martedì , 29 Settembre 2020
Home » Bari Calcio » Poule scudetto. Il primo match termina in parità

Poule scudetto. Il primo match termina in parità

Dopo un primo tempo senza emozioni, nella ripresa il Bari e il Picerno hanno dato vita ad una gara pimpante, ricca di occasioni da rete

 

Primo tempo senza emozioni quello tra Bari e Picerno, prima gara della poule scudetto. A tener palla e a fare più gioco sono stati i padroni di casa che al 37’ si sono visti annullare la rete dell’1 – 0 realizzata da Di Cesare su cross basso dalla sinistra di Simeri. Per quanto riguarda gli ospiti non sono mai stati pericolosi tant’è che Marfella è rimasto inoperoso.

 

Nella ripresa si è assistito ad una partita completamente diversa rispetto ai primi quarantacinque minuti. Entrambe le squadre hanno dato vita ad una gara pimpante, con vari capovolgimenti di fronte. I biancorossi sono andati vicino al vantaggio con Simeri e Hamlili, mentre gli ospiti si sono fatti pericolosi con Gallon e Vanacore.

 

 

 

Bari ( 4- 2 – 3 – 1 ): Marfella, Turi, Di Cesare, Mattera, Nannini, Hamlili, Bolzoni, Floriano, Brienza, Langella, Simeri. A disposizione: Bellussi, Cacioli, Neglia, Piovanello, Iadaresta, Feola, Liguori, Quagliata, Pozzebon. All: Cornacchini

 

 

Picerno ( 3 – 5 – 2 ): Coletti, Impagliazzo, Fontana, Ligorio, Cesarano, Vanacore, Conte, Kosovan, Langone, Santaniello, Tedesco. A disposizione:  Fusco, Caiazza, Gallon, Sambou, Ianniello, Bassini, Fiumara, Corso, Monaco. All: Giacomarro

 

Spettatori: 5160 di cui 338 tifosi ospiti. Ammoniti: Kosovan, Di Cesare, Hamlili. Espulsi: nessuno. Angoli: 5 – 2. Recupero tempo: p.t. 1’; s.t. 5’

 

 

ARBITRO: Maria Sole Ferrieri Caputi di Livorno

 

 

LA CRONACA:

Al 37’ rete annullata a Di Cesare per un fuorigioco su passaggio basso dalla sinistra di Simeri.

 

Nella ripresa, al 9’, dentro Sambou, fuori Langone. Al 10’ ammonito Kosovan per fallo su Nannini. Al 14’ Bari vicinissimo al goal con un tiro di sinistro a giro di Simeri alzato in angolo da Coletti su assist di Floriano. Al 17’ fuori Conte, dentro Corso. Al 22’ tiro dalla distanza di Hamlili di destro di pochissimo alto sulla traversa. Al 24’ doppio cambio per il Picerno. Dentro Fumara e Gallon, fuori Tedesco e Impagliazzo. Al 27’ gran destro di Gallon e gran risposta di Marfella in angolo. Al 29’ dentro Neglia, fuori Floriano. Al 31’ cross dalla destra di Turi ma sul pallone non arrivano ne Simeri, ne Neglia. Al 33’ fuori Langella, dentro Piovanello. Al 36’ fuori Brienza, dentro Iadaresta. Per il Picerno dentro Caiazza, fuori Cesarano. Al 43’ dentro Quagliata, fuori Nannini. Al 44’ tiro di Vanacore, parato. Ammonito Di Cesare per proteste. Al 48’ annullato un goal al Bari per fuorigioco di Iadaresta che si è avventato sulla palla dopo un tiro da fuori area di Neglia. Al 50’ ammonito Hamlili.

 

90’:

Bolzoni: “C’è molta amarezza perché è stata la migliore partita dell’anno. Abbiamo sempre tenuto il pallino del gioco. Era da tanto che non si vedeva. Ci sono stati degli atteggiamenti dell’arbitro che non ci sono piaciuti, ma andiamo avanti sperando che dopo un intero anno che fanno così contro di noi. Andrà meglio ad Avellino. Sembra quasi che ci sia una vera e propria sudditanza psicologica al contrario. A volte sembra che fischino per non dimostrare di essere succubi del Bari. Con il goal del primo tempo, annullato per fuorigioco, sarebbe stata un’altra partita. Abbiamo fatto bene, siamo contenti ma un po’ amareggiati. Oggi sappiamo di aver dimostrato che non avremmo fatto fatica nel girone H, come qualcuno aveva detto. Avremmo potuto tirare di più da fuori, visto il maltempo, ma siamo abituati a cercare le soluzioni in area. Nella prossima gara di poule scudetto affronteremo l’Avellino. Sarà sicuramente una partita stimolante. on vediamo l’ora di giocarla. Cercheremo di ripartire alla grande. Sarà partita vera. Il Bari e l’Avellino sono due squadre che hanno una storia. Come sempre ce la metteremo tutta come sempre. Dobbiamo trovare le motivazioni che abbiamo trovato oggi e avere la voglia di giocare contro una grande squadra per dimostrare di essere forti. Sarà quasi la prima gara dalla serie C”.

 

 

 

 

Tutto su Micol Tortora