasciarli liberi per un attimo perché da quello che ho visto delle scintille nei loro occhi, io so che gli piace quello che gli ho chiesto. Ciò mi basta”.

E sull’avversario di domani ha detto. “Tutti quelli che vengono qui hanno una strategia e la voglia di batterci. Domani dobbiamo avere quella voglia di essere capaci come loro se non di più. Dobbiamo rischiare altrimenti vivacchiamo li e per questo non ho tempo ne voglia”.

Nicola non sopporterebbe una vittoria episodica. “Se si vince in modo occasionale e non vedo quello che voglio voi sarete contenti mentre io sarò nella mia camera d’albergo pensieroso e dovrò rivedere alcune cose. Se, invece, si pareggiasse ma ottenendo delle risposte concrete per il futuro voi sareste pessimisti mentre io dirò tutto a posto”.
Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.